Turné di Gabriele Salvatores - DVD

Turné

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Salvato in 19 liste dei desideri

€ 7,99

Punti Premium: 8

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (7 offerte da 7,99 €)

Due amici, attori di teatro, sono entrambi innamorati di una loro collega, e lei è innamorata di entrambi. In viaggio per l'Italia con il loro spettacolo cercano di chiarire i propri sentimenti.
4,3
di 5
Totale 10
5
5
4
3
3
2
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    cat

    13/05/2020 14:25:40

    Non sarà famoso quanto Marrakech Express o Mediterraneo, eppure questo film di Salvatores è un piccolo capolavoro. Diego Abatantuono e Fabrizio Bentivoglio (entrambi in una delle rispettive prove migliori) sono due amici che combattono la più antica delle lotte fratricide: spartirsi l’amore della stessa donna, una Laura Morante splendida nella sua disarmante, quasi implausibile, indecisione perenne. E lungo la strada della Turnè che i due attori intraprendono, tutti i nodi irrisolti vengono al pettine. Una stupenda metafora dell’amore e dell’amicizia.

  • User Icon

    massimo

    21/01/2020 15:19:17

    Un bel film in cui i protagonisti, insieme in viaggio, in turnè appunto, superano difficoltà e litigi dimostrando il valore superiore della vera amicizia.

  • User Icon

    seppia

    25/09/2019 10:59:21

    Questo è forse il titolo meno noto della cosiddetta trilogia della fuga di Salvatores, eppure, a mio avviso, è forse il migliore, di sicure quello che tocca le corde più profonde dell’animo umano. Un film on the road per quelli che sembrano essere due amici inseparabili, eppure sono divisi da quello che è il più antico dei peccati originali: l’amore per la stessa donna. I due amici (Abatantuono ed il Fabrizio Bentivoglio più bello di sempre, in quella che è una delle sue migliori interpretazioni) vivono in maniera diametralmente opposta questa situazione dilaniante, mentre sullo sfondo rimane onirica e sognante la donna interpretata da Laura Morante, incapace di scegliere tra i due. La scena sulla spiaggia con in sottofondo Rimmel di francesco de Gregori vale già da sola tutto il film.

  • User Icon

    Fabrizio

    10/01/2008 00:01:08

    Un buon film! "Tra un buon lavoro ed un grande amore cosa scegli? Scelgo il primo per garantirmi il secondo!" Ammazza mi ricordo ancora quella frase di Abatantuono dopo molti anni che ho visto il film...era proprio vero!

  • User Icon

    Andrea

    25/01/2007 06:14:24

    Un paio di dettagli un po' troppo accentuati, ma un film che entra dentro e rimane. Per me il miglior Salvatores, il miglior Abatantuono (al pari di Regalo di Natale) ed il miglior Bentivoglio. Alcune battute sono assolutamente indimenticabili, e la trasformazione dei personaggi lungo il film, forse un po' forzata, rende bene il concetto del film.

  • User Icon

    andrea

    25/09/2006 11:28:12

    Un film interessante sull'amicizia tra uomini. Dialoghi molto belli, molto bravo Bentivoglio, nettamente superiore ad Abatantuono, stupenda Laura Morante. Le uniche pecche del film sono forse quel che di già visto e un'interpretazione un pò troppo sopra le righe di Abatantuono. I personaggi di contorno sono molto validi, i paesaggi fotografati molto bene. Un buon film.

  • User Icon

    christian

    08/01/2006 21:25:36

    poche parole. c'è poesia nel film, si sente nei dialoghi, traspare il pathos. i protagonisti trasmettono tanto allo spettatore e la nevrosi di bentivoglio è pari solo all'amore per la morante ed all'amicizia per abatantuono. eccezionale anche l'ambientazione. è uno dei film più belli mai visti. c'è passione.

  • User Icon

    Francesco

    18/03/2005 09:50:47

    Un film eccezionale. Uno dei migliori del regista.

  • User Icon

    Chris

    02/12/2004 11:26:52

    Un film sull'amicizia tra uomini, senza fronzoli, dove il contenuto e la sostanza sono tutto. Molto belli i dialoghi, molto bravi Abatantuono e Bentivolgio. Naturlamente scontata la storia e, onestamente, lascia il sapore del gia' visto e gia sentito, ma e' anche vero che la vita e' questa, e se la si vuole rappresentare e raccontare per quello che e', non si puo' fare diversamente; emozioni e riflessioni autentiche, ma un filo di noia di fondo. Salvatores ha fatto di meglio.

  • User Icon

    Federica

    18/12/2002 12:13:51

    Splendido. Il miglior film di Salvatores. Una Laura Morante al di sopra di ogni commento.

Vedi tutte le 10 recensioni cliente
  • Produzione: Cecchi Gori Home Video, 2002
  • Distribuzione: Mustang
  • Durata: 90 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: 1,66:1
  • Area0
  • Contenuti: trailers; biografie; filmografie
  • Diego Abatantuono Cover

    "Attore italiano. Dopo aver esordito come cabarettista al Derby Club di Milano e con i Gatti di Vicolo Miracoli, viene notato da R. Arbore che lo inserisce nel cast del Pap’occhio (1980). Arrivato al successo nei primi anni ’80 nel ruolo del «terrunciello» in film come Viuuulentemente mia e Eccezzziunale... veramente (entrambi di C. Vanzina, 1982), imprime una svolta alla sua carriera con Regalo di Natale (1986) di P. Avati, in cui mostra pregevoli doti di attore drammatico. Il suo nome si lega poi al successo internazionale di G. Salvatores, per il quale dà vita a estrosi personaggi in Marrakech Express (1989), Turné (1990), Mediterraneo (1991), Puerto Escondido (1992), Nirvana (1997). La sua carriera discontinua alterna convincenti risultati in film d’autore (Il toro, 1994, di C. Mazzacurati;... Approfondisci
  • Laura Morante Cover

    Laura Morante, attrice italiana di grande successo, inizia la sua carriera molto giovane, prima nella danza, con la compagnia di Patrizia Cerroni, poi in teatro con Carmelo Bene, e al cinema con Giuseppe e Bernardo Bertolucci, Nanni Moretti, Mario Monicelli, Gianni Amelio, Pupi Avati, Peter Del Monte. Nel corso degli anni si cimenta con il cinema italiano e straniero, lavorando con autori di grande prestigio, come Monteiro, Malkovich, Tanner, Vecchiali e Resnais.Forte di premi e riconoscimenti per la sua carriera di attrice, nel 2012 esce Ciliegine, il suo primo film come regista (Globo d’oro come Regista rivelazione). Nel 2016 firma la sua seconda regia con il film Assolo.Con il romanzo Brividi immorali (La nave di Teseo 2018) esordisce nel campo letterario. Approfondisci
  • Fabrizio Bentivoglio Cover

    "Attore e regista italiano. Dopo gli studi alla Civica scuola d’arte drammatica e l’esordio sulle scene con Shakespeare, nel 1981 debutta nel cinema in La storia vera della signora delle Camelie di M. Bolognini. L’incontro con G. Salvatores in Marrakech Express (1989) e in Turné (1990) fa di lui il simbolo del trentenne intellettuale, idealista e un po’ insicuro. Per nulla schiavo del suo fascino personale, accetta ruoli «scomodi» come la guardia che scappa con una zingara in Un’anima divisa in due (1993) di S. Soldini e il prete pedofilo in Pianese Nunzio 14 anni a maggio (1996) di A. Capuano. A film d’impegno civile come Un eroe borghese (1995) di M. Placido e Testimone a rischio (1997) di P. Pozzessere, alterna pellicole di ispirazione letteraria come Le affinità elettive (1996) dei fratelli... Approfondisci
Note legali