Verdi a Parigi - Paolo Isotta - copertina

Verdi a Parigi

Paolo Isotta

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Marsilio
Collana: Biblioteca
Anno edizione: 2020
In commercio dal: 27 febbraio 2020
Pagine: 668 p., Rilegato
  • EAN: 9788829703388

25° nella classifica Bestseller di IBS Libri Cinema, musica, tv, spettacolo - Musica - Stili e generi - Classica occidentale

Salvato in 10 liste dei desideri

€ 26,60

€ 28,00
(-5%)

Punti Premium: 27

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA

Verdi a Parigi

Paolo Isotta

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Verdi a Parigi

Paolo Isotta

€ 28,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Verdi a Parigi

Paolo Isotta

€ 28,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Un ritratto generale, estetico e anche politico. Una nuova immagine di Giuseppe Verdi.

Quando Verdi conseguì il primo importante successo col «Nabucco», il genere di melodramma che s'era imposto era di origine francese, pur se fondato in prevalenza da italiani: il Grand-Opéra. La creazione di tale modello si deve ai sommi Cherubini, Spontini, Rossini; esso viene raccolto da Auber, Meyerbeer, Halévy, Donizetti. Ma Verdi ha una personalità di ferro. Pur influenzato dai predecessori, adotta il modello quale cornice esterna e lo riempie di contenuti stilistici, drammatici e psicologici soltanto suoi. Poi addirittura lo rovescia. Al tipico, al «caratteristico» e al diversivo sostituisce la sintesi, il nesso e la velocità drammatici. Al carattere stereotipo dei personaggi contrappone la irreproducibilità e la ricerca del Vero drammatico: non imitato bensì trasceso per mezzo dell'arte: la sua formula è «inventare il Vero». In ciò la sua creazione è coerente per decennî. Il suo successo lo fece quasi subito desiderare dall'Opéra di Parigi. Il Maestro si concesse di rado a partire dal 1847, ma in francese sono alcuni dei suoi capolavori. Questo libro parte dai rapporti di Verdi con l'Opera francese, la cultura, l'ambiente e la società francesi, per tentare di fare del compositore un ritratto generale, estetico e anche politico: e di molti capolavori in qualche modo connessi con la Francia, a partire dalla «Traviata», fa una distesa narrazione e interpretazione.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

5
di 5
Totale 4
5
4
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Fabrizio Jacoangeli

    08/04/2020 18:31:20

    Credo che un grande studioso di questioni musicali e operistiche rischi di rimanere confinato in una nicchia ristretta di musicofili e letto da pochi. Questo rischio Paolo Isotta non lo corre. La lettura di questo libro è una avventura deliziosa che ha un unico difetto: mentre siamo lanciati a perdifiato nelle vicende di Verdi, del suo tempo e della sua musica, il libro ci lascia orfani del resto della storia. Vorrei tanto che Paolo Isotta ci raccontasse il resto della vita di Verdi con lo stesso appassionato trasporto che contraddistingue il Verdi a Parigi.

  • User Icon

    Francesco1954

    08/04/2020 15:37:09

    Dal 1813, nascita di Verdi, si tratta di uno dei libri più belli e profondi scritti su di lui. I misteri della psiche dell’uomo e dell’opera vi sono inseguiti come in una galleria sotterranea. Su molti le pagine sono definitive. Ma questo libro ci da solo mezzo Verdi. Se l’Autore avesse la forza di scrivere un secondo volume dedicato al complesso resto delle opere (e sono molte e di prima grandezza) occuperebbe il primo posto tra gli scrittori indaganti sul mistero di Verdi, genio internazionale e insieme italiano come pochi.

  • User Icon

    Franzettino

    08/04/2020 08:03:43

    Dal 1813, nascita di Verdi, si tratta di uno dei libri più belli e profondi scritti su di lui. I misteri della psiche, dell’uomo e dell’opera vi sono inseguiti come in galleria sotterranea. Su molti temi le pagine sono definitive. Ma questo libro ci dà solo mezzo Verdi. Se l’autore avesse la forza di scrivere un secondo volume, dedicato al complesso resto delle Opere (e sono molte e di prima grandezza) occuperebbe il primo posto fra gli scrittori indaganti sul mistero Verdi, genio internazionale e insieme italiano come pochi altri.

  • User Icon

    Giovanni Barca

    06/04/2020 15:31:23

    Seicentocinquanta pagine di investigazione artistica, di aulica indagine, nella implicita celebrazione ed esaltazione dell’elitaria magia dell’arte musicale, quale proiezione e sublimazione della melodia dell’anima e del ritmo del corpo. La pubblicazione di “Verdi a Parigi” prosegue e amplifica l’eccezionale discorso musicologico di Paolo Isotta su un intrigante tema di ricerca di sottile raffinata eccellenza, implicante una più completa definizione della persona, del vigore inventivo e del retaggio verdiano. Attraverso la puntuale descrizione dello scintillante scenario teatrale operistico parigino e del contesto musicale internazionale d’epoca di fine ottocento con puntigliosa e profonda analisi critica, di confronti e valutazioni di invenzioni, tendenze ed influenze artistiche tra autori contemporanei, genera con effetto divulgativo attrazione appassionante per il comune lettore e utilmente didattico per cultori e professionisti di musica.Un’opera intensa, densa per compilazione e raccolta di pensiero, storia, notizie e di analisi che guida in un percorso di visione dello sviluppo dell’ispirazione ed estro musicale, in cui Verdi risuona e si vivifica in rinnovate vibrazioni attraverso uno schema di narrazione espositiva ecfrastica, di trascrizione descrittiva della parola e scrittura narrante che, da prosa, diventa eco e risonanza nell’aderenza agli spartiti dei componimenti musicali operistici e dei coerenti libretti poetici.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente
  • Paolo Isotta Cover

    Paolo Isotta (Napoli, 1950) ha insegnato dal 1971 al 1994 Storia della Musica nei Conservatori di Torino e Napoli. Dal 1974 ha esercitato la critica musicale: per cinque anni al «Giornale» e trentacinque al «Corriere della Sera». A ottobre del 2015 ha abbandonato quest’attività per dedicarsi allo studio, alla lettura e a scrivere libri. Tra i suoi libri: Protagonisti della musica (Longanesi 1988), I sentieri della musica (Mondadori 1979), La virtù dell'elefante (Marsilio 2014), Altri canti di Marte (2015), Otello: Shakespeare, Napoli, Rossini (Napoli 2016), Paisiello e il mito di Fedra (Napoli 2016) e Il canto degli animali (Marsilio 2017). A settembre 2017 gli è stato attribuito il Premio Isaiah Berlin alla carriera. Fuori della... Approfondisci
Note legali