Categorie

Il trono di spade. Libro terzo delle Cronache del ghiaccio e del fuoco. Vol. 3: Tempesta di spade-I fiumi della guerra-Il portale delle tenebre.

George R. R. Martin

Traduttore: S. Altieri
Editore: Mondadori
Collana: Oscar absolute
Anno edizione: 2016
Formato: Tascabile
Pagine: 1212 p., ill. , Brossura
  • EAN: 9788804666943

nella classifica Bestseller di IBS Libri - Narrativa straniera - Saghe

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 13,50

€ 18,00

Risparmi € 4,50 (25%)

Venduto e spedito da IBS

14 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    marcostraz

    24/05/2015 09.48.05

    E' il volume più lungo della serie e un pò si sente, nella prima parte è un pò troppo prolisso e non accade poi molto, mentre nella seconda parte accadono tanti (forse troppi?) colpi di scena...sono curioso di vedere come continua con il procedere della storia, visto che stanno venendo inseriti degli aspetti di sovrannaturale che possono portare a diversi sviluppi (sia positivi che negativi)...

  • User Icon

    Ubik

    30/07/2014 13.08.37

    Terza fatica di Martin che non si risparmia in intrighi, tradimenti, intrecci, scene spinte e uccisioni crude. Per chi non lo avesse capito, Martin è il più grande bluff fantasy dei giorni nostri. In questo romanzo non c'è una base fantasy, ma soltanto una intricatissima trama degna di una soap-opera. Però l'intrattenimento funziona, soprattutto quando salgono in cattedra Tyrion, Davos, Arya e Jaime. Gli ultimi due sono le vere rivelazioni del romanzo: due personaggi che subiscono un'evoluzione psicologica opposta. Lei inizia ad imparare a sopravvivere in un mondo crudo e malvagio, mentre Jaime (forse inconsapevolmente) è alla ricerca del suo onore, cerca di distaccarsi dalla pessima reputazione di sterminatore di re( con gradite sorprese al lettore). Purtroppo non si può dire lo stesso di Jon snow, Danerys ( banalissima) e Bran, che più di tutti soffre di una story-line molto statica, appesantite da descrizioni ambientali tutte uguali e noiose. La storia a mio parere poteva essere esplicata sotto le mille pagine, ma ci sono dei momenti che valgono il prezzo del romanzo. MI riferisco alle nozze (entrambe), il processo di Tyrion, il duello montagna-vipera rossa. I difetti purtroppo ne abbassano il voto: prolissità fine a sè stessa, escamotage che fanno capire che le spiegazioni sono sempre rinviate al romanzo successivo, non c'è una chiusura di nessuna story-line. Inoltre mentre Tolkien ricercava la profondità del suo universo con una descrizione minuziosa e veritiera della sua Arda (creature,miti, pantheon,ambienti), Martin lo fa inserendo una miriade di nomi di personaggi di casate che non frega nulla a nessuno e che hanno poca influenza. Punti di forza: -Pdv di Catelyn, Tyrion, Jamie, Arya, Davos - ALcuni colpi di scena sono innegabilmente belli punti deboli: - grossolane contraddizioni nella storia - linguaggio anacronistico nei confronti di un ambiente medioevale - descrizioni di scene "spinte" che fanno ridere più che farti coinvolgere

  • User Icon

    ilaria

    22/07/2014 09.03.32

    non una saga fantasy,un romanzo piuttosto scopereccio con in sottofondo una vaga idea di mondo fantastico.poi diciamo la verità se non sai come portare avanti una storia zac un colpo di spada e adios..poteva essere un buon libro ma la lunghezza estenuante e l'assenza di un idea che concluda davero la serie lo rendono più un mattone che un capolavoro come vedo scritto quasi ovunque.delusione totale

  • User Icon

    Il Cinefilo

    28/06/2014 12.17.47

    Pornografia? Violenza eccessiva? Sarà? ma una cosa è certa: abbiamo per le mani uno dei capolavori assoluti del fantasy moderno. George Martin, molto coraggioso, continua a dipingere il ritratto di un mondo fatto di soprusi, violenze, forze oscure ma anche di nobiltà con un realismo tale da renderlo vivo e pulsante. Ma veniamo a questo libro: il gioco del trono si fa sempre più brutale, intricato e appassionante; l'aver reso POV personaggi (come Jaime) che erano sempre stati in secondo piano offrendone, di conseguenza, nuove sfaccettature, è stato un colpo da maestro; continuiamo a trovarci davanti a colpi di scena sempre nuovi (e talvolta davvero brutali e inaspettati), ad una caratterizzazione dei personaggi semplicemente perfetta (grazie a dialoghi curati con grande talento), ad una maniera di scrivere avvincente quanto cruda, e anche a momenti di grande ed epica suggestione, degni delle migliori ballate o dei migliori poemi epici (le Nozze Rosse e l'assalto alla Barriera su tutte). Degni di nota sono i capitoli dedicati ad Arya e Daenerys, due personaggi sempre più interessanti e dei quali sono molto affezionato. Sicuramente il punto più alto raggiunto dalla saga finora.

  • User Icon

    armando

    29/07/2013 09.39.18

    La pura trama è avvincente,ma le troppe scene di violenza,raccontate con una volgarità e morbosità esagerate,mi hanno fatto perdere attrattiva per la saga.Oltretutto,pur non potendo negare che Martin sia originale,presenta dei marcati limiti nella gestione dei personaggi e nello stile di scrittura.Per il momento preferisco perciò abbandonare la saga,almeno fino a quando non sarà conclusa in inglese e saranno disponibili edizioni integrali in italiano.

  • User Icon

    Cristina

    14/05/2013 00.53.45

    Finalmente i tre episodi uniti in un volume unico. Vale veramente la pena di leggerlo tutto d'un fiato: stupendo! È scorrevole e avvincente... Martin è un mago del fantasy. Da comprare!

Vedi tutte le 6 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione