L' ultimo amore è sempre il primo?

Tahar Ben Jelloun

Traduttore: E. Volterrani
Editore: Bompiani
Edizione: 6
Anno edizione: 2014
Formato: Tascabile
In commercio dal: 11 febbraio 2004
Pagine: 161 p., Brossura
  • EAN: 9788845201257
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 4,59
Descrizione
Le storie che si trovano in questo libro raccontano il disequilibrio e i malintesi tra l'uomo e la donna arabi. Come scrive l'autore "il primo amore è sempre l'ultimo. Nel mio paese c'è qualcosa di spezzato nelle relazioni tra l'uomo e la donna." Ben Jelloun è nato a Fès (Marocco) nel 1944 ma da molti anni vive in Francia, a Parigi. In Italia è conosciuto da tempo per il suo forte impegno personale, sociale e politico che si esprime anche nell'opera narrativa.

€ 7,22

€ 8,50

Risparmi € 1,28 (15%)

Venduto e spedito da IBS

7 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    silvia

    09/07/2006 19:16:41

    Racconti piacevolissimi, di grandi atmosfere, che si leggono senza fatica. Ben Jelloun ha la capacità di divertire il lettore senza rendere mai pesanti o noiose le sue descrizioni. Grande scrittore.

  • User Icon

    Isla

    31/10/2005 12:56:59

    Il libro indaga,attraverso racconti simili per tono a fiabe orientali ma anche alle novelle del Decameron, sul sentimento amoroso così come viene vissuto nel mondo arabo. Dell'amore viene preso in considerazione soprattutto l'aspetto erotico, legato alla pulsione sessuale e al desiderio. E' un libro intriso di amarezza: donne e uomini sembrano parlare un linguaggio dei sentimenti così diverso da non comprendersi l'uno con l'altra, la solitudine e la violenza spesso dominano i rapporti tra i due sessi e l'incomunicabilità contraddistingue l'atto amoroso privandolo del suo calore e della sua grandezza.Come altri romanzi di questo Autore , il fascino dell'opera è tutto nella descrizione di atmosfere e spaccati di vita quotidiana molto distanti dai nostri e, per questo, molto seducenti.

Scrivi una recensione