L' ultimo giro della notte

Michael Connelly

Traduttore: A. Colitto
Editore: Piemme
Anno edizione: 2018
In commercio dal: 11 settembre 2018
Pagine: 372 p., Rilegato
  • EAN: 9788856664379

nella classifica Bestseller di IBS Libri - Narrativa straniera - Thriller e suspence - Thriller

pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Disponibile anche in altri formati:
Descrizione

In una Los Angeles nera come non mai, Michael Connelly ambienta una nuova, maestosa storia, intrecciando più casi e soprattutto presentandoci un nuovo personaggio

«Non c'è dubbio che Michael Connelly sia un maestro assoluto del thriller. E L'ultimo giro della notte non fa che confermarlo in modo spettacolare.»The Huffington Post

«Connelly presenta un nuovo, straordinario personaggio: la detective Renée Ballard. È nata una nuova stella.»The New York Times

«La scarica di adrenalina adesso era una locomotiva in corsa nelle sue vene. Nel profondo di sé, Renée Ballard sapeva che era per via di momenti come questo che non avrebbe mai mollato, qualsiasi cosa dicessero di lei, in qualsiasi turno la obbligassero a lavorare.»

La polizia di Los Angeles non è stata gentile con Renée Ballard: ex reporter di nera, è entrata in polizia stufa di scrivere di crimini, e impaziente di risolverne qualcuno, e in poco tempo è diventata detective alla Omicidi. Ma poi qualcosa è andato storto. E adesso la detective Ballard è relegata al turno di notte, insieme al collega Jenkins, a godersi dagli scomodissimi posti in prima fila quello che in polizia chiamano "l'ultimo spettacolo". Ciò che di peggio la notte losangelina ha da offrire. Qualunque cosa accada, però, alle sette del mattino il turno finisce: l'ultimo giro di ruota della notte non consente mai ai detective dell'"ultimo spettacolo" di vedere un crimine risolto, di seguire un caso fino alla fine. E così anche questa notte. Un travestito picchiato selvaggiamente, trovato sul lungomare in punto di morte; una cameriera aspirante attrice freddata sul pavimento del Dancers, un locale di Hollywood. Ballard e Jenkins sono subito sulle scene del crimine. Ma stavolta Renée, che non è famosa per l'amore delle regole, decide di fregarsene delle procedure: perché dietro i due crimini ha intravisto più che un casuale scoppio di violenza. In una Los Angeles nera come non mai, Michael Connelly ambienta una nuova, maestosa storia, intrecciando più casi e soprattutto presentandoci un nuovo personaggio - destinato a incontrarsi presto anche con Harry Bosch -, una detective tosta, solitaria e dalla corazza durissima. Una che non ha nessuna intenzione di mollare.

€ 16,92

€ 19,90

Risparmi € 2,98 (15%)

Venduto e spedito da IBS

17 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    rosanna

    17/11/2018 09:29:26

    Bellissimo giallo appassionante protagonista una donna poliziotto non più Bosh bello consigliato da non perdere

  • User Icon

    Roberto

    13/11/2018 18:55:36

    Connelly è sempre stato incapace di deludermi ed anche con questo libro e con un nuovo protagonista, la Renèe Ballard, non l'ha fatto. Certo, mi è dispiaciuto non ritrovare l'amico Harry Bosch, ma anche Renèe è davvero un bel personaggio. Libro da leggere tutto d'un fiato.

  • User Icon

    Teresa

    03/11/2018 14:46:49

    È il mio primo libro scritto da Connelly. Devo dire che sicuramente non sarà l ultimo. Niente di scontato. Da leggere

  • User Icon

    maurizio crispi

    23/10/2018 06:42:15

    Decisamente degno di nota questo nuovo personaggio di Michael Connelly: una stella nascente, si potrebbe dire. Renée Ballard, di origini hawaiane, è approdata al LAPD e, per una serie di vicissitudini che il lettore apprenderà in seguito, è - al momento dell'incipit - inserita nel turno di notte, chiamato dagli stessi poliziotti e detective "the late show". Si tratta di un turno duro e che dà poche soddisfazioni, dal momento che i detective chiamati sulla scena del crimini di rado possono proseguire con le indagini sui casi per cui sono in prima battuta intervenuti e lo devono passare a quelli che lavorano la mattina. Ballard è forte, determinata, sa quel che vuole e, avendone l'opportunità, non si tira indietro, portando avanti personalmente le indagini malgrado le difficoltà e contemporaneamente lottando con tutto il suo orgoglio contro la burocrazia e le antipatie personali indirizzate a lei, all'interno del corpo di polizia. Con questo romanzo, Connelly ci mostra con precisione di dettagli una faccia del funzionamento del sistema poliziesco di LA che ancora non ci aveva dato modo di conoscere, ma come ha mostrato in molteplici occasioni con Bosch, anche qui si evidenzia come il bravo detective deve essere capace non soltanto di seguire il suo fiuto, ma anche essere eccellente nel costruire un caso "solido", cioè fondato oltre che su prove indiziarie anche su evidenze inoppugnabili, raccolte in modo preciso, accorto e documentabile. Ballard, pur con il modus operandi che abbiamo imparato a conoscere e ad apprezzare con Bosch, si espone coraggiosamente e affronta anche dei pericoli per dimostrare le sue tesi. Come in altri romanzi di Connelly le indagini si intersecano e il ritmo si fa via via più incalzante, man mano che l'indagine procede. Non mi ha deluso. Ed è un buon romanzo per entrare nell'universo narrativo di Connelly. Chi arriva a Bosch adesso, potrebbe essere scoraggiato dallo spessore della sua storia passata ed entrare quindi un po' in confusione.

