Vita e pensieri di Antonio Gramsci 1926-1937

Giuseppe Vacca

Editore: Einaudi
Anno edizione: 2014
Formato: Tascabile
In commercio dal: 17/03/2014
Pagine: XIX-399 p., ill. , Brossura
  • EAN: 9788806219994
Disponibile anche in altri formati:

€ 13,60

€ 16,00

Risparmi € 2,40 (15%)

Venduto e spedito da IBS

14 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Cristiano Cant

    25/04/2017 06:35:52

    La linea del tremore, davanti a un'anima tanto rara, può solo erompere fin quasi ad annullarsi del tutto. Altezza e profondità del suo pensiero diventano mura di granito davanti a possibili spiragli offerti alla parola. Ma si tenta lo stesso una carezza d'analisi, si tenta in un giorno non uguale a un altro, e a onorare con fiato di sentimento, etica, senso, quei valori fondanti di una Patria troppo malconcia. Contro un regime tanto lungo e infausto, grave, carico di morte, un mondo di piccoli ratti ambiziosi che hanno solo imbrattato col loro veleno mentale la meraviglia di questa penisola, un cuore degno delle glorie e delle fierezze più alte che una vita possa toccare, un martire di genio, malato del suo amore per l'eguaglianza, per la politica intesa come incarnato di esperienza autentica. Questo libro entra nei grovigli più sofferti della sua vita, il carcere, i dubbi sulla fedeltà del partito, i sospetti sulla sua liberazione, come un lungo primo piano interiore dove ogni febbre morale, ogni cifra di quei giorni complessi, si affaccia, nell'eco del lavoro di Vacca, sul gorgo delle pagine di un Gramsci uomo, figlio, marito, in una grandezza umana che a sua volta imprigiona il lettore. Libro di enigmi ancora aperti (la famosa lettera di Grieco), di sfondi politici intricatissimi e delicati, di pericoli continui, ma anche vertigine di tenerezza non comune, quando basta entrare nel ventre di alcune epistole e toccare l'agitazione, il sogno, la mirabile fragilità di quest'uomo, come a intagliare un lascito morale di rarissima forza storica. Tanti i personaggi in rassegna, tanti gli eventi in successione, cliniche, amicizie, sospetti, timori, il tutto attorno a questa grande, immensa mente di un Padre del nostro tempo sociale, politico, emotivo. Quest'anno sarà un secolo dalla sua scomparsa, omaggiarlo oggi mi sembra doveroso, inderogabile, necessario. Ad occhi umidi....un profeta, un Maestro.

Scrivi una recensione