Vite strozzate di Ricky Tognazzi - DVD

Vite strozzate

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Paese: Italia
Anno: 1995
Supporto: DVD
Salvato in 7 liste dei desideri

€ 5,99

€ 7,99
(-25%)

Punti Premium: 6

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (3 offerte da 7,99 €)

Per un debito di poche decine di milioni, una famiglia finisce in una rete di squallidi, ipocriti e spietati usurai che non rinuncia a qualsiasi mezzo, anche violento, pur di vessare i malcapitati con richieste di denaro sempre più esose.
4
di 5
Totale 2
5
1
4
0
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    JD

    30/08/2010 15:02:34

    Tognazzi,sviluppa un'idea del magistrato Taurisano girando un film su un tema insolito:l'Italia ai tempi dell'usura.Innegabilmente passionale e vigoroso(anche troppo,a cominciare dalle musiche di Ennio Morricone),ma incompiuto e irrisolto,e tutto sommato meno coraggioso di quanto vorrebbe sembrare.Grande comunque Zingaretti,e la Sastri gli tiene testa.Uno dei pochi casi in cui la Ferilli ha dimostrato di avere talento.Era meglio quando Violante Placido faceva solo la comparsa(la fidanzata del figlio di Francesco).Altro genere di cinema oggi irrecuperabile,coi suoi pregi e i suoi difetti.

  • User Icon

    scorpio

    02/08/2008 11:14:34

    il piu' bel film italiano mai fatto. non mi stanchero' mai di rivederlo e di appassionarmi. straordinari attori, primo tra tutti il mitico zingaretti, ma anche ferilli e memphis.

1996 - Festival di Berlino - Premio Alfred Bauer (Film più innovativo)

  • Produzione: Cecchi Gori Home Video, 2016
  • Distribuzione: Mustang
  • Durata: 102 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0 - stereo)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: 1,85:1
  • Area2
  • Contenuti: commenti tecnici: commento di Ricky Tognazzi e Simona Izzo; biografie: biografia del regista e degli attori principali
  • Ricky Tognazzi Cover

    "Attore e regista italiano. Figlio di Ugo T., recita con il padre in un celebre episodio di I mostri (1963) di D. Risi, nella parte del bambino che riceve lezioni di furbizia dal disonesto genitore. Diplomato presso l’Istituto di stato per la cinematografia, aiuto-regista per il padre e per altri colleghi, recita in piccoli ruoli, finché non diventa protagonista di Qualcosa di biondo (1984) di M. Ponzi, specializzandosi poi in personaggi introversi e complessati (La famiglia, 1987, di E. Scola; Caruso Paskoski (di padre polacco) 1988, di F. Nuti). Piccoli equivoci (1989), con le sue schermaglie e i suoi bisticci amorosi, è un promettente esordio nella regia. Con Ultrà (1990), robusta cronaca degli eccessi della tifoseria calcistica, cambia registro: alla commedia generazionale sostituisce... Approfondisci
  • Sabrina Ferilli Cover

    "Attrice italiana. Tipica bellezza mediterranea nel solco di una lunga tradizione del cinema nazionale, aggiorna agli anni ’90 quel modello di donna procace e schietta, dall’immediata simpatia umana, capace di unire astuzia popolare e buon cuore a curve esuberanti. Riesce a imporsi al pubblico soltanto dopo una serie di piccole parti, spesso interpretate unicamente in virtù della notevole presenza fisica, a partire da Caramelle da uno sconosciuto (1986) di F. Ferrini. Con la Mirella di La bella vita (1994) di P. Virzì inaugura una galleria di donne che, dietro l’apparenza di ingenue sognatrici, sanno far valere una grande forza d’animo, come è il caso della moglie di un imprenditore vittima dell’usura in Vite strozzate (1996) di R. Tognazzi. Naturalmente portata alla commedia (Christmas in... Approfondisci
  • Luca Zingaretti Cover

    Attore italiano. Lavora a teatro con L. Ronconi e P. Stein prima di esordire nel cinema con Gli occhiali d’oro (1987) di G. Montaldo, in un piccolo ruolo, e quindi in Abissinia (1993) di F. Martinotti. Calvo, fisico da lottatore, si fa notare con il personaggio violento e brutale che interpreta in Il branco (1994) di M. Risi e con quello più sfumato e conflittuale in Vite strozzate (1996) di R. Tognazzi. È anche in Tu ridi (1998) di P. e V. Taviani e L’anniversario (1999) di M. Orfini, sempre con una notevole presenza scenica e in ruoli di forte caratterizzazione. Dal 1999 ottiene un vasto consenso di pubblico interpretando il commissario Montalbano, ispirato ai libri di A. Camilleri, in numerose serie televisive prodotte e mandate in onda dalla Rai. Al cinema è invece notevolissima la sua... Approfondisci
Note legali