La vista da Castle Rock

Alice Munro

Traduttore: S. Basso
Editore: Einaudi
Collana: Super ET
Anno edizione: 2009
Formato: Tascabile
Pagine: 308 p., Brossura
  • EAN: 9788806196431
Disponibile anche in altri formati:

€ 6,48

€ 12,00

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

6 punti Premium

Disponibilità immediata

Garanzia Libraccio
Quantità:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Pino Chisari

    13/12/2013 10:59:35

    Splendida lezione narrativa di una grande affabulatrice.

  • User Icon

    Meena

    09/07/2012 18:06:05

    Sebbene un po' lento e faticoso da seguire nella prima parte, il libro mi è piaciuto molto. Bello nella seconda parte.... non mancano profonde riflessioni e umorismo.

  • User Icon

    sergio

    06/02/2009 13:52:55

    Lento...troppo...una storia alla ricerca delle sue origini perse nel tempo, alla caccia di nonni cresciuti e vissuti nell'America d'Ottocento. Di per sè l'idea non è male, il libro ha degli spunti carini, ma non risulta molto scorrevole, difficile.

  • User Icon

    fabricos

    23/12/2008 17:06:51

    Con La vista da Castle Rock la Munro intreccia autobiografia e genealogia, vicenda personale e storia collettiva, per raccontare la Scozia degli antenati, la nascita di una nazione - il Canada - e le sue trasformazioni. Il tutto senza rinunciare a quel dio delle piccole cose che illumina la sua prosa, la quale, come scriveva il suo maestro Henry James a proposito di una mente dotata di genio, «afferra ogni più piccolo suggerimento della vita e converte le vibrazioni dell’aria in rivelazioni». Il libro è diviso in due parti: nella prima la Munro attinge ai documenti storici per ripercorrere le cronache familiari di un ramo paterno, i Laidlaw, a partire dal capostipite, Will O’Phaup, nato alla fine del Seicento nelle Lowland scozzesi, passando per il viaggio oltreoceano che la famiglia Laidlaw compie nel 1818 per raggiungere il Nuovo Mondo, fino alla generazione precedente a quella dell’autrice, con il racconto sul padre, allevatore di volpi argentate e guardiano in una fonderia. La seconda parte, autobiografica, ha per protagonista la stessa Munro, in diverse fasi della sua vita. «Si potrebbe dire che racconti del genere prestano maggiore attenzione alla verità della vita rispetto alla narrativa consueta» avverte la Munro. «Ma non quanto basta per prenderli alla lettera». Tra le sue mani, infatti, storia familiare, documenti d’archivio, memoir, tutto si trasforma in arte narrativa pura. Il risultato è un libro dalla bellezza indefinibile, perché il talento della Munro rifulge nella descrizione - e nella manipolazione - del passaggio del tempo, si alimenta dell’impalpabile quanto della precisione maniacale del dettaglio, di continue divagazioni quanto di un disegno d’insieme solidissimo, e si esalta nel piacere di raccontare, radiografando pensieri, parole, opere e omissioni dell’ordinary people.

  • User Icon

    Loris

    21/01/2008 10:41:13

    Primo incontro con la Munro. Felice. Si tratta di racconti, ma con un filo comune che li rende quasi romanzo. Le memorie di famiglia si uniscono a quelle personali. Nel procedere di eventi in apparenza banali, si inseriscono gesti e frasi che sono epifanie di stati d'animo, desideri, sentimenti. Dal particolare si riesce ad arrivare all'universale. Il racconto che da' il titolo al libro narra la traversata dalla Scozia al Canada, con una serie di ritratti di grande finezza psicologica. 'Lavorare per vivere' e 'A casa' sono ritratti di famiglia da cui emergono la complessita' e le sfumature dei rapporti parentali. E dove si postula la differenza tra i tipi umani, quelli che sfilano gli stivali ai morti per riusarli e quelli che dopo una perdita si chiudono in casa e lasciano morire di fame le vacche nella stalla. 'Stipendiata' narra un estate a servizio tra i ricchi, l'attrazione verso un altro mondo e insieme l'orgoglio della diversita'. In ogni racconto il lettore puo' trovare qualcosa di prezioso e particolare. Deve giusto armarsi di pazienza, accettare un ritmo senza scosse e prestare attenzione.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione