L' ultima conquista di James Edward Grant - DVD

L' ultima conquista

Angel and the Badman

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: Angel and the Badman
Paese: Stati Uniti
Anno: 1947
Supporto: DVD

€ 8,99

Punti Premium: 9

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (3 offerte da 8,99 €)

Un fuorilegge ferito viene raccolto e curato da una famiglia di mormoni. Colpito dalla loro generosità e dal loro stile di vita, se ne va per non procurare loro dei guai.
  • Film in bianco e nero
  • Produzione: Passworld, 2010
  • Distribuzione: Terminal Video
  • Durata: 100 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 1.0 - mono);Inglese (Dolby Digital 1.0 - mono)
  • Lingua sottotitoli: Italiano
  • Formato Schermo: 1,33:1
  • Area2
  • John Wayne Cover

    "Nome d'arte di Marion Michael Morrison. Attore statunitense. Icona assoluta del western classico e protagonista ricorrente del cinema bellico dalla filmografia sterminata (oltre duecento titoli), personifica solidità morale, lealtà, patriottismo ed energico spirito d'azione: sintesi archetipica dei valori americani tra conflitto mondiale e guerra fredda. Promessa sportiva della University of Southern California, l'aitante «Duke», come era soprannominato, si mantiene facendo l'attrezzista alla Fox. È J. Ford, con cui stringe amicizia, a offrirgli le prime fugaci apparizioni (La casa del boia, 1928) e proporlo quale protagonista per Il grande sentiero (1929), epopea dell'Ovest di R. Walsh. Mutato il nome in J.W. affronta il western di serie B per Warner Bros e Monogram con ritmo alacre (dieci... Approfondisci
  • Gail Russell Cover

    Attrice statunitense. Assunta dalla Paramount quando ancora non ha alcuna esperienza, ottiene presto ruoli importanti riscuotendo molto successo negli anni '40 e '50. Tra le sue interpretazioni, da ricordare La corsa della morte (1945) di R. ­Walsh, La notte ha mille occhi (1948) di J. Farrow, Linciaggio (1950) di J. Losey e I sette assassini (1956) di B. Boetticher. Di carattere timido e insicuro, cede presto all'alcol. La sua immagine è rovinata a metà anni '50 quando, in seguito a vari arresti per guida in stato di ebbrezza e dopo uno scandaloso rapporto con J. Wayne, subisce gli attacchi della stampa e dell'opinione pubblica. È stata trovata morta nel suo appartamento, vittima di un collasso, a trentasei anni. Approfondisci
  • Harry Carey Cover

    Propr. Henry DeWitt C. II, attore statunitense. Dopo l'esordio sul palcoscenico con un testo scritto da lui stesso, entra nel mondo del cinema nel 1909, interpretando una serie di cortometraggi di D.W. Griffith. Il successivo, felice sodalizio con l'esordiente J. Ford si traduce in più di 25 film, e fa di lui il simbolo dell'uomo rude ma di grande umanità, oltre che una delle prime star del grande schermo. Con l'avvento del sonoro passa a ruoli secondari, ottenendo una nomination all'Oscar per Mister Smith va a Washington (1939) di F. Capra. In segno di gratitudine, J. Ford gli dedica In nome di Dio (1948), definendolo «stella splendente del primo firmamento western» e J. Wayne gli rende omaggio copiandone la particolare gestualità. Approfondisci
Note legali