La zia Irene e l'anarchico Tresca. Copia autografata

Enrico Deaglio

Collana: La memoria
Anno edizione: 2018
In commercio dal: 20 settembre 2018
Pagine: 288 p., Brossura
  • EAN: 0001121470130
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione

Enrico Deaglio inventa un romanzo dei fatti e della fantasia, e scrive pagine avvincenti e inedite della nostra storia.

«Si accostò al quadro e gli comparvero geometrie, strutture interne, frecce, cerchi, nomi, legami, doppi legami. [...] «“È un quadro di un artista newyorkese, Mark Lombardi. L’unico artista al mondo ad aver avuto l’idea di dipingere il denaro nella sua essenza, la sua velocità, la sua ferocia. Si era dedicato a dipingere il denaro caldo, il grande riciclaggio, l’opacità della finanza, la verità finanziaria”»

I legami tra la criminalità siciliana sbarcata in America e l’egemonia statunitense sulla politica italiana, la trasformazione del potere fascista nel rispettabile establishment economico del dopoguerra, la soppressione delle voci dissonanti, gli omicidi perfetti, il conflitto permanente. Nel secondo decennio del XXI secolo l’Italia non è più quella che conosciamo, anche se le somiglia parecchio. Gli attentati scuotono le città, la minaccia di una invasione islamica condiziona la vita quotidiana, l’economia garantisce ricchezza solo a chi è già ricco, ed esclude chi lavora. Tutto sembra poter crollare da un momento all’altro. Il dottor Marcello Eucaliptus riceve in eredità una valigia da una zia eccentrica, ex funzionaria del ministero dell’Interno. Per ritirarla Marcello si reca al ristorante romano affacciato sul fiume dove Pier Paolo Pasolini fece la sua ultima cena, e nei pressi ad attenderlo trova un gruppo inaspettato. Si tratta di un club di persone che hanno lavorato per decenni nel settore della Sicurezza Nazionale, lo stesso in cui ha prestato servizio sua zia, indagando i misteri d’Italia, le infinite ramificazioni del potere, della finanza, della criminalità organizzata. Nella valigia che lo aspetta Marcello scopre una serie di documenti, fotografie, testi, passaporti, contenitori sigillati. E scorge un’esaltante ossessione, l’emozione della storia e della verità. Inizia così un’indagine che scruta un secolo di intrighi italiani e internazionali, tra anarchici eliminati a New York negli anni Quaranta - a partire proprio da quel Carlo Tresca, antifascista inviso al regime assassinato sulla Fifth Avenue a colpi di pistola nel gennaio del ’43 - e banchieri che muoiono bevendo un caffè, gangster come Lucky Luciano che aiutarono gli americani a vincere la guerra e comunisti con il marchio dell’assassino. Ne emerge una verità nuova, che forse può aiutare a capire il presente e a costruire il futuro, ma anche a proteggere il passato. Una verità che Marcello vorrà comprendere e ricostruire, immergendosi nella storia collettiva e individuale, nel destino di individui che a partire dai propri sogni, dalle proprie convinzioni, dai propri interessi senza scrupoli, hanno edificato il mondo in cui si trova a vivere.

€ 11,90

€ 14,00

Risparmi € 2,10 (15%)

Venduto e spedito da IBS

12 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Walter Molinari

    15/10/2018 12:23:25

    Convinto da un'intervista all'autore ascoltata per radio, ho acquistato questo breve romanzo e sono rimasto deluso (molto considerando le aspettative). Senz'altro interessante il puntiglioso racconto di eventi passati che hanno avuto per protagonisti personaggi storici, seppur oggi poco noti, eventi che i protagonisti del libro si affanno ad incastrare in una para-storia che spiegherebbe l'origine dei mali italiani, passati e attuali. Non altrettanto avvincente, né convincente a mio modestissimo parere, è il tentativo di allacciarla ad una prossima realtà distopica, nella quale gli stessi protagonisti devono impedire all'ultimo minuto il verificarsi di un evento "fine di mondo".

  • User Icon

    Lapo

    09/10/2018 16:37:52

    Deaglio fa tesoro dell’esperienza maturata nei lavori d’archivio e nella raccolta di testimonianze per i suoi due volumi “Patria”, e costruisce con sagacia un intrigante romanzo che, partendo da una misteriosa valigetta piena di ritagli di giornale, lettere e fotografie d’epoca, delinea la vita di Carlo Tresca, misconosciuto anarchico, sindacalista, antifascista, assai popolare fra i lavoratori d’oltreoceano per il suo attivismo come organizzatore di scioperi. La figura di Tresca è il pretesto per dipingere l’affresco della New York a partire dai primi del novecento e nella prima metà del secolo e per descrivere le famiglie mafiose italoamericane, le loro attività illecite, il loro ruolo e peso nella politica statunitense – e non solo – ai massimi livelli. In questo mosaico si ritrova la genesi di varie zone d’ombra della Repubblica italiana, dalla strage di Portella della Ginestra al sequestro Moro passando per Sindona, Andreotti, Vidali, il principe Borghese. Si legge con gusto e curiosità, fino alla conclusione pirotecnica.

  • User Icon

    Alessandra

    23/09/2018 15:49:24

    Libro stupendo, pieno di passione. Rimane sicuramente nel cuore

Scrivi una recensione