L' uomo della provvidenza. Mussolini, ascesa e caduta di un mito

Arrigo Petacco

Editore: Mondadori
Collana: Oscar storia
Anno edizione: 2006
Formato: Tascabile
Pagine: 254 p., ill. , Brossura
  • EAN: 9788804553939
Disponibile anche in altri formati:

€ 8,92

€ 10,50

Risparmi € 1,58 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Renzo Montagnoli

    27/02/2017 10:27:52

    Arrigo Petacco è stato tentato di stilare una biografia del duce, ma, consapevole delle difficoltà, ha preferito strutturare la sua opera sulla base degli eventi più significativi della vita politica di Mussolini. Non è un caso, quindi, se interi capitoli sono dedicati, per esempio, al Concordato o agli attentati di cui fu vittima. In questo modo è infatti possibile farsi un’idea di quel che fu l’uomo che la Chiesa cattolica considerò mandato dalla Provvidenza, un’idea se vogliamo parziale, ma che porta a mettere in chiaro risalto i pregi (pochi) e i difetti (tanti) che furono propri di Mussolini. La tentazione, però, di trarre delle conclusioni deve essere stata particolarmente forte, tanto che Petacco provvede a dedicare un intero capitolo – e peraltro il primo – per cercare di determinare se ci si trovi di fronte a un grande, oppure a un mediocre protagonista della sua epoca. Purtroppo, il tempo ancora poco trascorso (nemmeno un secolo), episodi oscuri su cui è indispensabile fare luce (il famoso presunto carteggio Mussolini – Churchill), le varie vulgate costruite ad arte a vantaggio ora dei suoi sostenitori, ora dei suoi detrattori, non ancora sopite, costituiscono difficoltà allo stato insormontabili per poter addivenire almeno a un giudizio parziale. Petacco mi sembra che lo intenda considerare un grande almeno per le decisioni prese fino alla guerra d’Etiopia, quando ancora non era succube di Hitler. Non ho nulla da eccepire sulle capacità politiche e soprattutto su quelle di irretire milioni di italiani, che gli tributarono ampia e non del tutto meritata fiducia, ma al di là della indubbia abilità di essere presente nei momenti più cruciali, per il resto non vedo che cosa ci sia di tanto positivo in quest’uomo e anche se le note fossero le migliori possibili, restano le macchie che cancellano qualsiasi pregio, quali le famose leggi razziali e l’entrata in guerra dell’Italia, pur nella consapevolezza della nostra totale impreparazione.

  • User Icon

    lilimarlene

    09/12/2012 15:21:52

    Non è un 'opera straordinaria,ma ha un pregio,è un libro serio,ma leggero. Lo consiglio,per tutte le persone che vogliono leggere la storia in modo narrativo,bello e semplice.Senza fatiche inutili,lontano da storici pedanti che non sono in grado di avvicinare,il lettore medio,ad una materia splendida,quale è la storia.

  • User Icon

    Alessandro

    16/11/2011 13:09:17

    Non conosco l'indirizzo politico di Petacco,ma ho avuto la netta impressione che a volte stia tessendo le lodi della dittatura fascista, per poi immediatamente corregegre il tiro e condannarne certi aspetti. Ho trovato la narrazione poco oggettiva, e, a scritti storici, l'oggettivita' e l'onesta' di informazione è quello che si chiede. Lacunosa la parte relativa al confino, non viene per esempio menzionato che in esilio finiro molti omossesuali e non soltanto dissidenti o avversari politici. In particolare poi si parla del confino come se si trattasse di una villeggiatura....Mi sembra che a distanza di piu'di 60 anni dai fatti narrati, Petacco si sia preso la liberta' di riscrivere ed edulcorare la storia.

  • User Icon

    Euge

    04/01/2010 11:04:25

    Mmmh, no, veri e propri punti morti in assoluto non ce ne sono: diciamo che, in confronto agli altri capitoli, il più noioso è quello sul confino, mentre quello più appassionante è dove delinea la biografia parallela degli altri due socialisti Bombacci e Nenni. Un libro comunque fondamentale, un saggio romanzato direi, in cui la precisione storica viene accompagnata dalla classica verve all'italiana. Non direi che sia troppo buonista, solo perchè riconosce aspetti buoni del fascismo (anzi, parla pure poco del complesso Stato sociale), visto che comunque condanna senz'appello il regime dittatoriale -pur ammettendo che c'è una differenza abissale tra fascismo, nazismo e comunismo- e chiama "male assoluto" l'alleanza con Hitler. è molto scorrevole: anche se si vuole "perdere" un po' di tempo a sottolineare, come ho fatto io, si legge in pochi giorni; peccato che magari si dilunga un po' troppo su questioni curiose, ma storicamente inutili, come i primi romanzi del giovane M., per tralasciare il suo pensiero e la sua evoluzione, accennando soltanto alla "terza" via. Un'altra pecca è che è una biografia a temi, non proprio cronologica, quindi rischia di creare un po' di confusione, su date e avvenimenti. Non è quindi esattamente la storia del regime fascista e tantomeno quella del PENSIERO fascista, ma come primo approccio è decisamente buono. Una volta che vi siete letti bene, una o due volte, questo volume, potete passare alla più corposa biografia di Mack Smith (600 pagine), che presa invece subito potrebbe essere pesante.

  • User Icon

    edmonddantes

    28/08/2009 10:45:06

    Un bellissimo libro. Vengono riportati fatti cn grande precisione, date, riferimenti. Per chi si definisce fscista, da leggere almeno 2 volte.

  • User Icon

    Vavvinet

    02/08/2008 01:25:08

    Ecco un'altra delle biografie del giornalista, storico e scrittore Arrigo Petacco. In questo libro Petacco, racconta la storia del tanto discusso Benito Mussolini dalla nascita alla morte, dall'ascesa alla caduta. Una volta tanto, non viene descritto in maniera demoniaca, come in tanti amano fare, ma dal mio punto di vista è un pò troppo buonista. Forse perchè del "nero" se ne è parlato fin troppo. Un buon libro, che si alterna a punti morti e appassionanti, tipico dello stile dell'autore, a mio avviso. Piuttosto scorrevole tutto sommato. Consigliato, per gli appassionati del genere.

Vedi tutte le 6 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione