Underground. Racconto a più voci dell'attentato alla metropolitana di Tokyo

Haruki Murakami

Traduttore: A. Pastore
Editore: Einaudi
Collana: Gli struzzi
Anno edizione: 2003
Pagine: 447 p.
  • EAN: 9788806165215
Disponibile anche in altri formati:

€ 16,15

€ 19,00

Risparmi € 2,85 (15%)

Venduto e spedito da IBS

16 punti Premium

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    farfallina

    21/09/2015 15:17:25

    è un libro che ho letto volentieri come quasi tutti i libri di marakami; il linguaggio è scorrevole nonostante tratti un argomento niente affatto scorrevole. Mi ha impressionato molto la seconda parte del libro dove lo scrittore intervista i seguaci (e gli ex seguaci) del culto Aum, e anche io mi sono domandata come possano certe persone , magari anche con una certa cultura e posizione sociale prestigiosa, lasciarsi attrarre da queste sette religiose, sperando cosi di dare un significato piu profondo alla propria vita; nella maggior parte dei casi sono quasi tutte persone attratte dallo spirituale sin da bambini e che forse si portano dentro qualche ferita mai rimarginata, ma murakami avverte che noi tutti potremmo far parte di questa schiera perchè il muro che divide la nostra vita quotidiana con un culto religioso è sottilissimo; d'altra parte le religioni le abbiamo inventate noi, esseri umani, sin dagli albori della vita su questo pianeta, per salvaguardare il nostro spirito e sentirci cosi meno soli, ma il piu delle volte , purtroppo, quasi tutte hanno portato in se anche il germe della violenza

  • User Icon

    pier

    06/01/2011 18:48:31

    "il dolore provato davanti a queste scene è molto più forte della collera e dell'odio nei confronti dei colpevoli" dolore, paura, odio, solidarietà, responsabilità del lavoro, ecc. sono temi trattati in maniera assolutamente semplice perchè manifestazioni di situazioni vissute, reali, tangibili la lettura è molto scorrevole e piacevolmente coinvolgente anche se a volte angosciante chi ama un certo tipo di cultura giapponese non può non leggerlo

  • User Icon

    gianni

    10/06/2010 17:34:12

    Finalmente è tornato sugli scaffali delle librerie questa altra prova di Murakami. Era l’ultimo libro di lui che mi mancava de leggere. Al contrario degli altri suoi libri questo non è un romanzo e nemmeno una raccolta di racconti ma è una raccolta di resoconti di sopravissuti all’attentato con gas nervino nella metropolitana di Tokyo del 1995. La parte dei racconti dei sopravvissuti è agghiacciante: quello che devono avere passato è sicuramente qualcosa al limite della sopportazione umana; vi sono persone che si sono portate dietro i postumi dell’intossicazione per mesi se non per anni. Alla attuale versione italiana è aggiunta poi una seconda parte in cui Murakami ha intervistato alcuni membri, o ex membri, della setta responsabile dell’attentato. Da tutto l’insieme, e considerate che lo scopo di Murakami non è quello di dare giudizi o di condannare nessuno, emerge un quadro in cui sicuramente le responsabilità individuali ci sono e sono da condannare, però la struttura che ha assunto attualmente la società giapponese, ma potrei dire più in generale anche la società occidentale, non mette al riparo da rischi di questo tipo. Una conferma clamorosa di questa teoria, anche se l’attentato in questo caso ha avuto una matrice diversa, si è avuta con l’attentato alle torri gemelle di New York, con il fondamentalismo islamico e secessionistico nei paesi dell’ex Unione Sovietica, ecc.. Libro molto interessante, molto ben scritto, come è solito fare Murakami. Ne consiglio caldamente la lettura a tutti.

  • User Icon

    robe

    23/05/2006 01:20:29

    come da sottotitolo, "racconto a più voci dell'attentato alla metropolitana di tokyo", underground è un reportage sull'attentato al sarin del 1995, nel quale per mano di una setta chiamata aum è stato sparso gas tossico su alcuni treni della metropolitana di tokyo durante l'ora di punta. una dozzina di persone sono morte e migliaia sono rimaste intossicate. nella prima parte del libro le interviste ai sopravvissuti e in alcuni casi ai parenti delle vittime sono spesso impressionanti, e in certe occasioni davvero scioccanti. la seconda parte è dedicata alle interviste ad alcuni seguaci della setta, che raccontano la loro esperienza di adepti. molto interessante, crudo quando serve, tra le righe emerge un appassionante spaccato del giappone frenetico della capitale raccontato dalle persone intervistate quasi sottovoce da murakami.

  • User Icon

    dubh

    19/07/2004 18:04:48

    Angosciante, ma da leggere...

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione