Unsane (DVD)

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Paese: Stati Uniti
Anno: 2018
Supporto: DVD
Salvato in 14 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (5 offerte da 9,99 €)

Sawyer Valentini lascia la sua città per sfuggire ai fantasmi che la perseguitano. È vittima di stalking e decide di affidarsi a uno specialista. Da quel momento tutto sembra precipitare.
4
di 5
Totale 4
5
1
4
2
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Pamato99

    21/04/2020 15:44:01

    Senza dubbio uno dei migliori film di Steven Soderbergh, girato con un telefono in maniera perfetta. La storia è intrigante e inquietante, vista anche la denuncia della scandalosa situazione sanitaria americana. La protagonista recita perfettamente e lo spettatore riesce ad empatizzare con lei, capendone il punto di vista. La regia è magistrale, i movimenti di macchina sono incredibili e calibrati al millimetro e inoltre la scelta del 4:3 è azzeccata e dà ancora di più l'idea di chiusura e paranoia della ragazza. Il finale è bellissimo e l'ultimo minuto è da brividi, dunque molto poco è criticabile di quest'opera del troppo spesso maltrattato Soderbergh.

  • User Icon

    Ferdinando

    22/09/2019 12:01:23

    Si potrebbe cercare in Unsane un tentativo di denunciare il sistema sanitario americano, già bersaglio di altri film di Soderbergh come Contagion e Effetti collaterali, però è un tema che resta in secondo piano, non diventando mai di grande rilievo. Unsane è un thriller-horror a basso budget, come alcune delle recenti produzioni targate Blumhouse, ad esempio Get Out o The Visit. Con un budget di poco più di 1 milione e mezzo di dollari, una troupe molto ridotta e occupandosi lui stesso della direzione della fotografia e del montaggio del film (realizzato sul suo portatile), Soderbergh ha cercato di dimostrare come il girare un film sia, potenzialmente, ormai alla portata di tutti.

  • User Icon

    Alessius23

    20/09/2019 18:21:46

    Uno dei film meno conosciuti di Steven Soderbergh, ma un film eccellente. Ottima interprete (Claire Foy) per un film claustrofobico.

  • User Icon

    Bookworm

    07/11/2018 18:04:20

    Carino il fatto che l'abbiano girato tutto con uno smartphone, e questo spiega le inquadrature strane. Un po' deludente il finale.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente

‘Unsane’, nei meandri della mente

Soderbergh da quando ha annunciato la fine della sua carriera sforna solo piccoli capolavori, come questo film, girato interamente con iPhone 7 plus.

Un film sui meandri delle menti malate, ferite a morte, strumentalizzate, devastate, sopravvissute. Un lavoro profondo sulla paranoia, sulla forza di chi lotta e sa che potra` vincere la guerra, ma dei suoi orrori rimarra` vittima.

Un lavoro sulle identita` che siamo costretti a indossare, che nascondiamo, reprimiamo. Unsanee` un’opera coraggiosa, a livello narrativo e visivo – e` girato interamente con iPhone 7 plus, dai grandangoli alle impietose inquadrature della protagonista Claire Foy. Soderbergh, che voleva firmare con uno pseudonimo, da quando ha annunciato la fine della sua carriera sforna solo piccoli capolavori, quasi si fosse liberato da un peso e abbia ritrovato la liberta` di racconto degli inizi, la volonta` di spaziare tra temi, generi, visioni.

Quest’opera si fonda sul talento e la sensibilita` di un cineasta capace di sondare l’animo femminile e i suoi abissi, e dà vita a un thriller che unisce complotti e inchieste, i vicoli ciechi della mente di vittime e carnefici, uno sguardo insano, ma lucidissimo su una comunita` di emarginati. C’e` dentro Hitchcock come Carpenter in questo film, c’e` la denuncia contro

lo stalking e l’indagine sui cittadini al di sopra di ogni sospetto che ci camminano accanto ogni giorno.

 

Soderbergh sfida se stesso con un thriller sull'instabilità mentale di una vittima di stalking, girato con un iPhone

Trama

Sawyer Valentini è una giovane donna, vittima di stalking, che lascia Boston per la Pennsylvania in cerca di una nuova vita. Ma il nuovo lavoro non è l'affascinante opportunità che si aspettava, nella nuova città non si sente mai al sicuro, il passato la perseguita. Così decide di consultare una specialista, ma si ritroverà involontariamente sottoposta a un trattamento presso l'Highland Creek Behavioral Center. Nella clinica psichiatrica si ritrova faccia a faccia con la sua più grande paura: ma è reale o solo frutto della sua mente? Nessuno sembra credere alle sue parole e di fronte ad autorità incapaci o riluttanti ad aiutarla, Sawyer è costretta ad affrontare da sola i fantasmi del passato.

  • Produzione: 20th Century Fox Home Entertainment, 2018
  • Distribuzione: The Walt Disney Company Italia
  • Lingua sottotitoli: Italiano; Inglese
  • Formato Schermo: 2,40:1
  • Area2
  • Steven Soderbergh Cover

    "Propr. S. Andrew S., regista statunitense. Autore di punta dell'ultima generazione di cineasti americani, ottiene grande popolarità con il suo esordio alla regia: Sesso, bugie e videotape (1989), film indipendente che racconta in maniera eccentrica la crisi della famiglia americana, ottenendo la Palma d'oro al Festival di Cannes e un notevole riscontro critico anche grazie alle riflessioni metalinguistiche di cui è disseminato. Il successivo Delitti e segreti (1991) recupera esplicitamente atmosfere kafkiane e unisce un solido senso della narrazione ad alcuni esperimenti visivi di sicuro effetto; l'insuccesso di questo ambizioso progetto toglie visibilità ai suoi (peraltro trascurabili) film seguenti e il suo nome torna alla ribalta solo nel 1998 grazie alla commedia d'azione Out of Sight.... Approfondisci
  • Amy Irving Cover

    Attrice statunitense. Interprete dallo sguardo penetrante, è più nota per il matrimonio con il regista S. Spielberg, durato dal 1985 al 1989, che per il suo versatile talento. Debutta con B. De Palma in Carrie - Lo sguardo di Satana (1976) e subito dopo ancora in Fury (1978). Nel 1983 ottiene una nomination all'Oscar per Yentl (1983) di B. Streisand. Tra i suoi film successivi Harry a pezzi (1997) di W. Allen e Traffic (2000) di S. Soderbergh. Approfondisci
Note legali