Categorie
Collana: Inchiostro
Anno edizione: 2016
Pagine: 300 p., Brossura
  • EAN: 9788863912029

48° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Narrativa italiana - Thriller e suspence - Thriller

Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 7,56

€ 11,90

€ 14,00

Risparmi € 2,10 (15%)

Venduto e spedito da IBS

12 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    LEOPOLDO ROMAN

    01/07/2016 07:48:23

    Il romanzo è ambientato in un'immaginaria contrada della val Leogra nel vicentino, un tempo, come peraltro tante altre valli della zona, abitata dai cimbri, un popolo di origine germanica, che tutt'ora viene ricordato anche con musei, come quello di Luserna. La storia, un po' thriller, è molto inverosimile, ma serve per rendere interessanti e dare anima a certi personaggi, che di interessante avrebbero ben poco perché una cosa è certa: se quelle valli e contrade sono state quasi totalmente abbandonate una ragione forse c'era. Non è bello infatti vivere dove d'inverno non si vede mai sorgere il sole e sempre a contatto con le stesse persone spesso caratterizzate da forti problemi psichici. Piacevoli i dialoghi conditi da espressioni del dialetto veneto ormai in disuso ma molto esplicative. Pregevoli la ricostruzione delle ambientazioni e il tentativo, peraltro ben riuscito, di rinverdire e far conoscere alcune tradizioni cimbre.

  • User Icon

    taty854

    07/10/2015 12:34:16

    viste le recensioni precedenti pensavo meglio.

  • User Icon

    elsa

    20/07/2011 18:26:59

    Caspita! Un thriller ambientato sulle nostre montagne! Mai letto prima! Bravo Matino che ci racconta della terra veneta senza campanilismi, nostalgie o egoismi di parte. Il romanzo è pieno di suspance ed assolutamente avvincente. Si può dire che l'autore abbia ideato un genere letterario tutto suo, assolutamente originale, che parte da una bizzarra micro-storia locale e finisce nel delitto. Davvero geniale.

  • User Icon

    biliotecario

    17/04/2011 11:57:31

    La valle dell'orco" è un libro ben scritto e ben ideato ed esprime il pensiero di tantissima gente che non approva la distruzione del territorio in nome dello sviluppo e della sudditanza ai schei. Questo romanzo dà voce ai pensieri a chi non ha mai potuto o saputo esprimersi. L'intelligenza, la personalità, la leggerezza dell'autore, ha fatto sì che questi contenuti vengono letti, con gioia e democraticamente, da tutti. La valle dell'orco è un raro esempio di testo capace di divulgare cultura ed incentivare la lettura anche fra la gente più semplice. Lavoro in una piccola biblioteca del Veneto e confermo che questo romanzo ha fatto leggere anche gli analfabeti.

  • User Icon

    marika

    17/04/2011 11:34:33

    Penso che "La valle dell'Orco" sia uno dei libri più belli che abbia mai letto. Io l'ho terminato in un paio di giorni, incapace di staccarmene. A fine lettura, ho provato una sensazione di rimpianto, come quando ci si separa da un compagno interessante e divertente. Mi ha avvinta, coinvolta ed istruita. Sono tuttora stupita della vastità della cultura dell'autore e della sua capacità di inserire le fonti storiche con grande leggerezza. Mai visto prima d'ora un giallo fornito di note a piè pagina, fotografie, mappe, citazioni di fonti e persino di un dizionarietto cimbro! La cosa più strana è che nonostante questo, il racconto sia scorrevolissimo, facile e pieno di tensione! Un libro da consigliare a chiunque, ripeto, bellissimo.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione