L' uomo che vendeva diamanti - Esther Kreitman Singer - copertina

L' uomo che vendeva diamanti

Esther Kreitman Singer

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: Marina Morpurgo
Collana: Varianti
Anno edizione: 2016
In commercio dal: 14 aprile 2016
Pagine: 332 p., Brossura
  • EAN: 9788833927626
Salvato in 47 liste dei desideri

€ 21,60

€ 22,70
(-5%)

Venduto e spedito da Multiservices

spedizione gratuita

Quantità:
LIBRO

€ 16,62

€ 17,50
(-5%)

Punti Premium: 17

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO

Altri venditori

Mostra tutti (6 offerte da 13,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale


Il superbo romanzo inedito in Italia di Esther Kreitman Singer, sorella dei più celebri Israel J. e Isaac B.

"Finalmente vediamo riconosciuti il suo merito e la sua voce unica" - Jewish Renaissance

"Davvero notevole... Esther Kreitman Singer vede oggi crescere la sua fama sia come narratrice Yiddish sia come icona femminista" - The Time

Questo romanzo è una vera sorpresa. Esther è la sorella maggiore del due molto più famosi Isaac Bashevis e Israel Joshua: privata dell'istruzione concessa ai fratelli, costretta a sposarsi, rifiutata dalla madre perché "brutta", relegata "In cucina", ma incapace di "stare zitta". Per fortuna, dato che ci regala questo superbo racconto, ambientato nella Anversa del commercianti e tagliatori di diamanti, tutti ebrei, e poi nella Londra del rifugiati, sempre ebrei, durante la prima guerra mondiale. Per tutta la narrazione, l'autrice sfoggia un'ironia più tagliente del diamante. Il protagonista assoluto della storia è Gedaliah Berman, ricco commerciante delle preziose pietre, emigrato dalla Polonia ad Anversa, iracondo, umorale, forte con i deboli e debole con i forti, e soprattutto invidioso oltre misura. Quando viene a sapere che il figlio di un concorrente sta per sposare la figlia di un ricco signore, mentre suo figlio Dovid passa le giornate a letto a leggere Spinoza e a fumare, incapace di adeguarsi alle aspettative paterne, per poco non sviene. C'è anche una figlia, altrettanto degenere ma astuta, che circuisce iI padre per ottenere favori e denaro. E la moglie, Rochl, vittima della prepotenza di Berman. La pesante routine della famiglia si complica con l'arrivo di una coppia di attivisti comunisti provenienti dallo stesso shtetl del Berman, e poi dalla comparsa del padre di Gedaliah , accolto dal figlio con un affetto e un calore inaspettati, che ammorbidiscono la durezza del personaggio.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,25
di 5
Totale 4
5
1
4
0
3
2
2
1
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    sonia

    19/03/2020 14:25:38

    mi dispiace ma non ha nulla a che vedere con quanto prodotto dai fratelli. E' un libro nel quale si narra la storia di una famiglia ebrea nel corso della prima guerra mondiale e che ci descrive fedelmente la realtà ebraica dell'Europa del nord; un libro scorrevole che non coinvolte emotivamente.

  • User Icon

    Roberta

    29/05/2017 08:43:39

    L’autrice è la sorella maggiore dei celebri Isaac e Israel Joshua e in questo racconto ci narra la storia di un ebreo ricchissimo che, vede il suo mondo, la sua sicurezza, la sua famiglia, e i suoi affetti crollare con l’avvento della Grande Guerra. Esther usa tanta ironia, tagliente ma anche tenera, nel descrivere l’ambiente e l’atmosfera della comunita’ ebraica di quei tempi. Il protagonista, Gedeliah, risulta da subito avido e antipatico, ma paghera’ a caro prezzo la sua riuscita sociale. Lo consiglio perche’ l’autrice, completamente autodidatta, e senza alcun incoraggiamento si inventò scrittrice e morì senza sapere che un giorno sarebbe stata, finalmente riconosciuta come tale.

  • User Icon

    Iryna

    15/02/2017 15:27:10

    Non vorrei contraddire alla recensione che mi precede, ma al mio pare questo libro non merita il massimo dei voti. E' scorrevole e si legge facilmente. Ma niente di piu'.

  • User Icon

    lalla

    18/05/2016 10:11:05

    Mi è piaciuto molto questo libro. Esther Kreitman Singer con questo romanzo ci descrive con una finta distanza, a mio parere, dove si percepisce critica, ironia e tenerezza. Traccia con finezza il ritratto di una tradizionale famiglia ebrea esposta ai primi assalti della modernità e dei primi drammi del secolo scorso. Una vera chicca! CONSIGLIATISSIMO!!!

Vedi tutte le 4 recensioni cliente
Note legali