Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

L' ultimo reduce: Aldo Luciani. Memorie di un prigioniero nei Balcani - Roberto Andreuccetti - copertina

L' ultimo reduce: Aldo Luciani. Memorie di un prigioniero nei Balcani

Roberto Andreuccetti

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Anno edizione: 2019
In commercio dal: 8 luglio 2019
Pagine: 104 p., ill. , Brossura
  • EAN: 9788832870756
Salvato in 3 liste dei desideri

€ 13,30

€ 14,00
(-5%)

Venduto e spedito da Multiservices

spinner

Disponibile in 10 gg lavorativi

Solo 2 copie disponibili

+ 5,50 € Spese di spedizione

Quantità:
LIBRO

€ 13,30

€ 14,00
(-5%)

Punti Premium: 13

Venduto e spedito da IBS

spinner

Disponibile in 5 gg lavorativi

Quantità:
LIBRO

Altri venditori

Mostra tutti (6 offerte da 13,30 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

La prigionia di Aldo Luciani nel campo di concentramento di Bor, una località situata nel sud est della Serbia, fu una autentica tortura; la vita era resa impossibile dalla fame, dalle malattie e dalla crudezza dei metodi di sorveglianza adottati degli uomini delle SS. Dopo un anno di internamento e di sofferenze nel lager serbo, finalmente l'esercito dell'Armata Rossa arrivò a cacciare i tedeschi e a liberare i prigionieri italiani, che non vennero però rimpatriati, ma dovettero sopportare un nuovo periodo di detenzione in un campo di lavoro situato alla periferia della città di Izmail, un grosso centro alle foci del Danubio, tra la Moldavia e la Romania. Dopo numerose peripezie, nell'ottobre del 1945 Aldo Luciani venne finalmente liberato e potè intraprendere il lungo viaggio che lo riportò in Italia. Gli eventi che hanno visto protagonista questo giovane poco più che ventenne, durante due diversi periodi di internamento, permettono di fare un raffronto fra i metodi di privazione della libertà propri dei tedeschi e quelli dei russi, nonché fra la diverse psicologie dei carcerieri.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Note legali
Chiudi