Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

La via del pepe. Finta fiaba africana per europei benpensanti - Alessandro Sanna,Massimo Carlotto - ebook

La via del pepe. Finta fiaba africana per europei benpensanti

Massimo Carlotto

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: E/O
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Webreader e tablet Scopri di più
Dimensioni: 2,58 MB
Pagine della versione a stampa: 41 p.
  • EAN: 9788866325918

€ 7,99

Punti Premium: 8

Venduto e spedito da IBS

spinner

Scaricabile subito

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Una fiaba per adulti, poetica e commovente. "La Morte e` proprio una gran chiacchierona! Il giovane Amal lo scopre quando la incontra durante il naufragio del Firouz, vecchio peschereccio diretto a Lampedusa carico di migranti. La grande falciatrice vorrebbe trascinarlo a fondo ma Amal tiene stretti nel pugno 5 grani di pepe che gli sono stati donati dal nonno, il grande Boubacar Dembele?, guaritore, saggio, narratore e custode della Settima via del pepe, proprio per tenere lontana la peggiore delle sventure...". Massimo Carlotto, attraverso questa fiaba ironica e commovente, arricchita dalle splendide illustrazioni di Alessandro Sanna, racconta il dramma di migliaia di esseri umani spinti da fame e guerre alla deriva nel Mediterraneo. E quello di un'isola che deve sopportare il peso dell'indifferenza del mondo.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

La via del pepe è una favola spesso dura, come dura è l’esistenza di milioni di emigrati. Ma è anche una favola piena di poesia, immaginazione e speranza.

La via del pepe è la storia di Amal, ragazzo africano, nipote del grande Boubacar Dembelé, guaritore, saggio, poeta, narratore delle storie della settima via del pepe e custode dei segreti del foggara, l’arte di scavare i pozzi nel deserto. Amal parte in cerca di fortuna e attraversa il Mediterraneo in un barcone che però affonda a pochi chilometri da Lampedusa. L’unico a non annegare è lui, che lotta in superficie contro le onde del mare. A un tratto appare un’enorme testa di donna, fatta d’acqua: è la Morte, che avvia con Amal un dialogo drammatico e beffardo. Lei sostiene di tenerlo in vita solo per il rispetto che porta al grande Boubacar, il nonno di Amal. Boubacar dice alla Morte: la legge della settima via del pepe afferma che un uomo può decidere dove vivere, mettere radici, crescere i figli e niente e nessuno può impedirlo. Tantomeno la morte se il viaggio serve a riparare un torto. E Amal di torti ne ha subiti molti. La Morte si farà convincere a salvare Amal ma in cambio chiederà la vita di suo nonno. Così il ragazzo continuerà il suo viaggio e, dopo varie peripezie, tornerà nel suo villaggio africano a riprendere il posto del vecchio scavatore di pozzi nel deserto. La via del pepe è una favola spesso dura, come dura è l’esistenza di milioni di emigrati, spesso piena di una rabbia che è la giusta rabbia contro l’uomo bianco che “avvelena il cielo e spreca l’acqua, fa morire la terra ed andare via i giovani”. Ma è anche una favola piena di poesia, immaginazione e speranza, perché Amal prenderà il posto di nonno Boubacar nel praticare l’arte del foggara.

  • Massimo Carlotto Cover

    Massimo Carlotto è nato a Padova nel 1956. Scoperto dalla scrittrice e critica Grazia Cherchi, ha esordito nel 1995 con il romanzo Il fuggiasco, pubblicato dalle Edizioni E/O e vincitore del Premio del Giovedì 1996. Per la stessa casa editrice ha scritto: Arrivederci amore, ciao (secondo posto al Gran Premio della Letteratura Poliziesca in Francia 2003, finalista all’Edgar Allan Poe Award nella versione inglese pubblicata da Europa Editions nel 2006), La verità dell’Alligatore, Il mistero di Mangiabarche, Le irregolari, Nessuna cortesia all’uscita (Premio Dessì 1999 e menzione speciale della giuria Premio Scerbanenco 1999), Il corriere colombiano, Il maestro di nodi (Premio Scerbanenco 2003), Niente, più niente al mondo (Premio Girulà... Approfondisci
Note legali
Chiudi