Gli ultimi passi del sindacone

Andrea Vitali

Editore: Garzanti Libri
Anno edizione: 2018
In commercio dal: 6 settembre 2018
Pagine: 239 p., Rilegato
  • EAN: 9788811601715

20° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Narrativa italiana - Moderna e contemporanea (dopo il 1945)

pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione

Ha un fisico ingombrante e una strana mania per le giunte comunali: qualcuno sospetta che nasconda un segreto.

Attilio Fumagalli è un uomo pingue, anzi di più, soffre di obesità androide, nel senso che il grasso ce l’ha tutto attorno all’addome. Cinquant’anni, sposato con Ubalda Lamerti, senza figli, esercita in proprio la professione di ragioniere. Per vincere quel senso di vuoto che a volte lo aggredisce, più che per uno slancio ideale, si è dato alla politica nelle file della Democrazia Cristiana e sfruttando il giro della propria clientela è riuscito a farsi eleggere sindaco di Bellano. Per tutti, e per ovvie ragioni, lui è il Sindacone. L’attività istituzionale non lo occupa più di tanto. Oltre al disbrigo delle formalità correnti, riunisce la giunta ogni due mesi, due mesi e mezzo. Ultimamente, però, sotto questo aspetto, il Sindacone sembra aver impresso una svolta. Convoca la giunta ogni dieci giorni, a volte anche ogni settimana. Una voce o due all’ordine del giorno, una mezz’oretta di riunione e ciao. Ma oggi, 22 dicembre 1949, ha superato ogni limite: ha indetto una riunione per la sera della Vigilia di Natale. Per discutere di cosa? Di niente. Per scambiare gli auguri. E a più di uno dei consiglieri che si sono visti recapitare a mano la convocazione è saltata la mosca al naso. Per dirla tutta, al geometra Enea Levore è venuto il preciso sospetto che sotto a quella frenesia si nasconda qualcosa. Ma cosa? Basterebbe chiederlo al vicesindaco Veniero Gattei, se quello non tenesse la bocca rigorosamente cucita.

Con Gli ultimi passi del Sindacone torna sulla scena la Bellano del primo dopoguerra, di cui Andrea Vitali sa mettere in luce la voglia di riscatto, il frettoloso antifascismo esibito senza vergogna, gli appetiti della carne simbolo della voglia di vita che sta rianimando l’intero Paese, ma senza tralasciare quei piccoli segreti che rendono più sapido il tran tran quotidiano, e la lettura dei suoi romanzi una godibilissima compagnia.

€ 15,81

€ 18,60

Risparmi € 2,79 (15%)

Venduto e spedito da IBS

16 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Ombretta

    13/11/2018 12:24:03

    Il solito Vitali.

  • User Icon

    marco errico

    15/10/2018 10:35:28

    Ho letto tutti i libri dell'autore e ritengo che sia uno dei piu bei romanzi. Molto accurato

  • User Icon

    Claudio

    10/10/2018 17:36:10

    Già meriterebbero il massimo le ultime pagine con l'indicazione di tutti i personaggi. Ma dove va a trovare i nomi Andrea Vitali? Il sindacone del titolo è alto un metro e sessanta, pesa più di un quintale e ha due piedini, addirittura uno più piccolo dell'altro. E' apprezzato in tutto Bellano e ben voluto. La vigilia di Natale ha convocato un consiglio di giunta per poter poi andare a trovare la sua nuova fiamma, una delle due gemelle che durante la guerra si sono divise. una con i partigiani e una con le brigate nere. La prima era finita sucecssivamente in Liguria al seguito delle promesse di un partigiano che invece poi l'aveva costretta alla prostituzione. L'altra, rapata a zero dopo la Liberazione, era rimasta in paese e anche lei non disdegnava di guadagnare qualcosa nella stessa maniera della sorella. Ma qualcosa va storto: il sindacone, proprio sul più bello, muore. E tocca così al vice sindaco e ad un altro assessore, il pizzicagnolo, a portare il cadavere del sindacone in municipio e "trovarlo" là. Il contorno di vari personaggi rende ancora più godevole questo lavoro di Vitali.

  • User Icon

    Pettirossoverde

    08/10/2018 12:58:23

    Ancora una volta un grande Vitali, forse la massima espressione della narrativa italiana

  • User Icon

    Alinghi

    07/10/2018 14:49:49

    Solito immutabile Vitali...libro dalla storia semplice ma come sempre accattivante. Molto simile a storie precedenti che non lasciano traccia e si confondono nella memoria. Cambia il periodo ma non l'ambientazione, libro gradevole, rilassante che scorre via veloce...

  • User Icon

    Raffaele

    05/10/2018 08:08:11

    Sinceramente uno dei migliori Vitali. Più che la storia, verosimile, sono i personaggi caratterizzati in punta di penna nel loro intimo, stati d'animo, preoccupazioni ed emozioni. Ottima lettura

  • User Icon

    laSalaElena

    26/09/2018 16:24:46

    Eccoci di nuovo in quel di Bellano. È la vigilia di Natale del 1949, le persone si affrettano sotto i primi fiocchi di neve a raggiungere il calore e l’intimità delle proprie abitazioni, in un’atmosfera che ricorda un po’ quella del Canto di Natale di Dickens. Ma non tutti gli abitanti del paese sono destinati a godersi la tranquillità delle ore che precedono il Natale... I personaggi dai nomi apparentemente strampalati e dalle caratteristiche fisiche caricaturali che si muovono nel piccolo comune affacciato sul lago di Como, e le situazioni tragicomiche raccontate sono quelle a cui Andrea Vitali ci ha abituato da sempre. Basti pensare all’epiteto di “Sindacone” riferito al primo cittadino del paese, in virtù di una fisicità non particolarmente filiforme... o alla descrizione di un rocambolesco trafugamento, effettuato con il favore della Messa di mezzanotte, che ricorda molto da vicino la notte degli imbrogli dei Promessi sposi. Rispetto alla maggior parte della produzione “vitaliana”, in questo libro ho riscontrato qualcosa di nuovo. Le descrizioni dei paesaggi sono curate nei dettagli, a tratti poetiche, quasi come se la natura stessa fosse un personaggio silenzioso ma partecipe della narrazione. Inoltre, alcune delle vicende raccontate hanno una vena particolarmente amara e malinconica, e si percepisce da parte dell’autore una sorta di compassione rispetto alle miserie umane che hanno segnato i suoi personaggi. Voglio comunque tranquillizzare gli habitués di Andrea Vitali sul fatto che ritroveranno comunque la consueta pungente ironia e la genialità che lo contraddistinguono. Se conoscete già Andrea Vitali amerete anche questo libro. Se vi accostate all'autore per la prima volta, difficilmente rimarrete delusi.

  • User Icon

    Michele

    23/09/2018 19:45:09

    Questo autore non delude mai le aspettative. Una fantasia inesauribile che lascia il segno anche in questo libro. Da leggere e amare!

  • User Icon

    Martina

    22/09/2018 17:48:27

    Lettura un po noiosa ma ha il suo perchè.Scritto abbastanza bene e scorrevole

  • User Icon

    PATRIZIA

    21/09/2018 09:55:49

    NUOVI PERSONAGGI, STESSA ARMONIA! ROMANZO DOLCE ,DELICATO, CON UNO SPRUZZO DI MALINCONIA. DA NON PERDERE

  • User Icon

    maria giovanna

    18/09/2018 13:35:20

    Il mio conterraneo Vitali ( che ho anche visto più volte di persona alle sue affollatissime conferenze con i fan) sa inventare sempre nuove trame e personaggi deliziosamente intriganti

  • User Icon

    Claudio Ti

    15/09/2018 08:07:23

    Il nuovo romanzo di Vitali ripropone agli affezionati lettori la sua città di Bellano, con una storia del secondo dopoguerra. Al centro della trama è il personaggio del sindaco, con i suoi problemi e difetti, ma con la convinzione che la politica è un servizio da rendere alla comunità, senza ruberie o intrallazzi. I personaggi di questo romanzo sono tratteggiati con affettuosa ironia (come gli altri dello stesso Autore) ed animano una trama convincente, fatta di eventi e circostanze abbastanza avvincenti. Il mondo della provincia ha, per me, un fascino che l’Autore sa nutrire con i suoi racconti e che mi ha reso un suo assiduo lettore. Il libro non raggiunge i vertici dimostrati in alcuni dei precedenti romanzi, ma risulta godibile e scorrevole, per una lettura rilassata e piacevole.

Vedi tutte le 12 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione