Woman in the Nineteenth Century

Woman in the Nineteenth Century

Margaret Fuller

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Enrico Conti
Formato: EPUB
Testo in en
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 293,39 KB
  • EAN: 9788827555255

€ 4,49

Punti Premium: 4

Venduto e spedito da IBS

EBOOK INGLESE
Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Woman in the Nineteenth Century is a book by American journalist, editor, and women's rights advocate Margaret Fuller. The basis for Fuller's essay is the idea that man will rightfully inherit the earth when he becomes an elevated being, understanding of divine love. There have been periods in time when the world was more awake to this love, but people are sleeping now; however, everyone has the power to become enlightened. Man cannot now find perfection because he is still burdened with selfish desires, but Fuller is optimistic and says that we are on the verge of a new awakening. She claims that in the past man, like Orpheus for Eurydice, has always called out for woman, but soon will come the time when women will call for men, when they will be equals and share a mortgage.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Margaret Fuller Cover

    (Cambridgeport, Massachusetts, 1810 - Fire Island, New York, 1850) scrittrice statunitense. Personaggio romanzesco già prima che Hawthorne ne tracciasse un memorabile ritratto nella Zenobia del Romanzo di Valgioconda, fu educata da un padre tirannico e crebbe, secondo le sue stesse parole, «con ambizioni virili in un cuore di donna». Tra le sue opere, il saggio Estate sui laghi (Summer on the lakes, 1844), in cui l’intellettuale del New England si confronta con la vita di frontiera, e La donna nel XIX secolo (Woman in the nineteenth century, 1845), profetica analisi delle potenzialità del femminismo in America. Nel 1846 la F. partì per un lungo viaggio in Europa, dove conobbe Wordsworth e Carlyle, George Sand e Chopin, Mazzini, di cui si fece fervida sostenitrice, e il mazziniano marchese... Approfondisci
Note legali