Traduttore: V. Pini, G. Frizzi
Editore: Einaudi
Anno edizione: 2000
Formato: Tascabile
  • EAN: 9788806148423
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 8,78

€ 10,33

Risparmi € 1,55 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Attualmente non disponibile Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Piero Suriano

    29/08/2012 22:37:42

    Nell'articolo "A Tsushima inizia la scalata del Giappone" di Stefano Carrer, pubblicato su Il Sole 24 Ore del 31 agosto 2008 si parla dell'importanza avuta dagli incrociatori Kasuga e Nisshin, costruiti dall'Ansaldo, nello schieramento di battaglia della flotta giapponese. Buona parte delle navi giapponesi erano state costruite in Gran Bretagna, nei cantieri della Vickers, al costo di 880.000 sterline. Cosa non rilevata da Thiess, il quale si sofferma ad analizzare le cose soprattutto dal punto di vista russo, dimenticandosi gli effetti che ebbe il conflitto sul futuro del Giappone, all'indomani della prima guerra mondiale. L'appoggio, non solo economico, dato dall'Inghilterra all'Impero del Sol Levante aveva l'obiettivo di bloccare l'espansionismo russo in Estremo Oriente. Qui l'autore, pur non essendo mai stato storico di professione, centra in pieno la sua analisi.

Scrivi una recensione

«Il libro di Thiess... resta un documento chiave della tendenza, nel nostro secolo, a sostituire la fiction con il reportage». (Roberto Fertonani, «Panorama») «Domandiamoci poi qual è veramente il confine tra il vero e il verosimile nella storiografia... e se tante cose che giudichiamo ormai accertate non siano state solo immaginate... Tsushima è, anche per questa sua sottile ambiguità, un libro tuttora avvincente e attuale». (Lucio Villari, «la Repubblica»)
Il 27 maggio 1905 viene combattuta nello Stretto di Corea una delle piú grandi battaglie navali di tutti i tempi. è l'ultimo atto di una guerra, iniziata nel febbraio del 1904, tra Russia e Giappone, che assieme a quella di Secessione americana anticipò per dimensioni, spiegamento di mezzi e orrori, le successive due guerre mondiali. Tsushima, apparso nel 1938 e subito accolto da un largo successo di pubblico, narra con la leggibilità di un avvincente romanzo questo conflitto. Frank Thiess, con grandi visioni d'insieme, squarci e primi piani, ripropone le varie fasi dello scontro, mettendo in luce antefatti, particolari, mosse politiche e diplomatiche, strategie e gesta individuali della guerra tra la Russia, impero che si andava sgretolando sotto i colpi di una crisi inarrestabile, e il Giappone, nuova potenza in imprevedibile ascesa del continente asiatico. Arricchisce il testo una cronaca di Luigi Barzini, in quell'occasione inviato speciale del «Corriere della Sera» sul teatro della battaglia.

Tsushima e l'Italia. Prefazione all'edizione tedesca. I. Il "Colosso dai piedi d'argilla". II. Il romanzo d'una squadra. III. L'Antinferno. IV. La battaglia. Cartine.