La vita sognata di Ernesto G.

Jean-Michel Guenassia

Traduttore: F. Bruno
Editore: TEA
Collana: TEA biblioteca
Anno edizione: 2015
Formato: Tascabile
In commercio dal: 19 marzo 2015
Pagine: 510 p., Brossura
  • EAN: 9788850238651
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
Dal 1910 al 2010, dalla Cecoslovacchia al Nordafrica passando per la Francia: cento anni cruciali raccolti nella vita di Joseph Kaplan, medico ebreo praghese, schivo, innamorato del tango argentino. Kaplan lavora a Praga e a Parigi, viene mandato in esilio ad Algeri, è testimone di persecuzioni ed epidemie, cambi di regime e rivoluzioni culturali; li affronta con un'integrità commovente a cui tutti si affezionano - i suoi amici Pavel e Tereza, sua moglie Christine, sua figlia Helena - perché, nei tormenti della Storia, quell'integrità è ciò a cui aggrapparsi. È anche l'unica cosa contro cui scagliarsi - come fa Christine, donna titanica e contraddittoria, coraggiosa e pavida, che si ribella a lui come a tutta un'epoca. Joseph si ritrova ad affrontare dolori e tragedie, eroico suo malgrado, determinato anche nelle prove più atroci. Un incontro sarà fondamentale per lui e per Helena: quello con un certo Ernesto G., combattente ferito, al crepuscolo della sua epopea rivoluzionaria.

€ 8,50

€ 10,00

Risparmi € 1,50 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 10,00 €)

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    angelo

    10/12/2018 14:22:50

    Ingredienti: un medico cecoslovacco a spasso per il ventesimo secolo, una vita in movimento tra lavoro, politica e balli, tra Praga, Parigi ed Algeri, i grandi eventi della storia a condizionare incontri e spostamenti, la sconfitta dei propri ideali comunisti causata da una funesta applicazione pratica. Consigliato: a chi cerca tanti ingredienti diversi (storia, politica, amore, amicizia, colpi di scena) in un’unica grande storia, agli amanti di Camus, del Che e del tango.

  • User Icon

    Andrea

    05/12/2018 21:16:21

    Guenassia aveva stupito con il "Club degli incorreggibili ottimisti", ma con "La Vita sognata di Ernesto G." non riesce ad arrivare agli stessi livelli. Si tratta di una brutta copia, con qualche spunto interessante, l'Algeria nel periodo della guerra, ed altri un po' banalotti (l'affrettata e superficiale ricostruzione della Cecoslovacchia tra gli anni '50 e '80). Anche lo stile pecca abbastanza.

  • User Icon

    Gianni F.

    21/09/2018 17:35:14

    Un altro bellissimo romanzo di Guenassia. Un maestro nel creare romanzi con protagonisti persone comuni inseriti nella grande storia. I personaggi sono sempre molto affascinanti e coinvolgenti, tanto che alla fine ne senti la nostalgia. Ho trovato molto gradevole l'inserimento o il richiamo in questo romanzo di alcuni personaggi del "Club degli incorreggibii ottimisti", senza che fosse indispensabile averlo letto.

  • User Icon

    Erica Berti

    26/07/2016 10:20:38

    Un romanzo bellissimo. Finalmente. Avvincente dalla prima all'ultima pagina. Uno di quei libri che ti fanno rallentare la lettura quando sei alla fine perché non vorresti lasciarlo. Scrittura volutamente semplice, quasi giornalistica, per dare risalto alla storia e alla Storia: geniale!

  • User Icon

    nonsolopag@

    01/01/2015 22:01:16

    Lettura interessante che aiuta a ripercorrere alcune vicende storiche che hanno caratterizzato il secolo scorso. Il romanzo stenta a decollare nella prima parte, ma successivamente riesce a ricreare l'interesse necessario per meritarsi un giudizio più che positivo.

  • User Icon

    tom

    08/12/2014 22:02:27

    Libro che nonostante la lunghezza si legge con interesse e facilità. A mio avviso la scrittura è troppo semplice ma Guenassia ha il pregio di saper descrivere bene gli eventi storici nel loro impatto nella vita quotidiana della gente comune. L'ultima parte riscatta alcune parti del romanzo un po' noiose, non l'ho trovata irrispettosa come altri hanno asserito ma inaspettata e geniale.

  • User Icon

    ales

    09/09/2014 09:39:27

    Semplicemente fantastico, divorato, amato e sognato, mi sembra ancora di sentire Volver in sottofondo. Ora leggerò l'altro senza dubbio.

  • User Icon

    valentina

    24/07/2014 12:31:07

    ho letto i2 libri di quest'autore e li ho trovati entrambi meravigliosi! ne consiglio vivamente la lettura

  • User Icon

    gianni

    15/05/2014 19:27:32

    Il libro scorre via come un articolo di giornale, ma, nel complesso, non ci si ritrova il pathos quasi epico del primo romanzo di Guenassia, che tra l'altro si intreccia alla fine con questo per un piccolo scorcio parigino. Il tutto appare un po' troppo artefatto, prevedibile, confezionato per compiacere il lettore. La prima parte algerina promette bene, ma la seconda praghese scade a tratti in una prevedibilità da soap.

  • User Icon

    manuela

    07/04/2014 14:45:16

    Interessante. Bellissimo viaggio nella memoria guidato dal personaggio di Joseph,ideale filo conduttore che intreccia l'invenzione con la Storia con la "S" maiuscola. A tratti , però , la lettura diventa un po' faticosa.

  • User Icon

    Anna Maria

    18/03/2014 14:24:40

    I due romanzi di Guenassia "Il club degli incorreggibili ottimisti" e questo, sono davvero delle ottime letture. Personaggi complessi e verosimili, amore nelle sue sfaccettature anche meno nobili, Storia e storie. Forse ho amato più la prima parte, ma serberò un ricordo prezioso e tenero di Joseph e di tutto il mondo che ha avuto il coraggio e la semplicità di conoscere.

  • User Icon

    francesco db

    12/03/2014 13:29:30

    Un bellissimo romanzo, forse non un capolavoro, ma intelligente, coinvolgente con bellissimi personaggi ed una storia credibile e inscritta nella grande e terribile storia del secolo scorso. Un libro che ti appassiona e ti fa pensare: Davvero un romanzo per usare un luogo comune "come non se ne scrivono più". Tra l'altro tradotto in modo eccellente.

  • User Icon

    mura

    09/12/2013 00:29:42

    esistono parole d'amore che rappresentano la vita... che ci fanno capire che non ci puo essere vita senza amore.... si puo viverlo o solo sognarlo.....ma bisogna in un modo o nell'altro averci provato. Questo libro è tutto questo.

  • User Icon

    valerioboing

    07/12/2013 09:07:50

    Un libro leggero, che scorre molto bene. Da consigliare sicuramente.

  • User Icon

    Dave67

    05/12/2013 13:29:30

    Quest'opera credo rientri di diritto nel novero dei Grandi Romanzi del XXI° secolo. L'autore si districa amabilmente tra storie di vita e storia contemporanea con una fluidità d'esposizione figlia della sua maturità. Sembra di leggere un romanzo d'altri tempi. Da Camus a Dostoevskij il percorso è breve quando l'obiettivo è raccontare le luci e le ombre della consapevolezza umana, che partendo dal più intimo recesso scaturiscono verso il mondo esterno avvolgendo il lettore ed i protagonisti del Romanzo, del gusto (a volte amaro) della vita.

  • User Icon

    annamaria fazio

    23/11/2013 16:09:36

    Quando J.M. Guenassia scriverà il prossimo? Speriamo prestissimo, e che non ci deluda rispetto ai primi due. La vita sognata è lirismo che si fa prosa, pervaso dalla malinconia e dalla passione che hanno accompagnato la generazione del '68. E' un'opera romantica? Secondo me sì, nel senso di rappresentazione della vita e dei sentimenti dell'uomo attraverso il tempo. Si legge anche se si ha altro da fare e nell'ultima parte ci si sente febbrilmente avvinti alla storia e ai personaggi. E grati all'autore.

  • User Icon

    vasco

    12/11/2013 06:47:25

    E' uno spaccato del '900 che segna gli ideali infranti di un secolo ricco di ideali ma anche di sangue. E che finisce però senza prospettive per il futuro, in una età di mezzo, ancora tutta da scoprire.

  • User Icon

    Brunella

    08/11/2013 20:25:37

    Sarò una voce fuori dal coro ma a me personalmente non è piaciuto. L'ho trovato di una noia mortale, a volte dovevo rileggere alcune pagine perchè scritte in maniera così prolissa al limite della sopportazione. Verso la fine si è rianimato un po' per il resto il vuoto!

  • User Icon

    giulio

    03/11/2013 18:53:55

    Devo dire che in un periodo in cui si pubblica molto e,devo aggiungere, spesso troppo e male,l'uscita di questo romanzo mi esalta e sopratutto mi fa ben sperare per il futuro. Leggetelo, leggetelo e ancora leggetelo perchè è veramente un gran bel libro. Non ho le competenze per definirlo un capolavoro ma credo che ci vada molto vicino. I personaggi (e ce ne sono tanti) escono a tutto tondo dalla pagina e ti accompagnano per tutta la giornata e, come nel mio caso, non vedi l'ora che torni sera per riprenderlo in mano. Cosa altro chiedere ad un buon libro, se oltre tutto ti fa anche riflettere su quella che è stata la nostra storia,intesa proprio come storia europea, con tutte le sue contraddizioni e con tutti i suoi orrori. Grazie a Guenassia e grazie sopratutto alla Salani.

  • User Icon

    Eleonora

    30/10/2013 10:40:41

    Bello!Devo dire bello. Il romanzo tiene incollato il lettore alle sue pagine, ti trascina in un'epoca e in luoghi poco conosciuti, mi ha fatto vivere in prima persona il dolore e la confusione dei protagonisti, mentre leggevo avevo un senso di inquietudine e credo che quando un libro ti emoziona abbia raggiunto il suo scopo

Vedi tutte le 20 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione