Carrello Lista desideri Login Registrati Aiuto e FAQ Buoni regalo Spedizioni
Ricerca
Libri
Narrativa italiana  Moderna e contemporanea (dopo il 1945) 

Ervas Fulvio - Se ti abbraccio non aver paura

Se ti abbraccio non aver paura Scarica le prime pagine TitoloSe ti abbraccio non aver paura
AutoreErvas Fulvio
Prezzo € 14,45
(Prezzo di copertina € 17,00)
Dati2012, 319 p., brossura
EditoreMarcos y Marcos  (collana Gli alianti)
 
Disponibile anche usato a € 8,50 su Libraccio.it

Disponibilita immediata

Aggiungi alla lista dei desideri Segnala il libro ad un amico 
nectarQuesto prodotto dà diritto a 14 punti Nectar.
Per saperne di più
62 recensioni|Invia recensione
Condividi 
FacebookTwitterTwitterTwitterTwitter
altri
Descrizione
Il verdetto di un medico ha ribaltato il mondo. La malattia di Andrea è un uragano, sette tifoni. L'autismo l'ha fatto prigioniero e Franco è diventato un cavaliere che combatte per suo figlio. Un cavaliere che non si arrende e continua a sognare. Per anni hanno viaggiato inseguendo terapie: tradizionali, sperimentali, spirituali. Adesso partono per un viaggio diverso, senza bussola e senza meta. Insieme, padre e figlio, uniti nel tempo sospeso della strada. Tagliano l'America in moto, si perdono nelle foreste del Guatemala. Per tre mesi la normalità è abolita, e non si sa più chi è diverso. Per tre mesi è Andrea a insegnare a suo padre ad abbandonarsi alla vita. Andrea che accarezza coccodrilli, abbraccia cameriere e sciamani. E semina pezzetti di carta lungo il tragitto, tenero Pollicino che prepara il ritorno mentre suo padre vorrebbe rimanere in viaggio per sempre.

La recensione di IBS
Ho letto in passato gli scritti di Temple Grandin, e anche Un antropologo su marte di Oliver Sacks. Ho letto L'autismo di Uta Frith. Ho chiaccherato con alcuni specialisti e con genitori che vivono il problema dell'autismo.
La letteratura scientifica e non che tratta i Disturbi dello Spettro Autistico è abbastanza vasta, è facile perdersi. Forse l'unico modo è aggrapparsi alle emozioni, galleggianti in un oceano così intricato e ancora in un fase di primitiva esplorazione. Alcuni passi sono stati fatti ma c'è ancora molto da fare per aiutare chi è affetto da autismo.
Chi si sta muovendo in questa direzione è Franco Antonello e le persone che con lui hanno dato vita alla Fondazione I Bambini delle Fate. Franco Antonello è il padre di Andrea, un ragazzo autistico di diciotto anni. La loro storia, o meglio la storia di un incredibile on the road che li ha visti protagonisti per le strade degli Stati Uniti, Messico, America Latina, è raccontata nel romanzo di Fulvio Ervas, Se ti abbraccio non aver paura, edito da Marcos y Marcos.
Ci si può sbilanciare qualche volta quando si incrocia un libro meraviglioso. E questa è una di quelle volte. Franco Antonello conosce lo scrittore Fulvio Ervas e gli affida per oltre un anno, tutti i ricordi della vacanza trascorsa con suo figlio Andrea. Due mesi e mezzo di strade, volti, emozioni.
Fulvio Ervas ne ha confezionato un romanzo che ha dell'incredibile per quanto riesce a restituire a chi legge, anche il più piccolo dettaglio di quella straordinaria esperienza. Nell'estate del 2010 Franco Antonello e il figlio Andrea raggiungono Miami dove noleggiano una moto Harley Davidson.
È un on the road a tutti gli effetti. Non ci sono prenotazioni. Ogni giorno si dorme in un posto diverso. Ogni giorno si conoscono persone nuove. Andrea per conoscerle tocca loro la pancia, le abbraccia. È una sua abitudine. Franco e sua moglie, la mamma di Andrea, si erano anche inventati delle magliette anni prima, in cui avevano scritto "se ti abbraccio non aver paura", un avvertimento per non spaventare chi veniva prescelto dalle attenzioni del figlio.
Quel messaggio sulle t-shirt sarebbe poi diventato il titolo del romanzo. Sono pagine con un passo da maratoneta e incredibilmente ti ritrovi ad avere fiato sufficiente per poter sostenere quel passo. Leggi di un'avventura, come quando leggevi romanzi d'avventura per ragazzi. Due eroi sopra una moto. A volte piangi. Quando le parole ti restituiscono l'anima grande di un padre. Quando quelle senza filtro di Andrea (scrive attraverso un pc) ti chiudono lo stomaco per quanto sono potenti, dolorose, vere.
Si scoprono molte cose sull'autismo, c'è speranza, c'è magia, c'è uno spietato realismo. L'idea vincente è stata quella di affidarsi a uno scrittore professionista che ha compreso l'importanza di una storia. I due protagonisti diventano personaggi che immediatamente conquistano il lettore.
Franco Antonello impiegherà la quota a lui spettante del ricavato dalle vendite di questo libro per contribuire alla costruzione di una casa per Jorge, ragazzo autistico che vive in una baracca nella foresta del Costarica.

A cura di Wuz.it

I vostri commenti
Recensioni 1 - 20 di 62 recensioni presenti.  Media Voto: 4.14 / 5 | Invia recensione

Ruggero (25-08-2013)
Romanzo decisamente noioso e poco interessante, il tema dell'autismo non è molto approfondito nonostante le oltre 300 pagine del libro, che risulta povero di contenuti e assai ripetitivo. Praticamente assente la descrizione dei luoghi magnifici visitati dai protagonisti, non lo consiglio, soprattutto a chi sia interessato all'autismo o alle Americhe
Voto: 2 / 5
claudia (06-08-2013)
Inutile aggiungere altre lodi a questo libro, piuttosto direi a tutte quelle persone che si sono lamentate di come è descritto lo stato di Andrea che l'autismo può presentarsi in vari modi, è diverso da individuo e individuo e le reazioni di chi sta a fianco di persone "dipendenti" (come poi viene definito nel racconto dallo stesso papà, Franco) possono essere le più svariate. Ervas riesce a farti entrare in punta di piedi in un mondo (quello visto con gli occhi di chi vive a fianco dell'autismo ogni giorno) che sicuramente non è nel quotidiano della maggioranza delle persone, ma con rispetto e anche un po' di serenità, ci porta in giro con il coraggioso Franco (vorrei vedere quanti padri affronterebbero un viaggio così, nonostante i pareri contrari di tutti) e il mondo incantato di Andrea... di cui, prima della fine, vi sarete innamorati tutti.
Voto: 5 / 5
josim (26-07-2013)
Un libro da leggere. Certe parti sono molto narrative, raccontano del viaggio puro e semplice. Ma altre sono molto toccanti e fanno capire l'amore profondo che lega padre e figlio, il timore per il futuro, la gioia per incontri inaspettati. Consigliato.
Voto: 4 / 5
Dublino80 (26-05-2013)
A me è piaciuto tanto, delicato sensibile coraggioso. Ci sono delle riflessioni non banali, effettivamente la diversita è punibile se non per legge per abitudine mentale. Mi è piaciuta molto la frase che dice la vita sarà pure una talpa che avanza a zig zag ma ogni tanto emerge dalla luce. Io lo consiglio.
Voto: 4 / 5
Sophie (17-05-2013)
E' un libro molto coinvolgente, delicato, tenero e commovente. Si legge volentieri e le parole arrivano al cuore!
Voto: 4 / 5
Gra (03-05-2013)
E' vero, non sarà un capolavoro, ma a me è piaciuto molto viaggiare con Andrea e Franco per tutta l'America. Forse è un po' romanzato, ma traspare tutto l'amore di questo padre per un figlio particolare, la difficoltà di amarlo nonostante tutto.
Voto: 3 / 5
cristina (16-03-2013)
Impossibile per me non fare paragoni con "Zigulì" letto relativamente di recente. Mentre là c'era un padre veramente incazzato per la sorte del proprio figlio, qua ho trovato un padre più rassegnato, quasi pacificato (forse perché l'autismo di Andrea è più "gestibile" di quello di Moreno?). Il racconto del viaggio va via liscio, si legge bene ma si dimenticherà presto credo. Mi ha colpito il concetto che dà il titolo al romanzo: un abbraccio spesso fa paura, forse siamo diffidenti verso il contatto fisico, da parte di estranei ancor di più. Un abbraccio imprevisto invade il nostro spazio fisico e mentale e ce ne ritraiamo come fosse una violenza. Gli essere umani (che si definiscono "normali") hanno dato una disciplina regolamentata anche all'affetto e si spaventano sempre di ciò che non capiscono.
Voto: 3 / 5
rosalba (06-01-2013)
