The Unfortunate Traveller

The Unfortunate Traveller

Thomas Nashe

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Thomas Nashe
Formato: EPUB
Testo in en
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 130,18 KB
  • EAN: 9786050418835
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 2,99

Punti Premium: 3

Venduto e spedito da IBS

EBOOK INGLESE
Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Thomas Nashe ( 1567 – c. 1601) is considered the greatest of the English Elizabethan pamphleteers. He was a playwright, poet, and satirist. He is best known for his novel ‘The Unfortunate Traveller. The Unfortunate Traveller: or, the Life of Jack Wilton (published The Unfortunate Traueller: or, The Life of Iacke Wilton) by Thomas Nashe (1594) is a picaresque novel set during the reign of Henry VIII of England. In this rollicking and stylistically daring work of prose fiction, Nashe's protagonist Jack Wilton adventures through the European continent and finds himself swept up in the currents of sixteenth-century history. Episodic in nature, the narrative jumps from place to place and danger to danger. Jack begins his tale among fellow Englishmen at a military encampment, where he swindles his superiors out of alcohol and money, framing others as traitors. Commenting by the way on the grotesque "sweating sickness," Jack arrives in Munster, Germany, to observe the massacre of John Leyden's Anabaptist faction by the Emperor and the Duke of Saxony; this brutal episode enables Nashe to reflect on religious hypocrisy, a theme to which he frequently returns...
  • Thomas Nashe Cover

    (Lowestoft, Suffolk, 1567 - Londra 1601) scrittore inglese. Proveniente dal St. John’s College di Cambridge, fu tra i più brillanti «university wits» elisabettiani (intellettuali di formazione universitaria), e venne detto l’«Aretino inglese». Con satire e libelli partecipò alle polemiche religiose e letterarie del tempo, attaccando i puritani, le superstizioni popolari (L’anatomia dell’assurdità, The anatomie of absurditie, 1589), e alcuni scrittori contemporanei. Tra le satire, la più nota è la Supplica al diavolo di Pietro Senzaunsoldo (Pierce Pennilesse his supplication to the devil, 1592), dove N. passa dalla impietosa rassegna di vizi e follie del suo tempo alla difesa dei teatri londinesi. Scrisse anche un romanzo picaresco, Il viaggiatore sfortunato (The unfortunate traveller, 1594),... Approfondisci
| Vedi di più >
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali