L' urlo dei Comanches

Fort Dobbs

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: Fort Dobbs
Paese: Stati Uniti
Anno: 1958
Supporto: DVD

€ 12,99

Punti Premium: 13

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (6 offerte da 8,90 €)

Ricercato per omicidio, Davis riesce a scappare rifugiandosi nel territorio dei Comanches. Qui raccoglie in una fattoria isolata una donna col suo bambino e arriva dopo varie peripezie a Fort Dobbs. Ma il forte è semidistrutto e l'arrivo dei soldati è seguito immediatamente da quello dei pellerossa che iniziano l'assedio.
1
di 5
Totale 1
5
0
4
0
3
0
2
0
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Michele Bettini

    22/04/2017 16:40:13

    Un classico del west, un po' facilone,, ma assai realistico in confronto alle schifezze con John Wayne e con Clint Eastwood. Clint Walker, seppur bravo e gradito al pubblico, ebbe la sfortuna di chiudere la carriera dopo che apparve l'altro Clint, che la gente distratta lo ha scambiato per il primo.

  • Film in bianco e nero
  • Produzione: A & R Productions, 2016
  • Distribuzione: A & R Productions
  • Durata: 90 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0 - stereo);Inglese (Dolby Digital 2.0 - stereo)
  • Formato Schermo: 1,77:1
  • Area2
  • Clint Walker Cover

    "Attore statunitense. Giunto fortuitamente al cinema più per doti fisico-atletiche che per vocazione, è al centro di un serial tv (Cheyenne, 1955). Hollywood lo elegge protagonista in western di serie B sotto la regia di G. Douglas (L'urlo dei comanches, 1958; La guida indiana, 1959; L'oro dei sette santi, 1961). Spalla di «The Voice» nell'unica regia di F. Sinatra (La tua pelle o la mia, 1965), ancora comprimario nel film di guerra (Quella sporca dozzina, 1967, di R. Aldrich), è in realtà più che dignitoso anche nella commedia (Non mandarmi fiori, 1964, di N. Jewison). Negli anni '70 torna alla tv perlopiù in ruoli western, che del resto il cinema continua a richiedergli (Sfida a White Buffalo, 1977, di J. Lee Thompson). " Approfondisci
  • Virginia Mayo Cover

    Nome d'arte di V. Clara Jones, attrice statunitense. Si dedica subito allo spettacolo entrando a soli sei anni alla Scuola d'arte drammatica. Grazie alla Saint Louis Municipal Opera Company comincia a girare gli States fino a quando, a Hollywood, non viene scoperta dal produttore S. Goldwyn. Occhi verdi, biondissima, pelle di porcellana, la sua leggendaria bellezza non sfugge a Goldwyn che le fa immediatamente firmare un ricco contratto per numerosi film. La sua popolarità cresce a ogni apparizione cinematografica, specialmente in Technicolor fra gli anni '40 e '50, quando ricopre il suo primo ruolo da protagonista in Il pirata e la principessa (1944) di D. Butler. Nel 1948 viene «rubata» dalla mgm che la impiega in pellicole di ogni genere (drammi, commedie e musical, nei quali però viene... Approfondisci
  • Brian Keith Cover

    Nome d'arte di Robert K. Richey jr., attore statunitense. Assapora la vita girovaga con i genitori attori, che lo fanno debuttare in Pied Piper Malone (Malone pifferaio disordinato, 1924) di A.E. Green. Prima della seconda guerra mondiale si avvicina all'universo radiofonico, dove comincia a recitare, ma al ritorno dal conflitto si dirige verso Broadway, incontrando il successo. Superbo caratterista dall'aspetto arcigno e robusto, è conosciuto soprattutto come star della serie tv Tre nipoti e un maggiordomo (1966-71) di C. Barton e altri. Al cinema appare nella commedia Il cowboy con il velo da sposa (1960) di D. Swift e in Il vento e il leone (1975) di J. Milius. Approfondisci
Note legali