Uomini contro

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Paese: Italia
Anno: 1970
Supporto: DVD
Salvato in 57 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (11 offerte da 8,90 €)

Durante la prima Guerra Mondiale i soldati del generale Leone, dopo aver conquistato una cima strategicamente indispensabile, nonostante le numerose perdite ricevono l'ordine di abbandonarla. Poi l'ordine cambia e gli uomini devono nuovamente conquistare la vetta a costo della vita. Stanchi di essere mandati al massacro alcuni soldati organizza una protesta. Il generale Leone ordina che vengano decimati. Neppure i due ufficiali Ottolenghi e Sassu riusciranno ad impedire un inutile massacro.
4,67
di 5
Totale 3
5
2
4
1
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Sergente

    13/05/2020 21:29:10

    Uomini contro è un film del 1970 diretto da Francesco Rosi, liberamente ispirato al romanzo di Emilio Lussu Un anno sull'Altipiano. Ambientato nella prima guerra mondiale, quest'opera, di impronta pacifista e antiautoritaria, mette in luce la follia della guerra, e descrive impietosamente l'impreparazione e l'arroganza dei comandanti militari italiani. A proposito di questo film ha dichiarato il regista Francesco Rosi:

  • User Icon

    Alessio

    13/05/2020 10:26:02

    Uomini contro è un film del 1970 diretto da Francesco Rosi, liberamente ispirato al romanzo di Emilio Lussu Un anno sull'Altipiano. Ambientato durante la prima guerra mondiale, quest'opera, di chiara impronta pacifista e antiautoritaria, mette in luce l'assurdità della guerra. Insieme a Orizzonti di gloria di S. Kubrick, Uomini contro è uno dei film più rappresentativi della sensibilità antimilitarista e pacifista presente nella cineteca storica del mondo del cinema. Il film riesce a toccare temi essenziali, spesso misconosciuti dalle istituzioni, temi che demitizzano i successi territoriali avvenuti nella prima guerra mondiale mostrandone l'immane e spesso inutile sacrificio di vite umane in zone dirette da Generali non all'altezza del compito.

  • User Icon

    Antonio Di Giorgio

    19/09/2019 11:22:39

    Film meraviglioso. Gian Maria Volonté come (quasi) sempre degno di menzione. Spietato atto di accusa contro gli orrori della guerra. Da vedere e da far vedere soprattutto ai nostri ragazzi.

Un episodio del primo conflitto mondiale

Trama
Uomini contro è liberamente tratto dal romanzo di Emilio Lussu Un anno sull'Altipiano, un anno trascorso dall'eroica Brigata Sassari sull'Altipiano di Asiago, tra il giugno 1916 e il luglio 1917. Due luogotenenti italiani cercano di opporsi al Generale Leone che invia regolarmente i suoi uomini a farsi massacrare in azioni assurde. Pacifista e antiautoritario, il film di Rosi mette in evidenza la follia della Guerra: «Per Uomini contro venni denunciato per vilipendio dell'esercito, ma sono stato assolto in istruttoria. Il film venne boicottato, per ammissione esplicita di chi lo fece: fu tolto dai cinema in cui passava con la scusa che arrivavano telefonate minatorie». (Francesco Rosi)

  • Produzione: Raro Video, 2013
  • Distribuzione: Mustang
  • Durata: 101 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0 - stereo)
  • Lingua sottotitoli: Inglese
  • Formato Schermo: 1,66:1
  • Area2
  • Contenuti: interviste: intervista a Francesco Rosi; speciale: "Prima e dopo il restauro"; sceneggiatura originale
  • Alain Cuny Cover

    Attore francese. Dopo gli studi di architettura all'École des Beaux-Arts, fa esperienza come scenografo e costumista. Viene in seguito attratto dal teatro, ma nel 1941 approda allo schermo in Madame Sans-Gêne di R. Richebé e l'anno successivo, con una parte di rilievo, in L'amore e il diavolo (1942) di M. Carné. Recita anche in Italia per M. Antonioni in La signora senza camelie (1953) e più avanti per F. Fellini in La dolce vita (1960). Si misura soprattutto con personaggi drammatici e complessi, ma a volte anche ambigui e sfuggenti, come in Notre Dame de Paris (1956) di J. Delannoy, Les amants (1958) di L. Malle, La via Lattea (1969) di L. Buñuel, Satyricon (1969) di F. Fellini, Il maestro e Margherita (1972) di A. Petrovi?c, dove è il diavolo, Irene, Irene (1975) di P. Del Monte. Successivamente... Approfondisci
Note legali