Tutti i racconti del mistero, dell'incubo e del terrore. Ediz. integrale - Edgar Allan Poe - ebook

Tutti i racconti del mistero, dell'incubo e del terrore. Ediz. integrale

Edgar Allan Poe

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 2,1 MB
  • EAN: 9788854125964
Salvato in 16 liste dei desideri

€ 2,99

Punti Premium: 1

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Prefazione di Gabriele La Porta
Traduzioni di Daniela Palladini e Isabella Donfrancesco
Edizioni integrali

«Non c’è racconto degno di questo nome se dalla prima parola non suscita l’interesse del lettore che deve giungere all’ultima riga per comprendere la soluzione finale», scriveva Baudelaire. Tutte le opere di Poe presenti in questa raccolta possiedono una simile caratteristica. Sono un labirinto, una pianta carnivora che non lascia più la preda; il lettore che, anche solo per caso, si lasci attirare dalla prima parola, non può più tirarsi indietro ed è costretto a proseguire. In questo volume è raccolta la migliore produzione di Poe, da Ligeia a La mascherata della Morte Rossa, da I delitti della via Morgue a Lo scarabeo d’oro. Nei suoi racconti l’analisi e il ragionamento si fondono con l’immaginazione visionaria, creando capolavori indimenticabili nei quali il macabro s’allea col delitto, l’incubo con la follia, l’amore con la morte.

«Una notte, mentre giacevo in una taverna più che malfamata, mezzo intontito, la mia attenzione fu attratta all’improvviso da qualcosa di nero che riposava sulla sommità di una delle enormi botti di gin e di rum, che costituivano l’arredamento principale del locale.»



Edgar Allan Poe
considerato il maggior rappresentante di un nuovo genere letterario, quello cosiddetto “del terrore”, nacque a Boston, nel 1809. Rimasto orfano a due anni fu allevato dalla famiglia Allan, di cui volle assumere il cognome. Tra il 1815 e il 1820 soggiornò in Inghilterra, poi, di nuovo negli Stati Uniti, si iscrisse all’Accademia militare di West Point, ma venne espulso per la sua condotta dissoluta. Dopo un’esistenza difficile e sofferta, morì a Baltimora nel 1849. La Newton Compton ha pubblicato Tutti i racconti, le poesie e “Gordon Pym” in un volume unico; Il Corvo e tutte le poesie; Le avventure di Gordon Pym e Tutti i racconti del mistero, dell'incubo e del terrore.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

2,19
di 5
Totale 3
5
0
4
0
3
1
2
2
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    nick

    20/04/2020 11:13:41

    Ottimi racconti di uno dei migliori scrittori di sempre. Ammetto che l'edizione non mi ha soddisfatto pienamente ma per il prezzo a cui viene venduta va più che bene.

  • User Icon

    zombie49

    12/07/2014 12:54:21

    Raccolta di 37 racconti brevi del celebre scrittore americano della follia e del macabro, alcuni molto noti, come "Il gatto nero", "La mascherata della morte rossa", "Il pozzo e il pendolo", "Una discesa nel Maelstrom", altri meno noti e meno riusciti. Illeggibili x noia un paio di racconti filosofici, x pedanteria due polizieschi. Preferibile la selezione antologica. C'è sempre qualcosa di intrigante e inquietante nei racconti di Poe, anche se appaiono puro delirio senza alcuna possibile attinenza con la realtà, qualcosa che mette a disagio. E' per quella vena di follia e di attrazione per il male, il delitto, la morte, che sta sepolta nell'animo di ciascuno di noi, in quella parte oscura che coscienza e ragione non possono penetrare.

  • User Icon

    Gabriella

    22/06/2011 19:14:02

    Sinceramente sono rimasta delusa, per due motivi: 1)Sono rimasta delusa dal racconto in sè. Dalle recensioni che ho letto in giro mi aspettavo racconti più "spaventosi", invece li ho trovati "poveri" e tutti uguali. Per carità, scritto in maniera scorrevole, ma affatto coinvolgente o spaventosa. 2)Sono inoltre rimasta delusa dall'edizione perchè (premesso che quando l'ho preso era sigillato e quindi non ho potuto sfogliarlo)ci sono dentro le figure delle storie, e, come tutti sanno, in questo modo viene stroncata ogni immaginazione se ti mettono loro le immagini dei personaggi! Inoltre non è presente quasi mai la traduzione delle citazioni in latino che ci sono nel testo. Al che risulta di "difficile" comprensione. Per fare un esempio: pag 180, "[...]la cui affermazione paradossale <<mortus est dei filius, credibile est quia ineptum est et sepultus resurrexit; certum est quia impossibile est>> assorbì completamente il mio tempo per parecchie settimane di laboriosa e sterile ricerca. [...]". E qui non c'è una nota, una postilla, niente di niente che ne dia la traduzione!!! Secondo me non è giusto, dovrebbero metterla tenendo conto che non tutti hanno studiato il latino!!!!

  • Edgar Allan Poe Cover

    (Boston 1809 - Baltimora 1849) scrittore statunitense. La vita Figlio di attori girovaghi, fu accolto, a due anni, nella casa di un ricco mercante di Richmond, John Allan, che lo allevò senza adottarlo legalmente. Il difficile rapporto con questa figura paterna sostitutiva inasprì in P. il trauma dell’abbandono del padre e quello della morte precoce della madre, la cui immagine si fissò ossessivamente nella sua memoria inconscia. Nel 1815, in Inghilterra con gli Allan, iniziò gli studi, continuati al ritorno, nel 1820, prima a Richmond, poi, per breve tempo, all’università della Virginia. Accusato di debiti di gioco, si trasferì a Boston, dove pubblicò il primo volume di poesie, Tamerlano e altre poesie (Tamerlane and other poems,... Approfondisci
Note legali