La virtù dell'egoismo

Ayn Rand

Curatore: N. Iannello
Editore: Liberilibri
Anno edizione: 1999
In commercio dal: 24 giugno 2008
Pagine: 196 p.
  • EAN: 9788885140400
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione

"La virtù dell’egoismo" presenta l’etica randiana, basata sulla metafisica realistica dell’egoismo razionale: la vita dell’uomo come fine e valore in sé. Ne discende una concezione politica incardinata sui diritti umani intesi come diritti di proprietà, sul capitalismo come unica società razionale coerente con la libertà e la prosperità, sul governo limitato come garanzia di difesa esterna, ordine interno e risoluzione delle controversie.

€ 12,75

€ 15,00

Risparmi € 2,25 (15%)

Venduto e spedito da IBS

13 punti Premium

Disponibile in 5 gg lavorativi

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Michele

    23/09/2018 14:18:31

    Il testo rappresenta perfettamente il compendio della morale alla base dei romanzi fantapolitici dell'autrice. Se non si ha tempo da sprecare nella (pesantissima) lettura delle suddette opere, ma s'intenda allo stesso tempo farsi un'idea della più totale vacuità filosofica del pensiero randiano, questo è il testo giusto. L'insussistenza degli argomenti rivela palesemente la mancanza di dimistichezza della Rand con i più elementari rudimenti di filosofia.

  • User Icon

    n.d.

    04/01/2018 11:31:14

    Sono un grande estimatore della POLITICAMENTE SCORRETTA Ayn Rand. Peccato che il film tratto da un suo Romanzo la FONTE MERAVIGLIOSA , risulti un po' datato come fattura

  • User Icon

    Antonio

    20/03/2014 00:56:45

    Perfetto manifesto della filosofia oggettivista.

  • User Icon

    Tullio Pascoli

    16/04/2009 00:29:19

    Ayn Rand nata nell'allora URSS, si laurea in medicina e fugge nel paradiso del "capitalismo". Autrice di opere filosofiche, fra cui LA FONTE MERAVIGLIOSA, è amata dai liberali di tutto il mondo è un'icona del libertarismo. Contro le nostrane concezioni, difende l'egoismo come fonte di progresso, realizzazione e responsabilità. Da noi, la solidarietà è istituzionalizzata ed il concetto non è capito; ma qui eloquenti pagine ne rivelano la logica. Per noi, non è facile concepire tale virtù; allenati a pensare alla solidarietà virtuosa, buoni sono gli altruisti e cattivi gli egoisti; eppure, la nostra vanità, in fondo, non è che il frutto dell’egoismo. Nella disgrazia ci mostriamo solidari, ma senza l’emergenza, la nostra solidarietà finisce sulla soglia di casa nel "clan" dei parenti. Da noi individualismo e liberalismo si confondono con l’indifferenza degli insensibili egoisti, incapaci di assimilare interessi comunitari. Eppure, la solidarietà lo è solo se praticata in modo del tutto spontaneo. Per gli egualitari, la solidarietà è sacra e, quindi, delega lo Stato paternalista affinché la organizzi in modo coercitivo; con ciò crea indifferenza, diffidenza, indisciplina, mancanza di responsabilità. Noi, vittime del modello cristiano male interpretato, condizionato da pessimismo ed invidia, riteniamo il lavoro un castigo, lucrare peccato e l’egoismo una colpa. Invece, è un meccanismo biologico senza il quale non avremmo realizzato il nostro processo evolutivo. L'egoismo è la potente risorsa biologica generatrice di reazioni utili dinanzi a paura ed incertezze; l'arma di difesa che la chimica dell’organismo sviluppa, generando prudenza, senza la quale saremmo irresponsabili. Così, nel benessere privi di fame ed incertezze, tendiamo al declino, mentre nella miseria, si avanza spinti dall’impulso del bisogno. Lettura preziosa; una lezione oltremodo utile che illustra natura, essenza ed origini di motivazioni che ci inducono all'azione. Certi politici e teologi sembrano dimenticare questo fondamentale dettaglio.

  • User Icon

    remo appignanesi

    17/03/2008 20:44:06

    Non e' un libro sull'egoismo ma sulla responsabilita' individuale. Splendido il capitolo sul Culto del grigiore morale che affligge la nostra epoca. Un libro da non perdere.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione