Within and Without Miles Live 1960 (Limited Edition)

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Artisti: John Coltrane
Supporto: Vinile LP
Numero supporti: 2
Etichetta: Doxy Acv
Data di pubblicazione: 30 giugno 2016
  • EAN: 0889397040062

€ 25,90

Punti Premium: 26

Venduto e spedito da IBS

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Il quintetto di Miles Davis Quintet durante il tour europeo del 1960 fu indelebilmente una delle formazioni più dinamiche di tutta la storia del jazz, non fosse altro per la presenza del giovane Coltrane. In questo doppio vinile troviamo la performance integrale registrata l' 8 Aprile di quello stesso anno presso la Kongresshaus di Zurigo, in Svizzera. Miles e Trane aprirono letteralmente le ali in queste versioni che arrivavano addirittura a toccare i 14 minuti. Wynton Kelly, Paul Chambers e Jimmy Cobb erano le ideali spalle ai voli pindarici di questi due grandissimi visionari. Poco dopo Coltrane avrebbe dato vita al suo quartetto, che possiamo ascoltare in questo concerto immortalato alla Jazz Gallery di New York nel maggio 1960. Dopo un breve tentativo con a bordo il pianista Steve Kuhn, Coltrane si sarebbe orientato sul fido McCoy Tyner. Porprio durante questa residenza Trane iniziò a sperimentare con il sax soprano.
Disco 1
1
If I Were A Bell
2
Fran Dance
3
All Blues > The Theme
4
The Night Has A Thousand Eyes
Disco 2
1
Every Time We Say Goodbye
2
Liberia (Part One)
3
Liberia (Part Two)
4
Summertime
  • John Coltrane Cover

    Sassofonista statunitense di jazz (sax tenore e sax soprano). Impresse una svolta decisiva al jazz successivo al bop di Charlie Parker. Dopo avere suonato l'alto nel '49 nell'orchestra di Dizzy Gillespie, nel '51 fu al sax tenore nel piccolo complesso di Gillespie, rivelando già quella sonorità urlata e risonante che aveva maturato in precedenti esperienze nel rhythm and blues. Nel '53 suonò con Johnny Hodges e dal '55 con Miles Davis: e qui, dopo un'ossessiva esplorazione delle possibilità armoniche e attraverso le «sheets of sound» o «strisce sonore» costituite da brevissime note, trovò nella modalità la chiave risolutiva per la trasformazione sonora del materiale di base, liberando l'improvvisazione (anche seguendo le indicazioni offerte da George Russell e Ornette Coleman) dai limiti strutturali... Approfondisci
Note legali