Categorie

€ 31,90

Venduto e spedito da IBS

29 punti Premium

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Eleonora P.M.

    04/07/2007 20.14.16

    Pur non amando quei rifacimenti moderni e troppo spesso incomprensibili dell'Opera Lirica, a chi si trovi indeciso se far o meno questa spesa, confesso che, io per prima, non abbia trovato questa interpretazioni affatto deludente. La scena su cui muove questo schizzato don Giovanni è un bianco labirinto di porte, fiancheggiato da un inutilmente invidioso Leporello che finirà con il trafiggere mortalmente il padrone, un pò per vendetta, un po' per non vederlo soffrire nel suo inferno privato, e cade su d'entrambi intanto la neve, il gelo della morte onnipresente. Splendido il protagonista di T. Hampson, titano del mondo lirico, che, sfoggiando tutto il suo celebre talento espressivo, ne fa un uomo disperato, e, come tale, lo muove sul palco con un inquietante sorriso oscillante tra follia e ferocia. A pari merito è degno di lode il basso I.D'Arcangelo, che porta sulla scena un Leporello perfettamente ambiguo, che tiene il broncio al suo padrone, ma urla di dolore nell'ucciderlo, come avesse così trafitto anche se stesso e tutto quello che, grazie a don Giovanni, era stato sin ad allora. Di lui, lascia intendere, non sarà più niente, la sua anima morta con l'istrionico padrone. Più flebile l'entusiasmo per i ruoli femminili, eccetto, forse, Zerlina. L'opera si chiude in un candore privo di vita, che fa sentir il vertiginoso vuoto lasciato da don Giovanni, il quale incarna la forza motrice dell'opera e di tutti coloro che vi muovono brancolando dentro.

Scrivi una recensione
  • Produzione: Decca, 2006
  • Distribuzione: Universal Music
  • Area0