  • User Icon

    silviag75

    22/10/2018 16:12:12

    Per il miglior Connelly in assoluto (ed ho letto tutte le opere tradotte in italiano). La detective Ballard é un gran personaggio e non vedo l'ora di poter leggere nuovamente una sua avventura.

  • User Icon

    Nino

    15/10/2018 15:45:11

    La nuova detective Ballard non fa rimpiangere Harry Bosch ormai andato in pensione. Grande thriller

  • User Icon

    Giovanni

    09/10/2018 06:45:41

    Capolavoro. Mi aggiungo anche io alla schiera degli amanti di questo libro. La protagonista è meravigliosa, intensa e piena... La storia bellissima e con un finale emozionante. Grazie Michael....

  • User Icon

    Malunacio

    29/09/2018 14:29:52

    CAPOLAVORO. È banale iniziare così una recensione ma questo è: UN CAPOLAVORO. Michael Connelly, autore ampiamente bistrattato qui da noi, dipinge pennellata dopo pennellata un intenso thriller. Di quelli puri. Come una boccata d'aria fresca Connelly descrive personaggi, atmosfere, ambientazioni nel suo modo semplicemente pulito, realistico, giornalistico, cinematografico e ci presenta Renèe Ballard, nuovo ed entusiasmante personaggio. Lo scrittore poi, prendendoci per mano, ci accompagna alla scoperta del mondo di Ballard, interiore ed esteriore, in un triplo giallo a più strati. In una selva di "romanzi" sempre più banali e stereotipati, e banalmente commerciali, questo di Connelly brilla come punto di riferimento per una stagione di thriller, non più anonimi e ripetitivi, ma per il suo mix di innovazione e nello stesso modo di semplice riscoperta del piacere di leggere e scrivere. Grazie all'autore per questa grande piccola perla.

  • User Icon

    Mario

    23/09/2018 21:20:11

    Non è il migliore fra tutti i racconti, ma il detective Bosch rimane una garanzia

  • User Icon

    Gianni

    23/09/2018 15:17:49

    Il romanzo di Connelly con la sua prima detective femminile, Renee Ballard, è anticonvenzionale, lucido e così ben scritto, da presentarsi come una lettura accattivante. La carriera dell'eroina profondamente imperfetta è essenzialmente un alter ego a quella di Harry Bosch. Come Harry, Renee è un detective dedicato con una vita personale travagliata e solitaria. Non sta solo combattendo i demoni del suo passato (in particolare la morte di suo padre), ma sta anche combattendo nel momento in cui è entrata in conflitto con la burocrazia della polizia di Los Angeles ed è stata assegnata al turno di notte. Poi c’è il tenente Robert Olivas. Ha una brutta storia con lui, una storia che l'ha approdata alla Hollywood Division con il suo nuovo socio, John Jenkins, un veterano di 25 anni. La forza di Connelly è saper raccontare il tutto in una sorta di narrativa piatta e asciutta con una metafora minimale, che ricorda gli articoli di un giornale di stampa. Connelly eccelle nel sezionare le intricate e dettagliate procedure politiche della LAPD, oltre a tenere il lettore concentrato sui piccoli dettagli dei personaggi di supporto. Dalla difficile guarigione di Ramona, alle lotte di Jenkins con la moglie colpita dal cancro, all'avvocato amichevole che aiuta Renee a tracciare il suo principale sospettato, Thomas Trent, il venditore di auto che lavora presso un concessionario Acura su Van Nuys Boulevard; Renee scende in qualcosa di oscuro e spaventoso dove è costretta a combattere per la sua vita. La frustrazione e il dolore di Renee sono condivisi dal lettore mentre affronta la deprimente consapevolezza che le sue indagini si stanno bloccando su tutti i fronti. Violenza e inganno sono ovunque, riflettendo una versione del mondo reale del mondo sotterraneo della LAPD. Anche se veniamo travolti nella vita di Renee, c'è speranza per domani. Sono sicuro che Connelly probabilmente regalerà un altro episodio della sua coraggiosa, tormentata eroina in molti altri conflitti sconvolgenti

  • User Icon

    Paolo

    22/09/2018 17:48:16

    Dopo decine di romanzi, letti e apprezzati, di Michael Connelly con protagonista maschile, finalmente con quest'ultima opera ci regala Renèe Ballard, una detective dal carattere solitario. Ci accompagnerà in una storia torbida, ricca di casi da dipanare e di violenza come era da un po’ di tempo che non leggevo. Solita buona descrizione di personaggi, atmosfere, ambientazioni con uno stile pulito, realistico, giornalistico, cinematografico. Bel thriller che consiglio di leggere, anche a chi si avvicina per la prima volta a questo scrittore.

  • User Icon

    Filippo

    22/09/2018 13:44:30

    Una donna che sveste i panni della reporter di cronaca nera per arruolarsi nella polizia. I casi lei li vuole risolvere. Finisce invece a pattugliare di notte Los Angeles. Un ruolo che le sta stretto. Ma stanotte non sarà come le altre. C' è quel tanto che basta, per non rispettare il suo ruolo e indurla ad andare ben oltre l' incarico assegnato.

  • User Icon

    Alice

    21/09/2018 19:25:18

    questo libro, a mio parere scritto molto bene, rende giustizia all'autore Connelly, giá acclamato per altri precendenti scritti. Da leggere tutto d'un fiato.

  • User Icon

    serena

    20/09/2018 12:35:50

    Sorprendente ed emozionante in ogni riga, adoro i personaggi e amo l'autore del libro

  • User Icon

    Virginia

    19/09/2018 21:27:19

    Per chi non conoscesse Michael Connelly, credo potrebbero bastare i primi due capitoli (una ventina di pagine in tutto) per farsene un’idea. Il modo con cui Connelly riesce a descrivere personaggi, atmosfere, ambientazioni è così semplicemente pulito, realistico, giornalistico, cinematografico che ci spiega come i suoi romanzi, possano diventare facilmente una “dipendenza narrativa”. Dopo un considerevole numero di romanzii nei quali giganteggia il detective Harry Bosch, eccolo alle prese con un nuovo personaggio Renèe Ballard (per onorare il gentil sesso...Lo aveva già fatto in "Vuoto di Luna") una detective che ci regala , da protagonista, una storia torbida ricca di casi da dipanare e di violenza come era da un po’ di tempo che non leggevo. Chi scrive ha letto tutti i romanzi di Connelly , che comunque, anche se con fasi alterne, non lo ha mai deluso. Questo “ L’ultimo giro della notte” si colloca tra i migliori: sicuramente un gran bel thriller. L’unico neo che potrei muovere è che Ballard è un po’ troppo Bosch al femminile: troppo simile al grande Harry come personalità e intelligenza investigativa e nell’emarginazione nell'ambito lavorativo. In questi giorni esce in USA il nuovo romanzo di Connelly (Dark sacred night), nel quale Ballard e Bosch lavoreranno assieme: lo attendo con curiosità ( fra un anno? Visto che c'è in mezzo un'altro romanzo, Two kids of truth, da tradurre) per vedere come i due interagiranno. Le premesse sono che Ballard (anche per motivi anagrafici) sarà il nuovo Bosch di Connelly. P.S. Bella Ballard anche nella sua veste solitaria (con il cane Lola) di surfista che ricorda i personaggi della “La pattuglia dell'alba" (bellissimo romanzo di Don Winslow (da leggere)

  • User Icon

    Giulia

    18/09/2018 19:35:15

    Mi è piaciuto moltissimo!

  • User Icon

    maria giovanna

    18/09/2018 13:28:52

    Il detective Bosch è sempre una garanzia

  • User Icon

    furetto60

    18/09/2018 07:24:14

    Forse con Bosch che, quasi (quasi) fuori dai giochi, anzianotto, i primi acciacchi, la soluzione migliore era ricominciare da capo. Sangue fresco, nuova linfa. Ed ecco Ballard. Il romanzo non è male, riuscito il colpo di scena finale, però manca quell’insieme complicato ed epico del miglior Connelly. Anche qui, come in certe ultime indagini di Bosch, si seguono più indagini che io, magari erroneamente, mi sarei atteso avessero un collegamento più solido che non un mero contribuito utile a delineare il profilo del nuovo personaggio, perché messa così da più l’idea di voler mostrare come funzionano le cose all’interno del LAPD e nelle strade di LA, il che può essere interessante fino a un certo punto.

Vedi tutte le 18 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione