Tutta colpa dell'acido

Irvine Welsh

Traduttore: M. Bocchiola
Editore: TEA
Collana: Teadue
Anno edizione: 2015
Formato: Tascabile
In commercio dal: 26 febbraio 2015
Pagine: 294 p., Brossura
  • EAN: 9788850238170
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
A seguito di un'invasione aliena, la comunità internazionale affida le sorti della Terra a un gruppo di ultras scozzesi che ha iniziato gli aggressori alle delizie del tabagismo. E come al solito finisce tutto a tarallucci e acido. Albert Black, bigottissimo insegnante di religione ormai a riposo, va a Miami per riflettere sulla precarietà della vicenda umana, irrimediabilmente segnata dalla presenza del maligno. Ma qui incontra per strada due ex allievi molto speciali (Gas Terry e N-Sign, protagonisti di "Colla") e nel volgere di una serata si trasforma nel formidabile DJ Black. La domenica del derby, Malky rischia di perdere il fischio d'inizio perché sua moglie finisce sotto il treno. Tra ambulanza e bambini che strillano, la giornata sportiva sembra compromessa: meno male che la partita finisce zero a zero. Sono solo alcuni degli spunti narrativi di "Tutta colpa dell'acido", che riunisce una serie di racconti di Irvine Welsh composti nell'arco di un decennio, a partire dai primi anni Novanta. Cinici o indifesi di fronte alla spudorata incommensurabilità del mondo, i protagonisti di queste storie sono sempre animati da una scrittura fresca e ispirata, carica di quell'irresistibile forza esilarante che redime ogni peccato nell'universo amaro dell'autore di "Trainspotting".

€ 8,08

€ 9,50

Risparmi € 1,42 (15%)

Venduto e spedito da IBS

8 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    PROT

    18/10/2010 17:58:45

    mi ha abbastanza deluso, anche se in alcuni tratti si ritrova la godibilità di storie precedenti (vedi l'ultimo episodio...)

  • User Icon

    GIOVANNI

    15/05/2010 10:48:37

    Questa raccolta racchiude tutte le caratteristiche della narrazione di Welsh Irvine, compresi i soliti fanatstici dialoghi e le incredibili situazioni "acide" che sono solite succedersi. Questa ultime, come sempre,appaiono reali e crude,con una serie di nuovi personaggi davvero interessanti e qualche simpatico "ritorno".... Come tutte le raccolte ci sono parti notevoli ed altre meno in linea con la qualità narrativa normalmente proposta. In generale, per apprezzando, come detto la proposta dello scirttore, ho trovato alcune parti un pò troppo basate sull'elemento fantastico, che,a mio avvsio mal si sposano con il forte realismo tipico del narratore. Non volendolo paragonare ai precedenti lbri, non posso, comunque, che consigliarlo a chi ha sempre apprezzato Irvine Welsh per il suo stile e per come riesce a creare personaggi credibili che ti conducono in una realtà appassionante strettamente legata alla nostra esistenza,nella solita degenerazione di vario tipo.....

  • User Icon

    Daniele

    28/03/2010 17:08:34

    Dovendo dare 5 a capolavori come "Il lercio" e "I segreti erotici dei grandi chef", 4 alla trilogia di Trainspotting, non mi resta che dare 3 a questa raccolta di racconti. A parte "incidente a Rosewell", geniale fanta-delirio non a caso tra i racconti più lunghi della raccolta, le trame sembrano abbozzate, frettolose, e i personaggi non acquistano quel respiro che Welsh è capace di creare sulla lunga distanza. Un libro godevolissimo, comunque.

Scrivi una recensione