Le descrizioni dei paesaggi e anche dei sentimenti e stati d'animo, mi hanno dato la sensazione di viaggiare insieme ad Andrea e suo padre. E' una storia bellissima, la forza di un padre nell'affrontare la 'malattia' del figlio. Ti lascia dentro sentimenti nuovi e devo dire che da una lezione di vita. Lo consiglio.
Voto: 5 / 5
Monica (29-11-2012)
Un libro molto dolce, delicato e nel frattempo forte, intenso e penetrante. L'ho amato. Per me e' stato un viaggio non solo attraverso l'America ma anche dentro Andrea e dentro suo padre. Tre viaggi in uno! Ho pianto e mi sono commossa.
Voto: 5 / 5
Francesca (09-11-2012)
La storia di un bel viaggio realmente vissuto che coinvolge con semplicità ed emozione. C'è la vita vista con gli occhi di un ragazzo autistico, di un genitore, degli altri. E gli altri siamo anche noi.
Voto: 4 / 5
Ago (08-11-2012)
Come scrive lo stesso Ervas ad un certo punto del suo romanzo, questo libro è "vita pura"!
Voto: 4 / 5
ru (05-11-2012)
Un libro che quasi si ha paura a giudicare perchè parla dell'autismo, di un padre e di un figlio, del loro amore , della voglia di trovarsi nonostante la malattia. Rispetto tutto, però il libro è stato scritto e io l'ho comprato quindi un po' il mio parere lo voglio dare e.....non mi è piaciuto! Dopo averlo finito mi ha lasciato poco, molto poco!
Voto: 3 / 5
Daniele (02-11-2012)
Sono pochi i libri che a pagina 7 ti hanno già fatto commuovere, ridere e commuovere nuovamente. Sicuramente una lettura scorrevole e piacevole consigliato.
Voto: 5 / 5
ERICA (18-10-2012)
Un libro che racconta di un Amore Unico, come solo lo può essere quello di un genitore per un figlio. Una storia vera, che racconta di un viaggio in moto attraverso l'America, di Franco e suo figlio Andrea, diciottenne, autistico, meraviglioso. Molto spesso quando i genitori parlano dei problemi di salute che possono avere i figli, lo fanno raccontando la sofferenza, il dolore, la fatica...ecco in questo libro, nonostante ovviamente si capisca quanta forza debbano avere i genitori di Andrea per vivere dentro questa "bufera" si parla solo di Amore. Ed è un libro che è poesia, e che tutti dovrebbero leggere.
Voto: 5 / 5
Silvia (10-10-2012)
Mi è accaduta una cosa strana. Mentre leggevo il libro (che di per se' mi è piaciuto moltissimo), con il sottofondo della radio...Beh, nemmeno a farlo di proposito, ho visto in tv proprio i due protagonsti del romanzo, Franco e suo figlio Andrea. Mi sono molto emozionata ascoltando la loro intervista. Probabilmente la storia è un po' romanzata, ma Andrea è un ragazzo sveglio, e suo padre è una persona coraggiosa e molto intelligente. Mi spiace che alcune persone non abbiano saputo "leggere" oltre le pagine di questo libro. Consigliato!!
Voto: 5 / 5
pamela (28-09-2012)
ho letto diversi mesi fa questo libro ma ricordo bene le emozioni che mi ha fatto provare: non so quanto di vero c'è, leggo molte recensioni che dubitano della storia, forse lo scrittore ha riportato in maniera più romanzata il vero viaggio di Andrea e del suo papà l'uno nell'altro. Ammiro la forza di quest'uomo e della sua famiglia, ho voluto bene ad Andrea e ho ringraziato Dio ancora una volta di avere figli sani.Non sempre serve cercare il pelo nell'uovo, pertanto lo consiglio a chi ama le forti emozioni.
Voto: 4 / 5
Pierpaolo (27-09-2012)
Cosa c'è di reale in questo libro? Vorrei vedere con i miei occhi la diagnosi di autismo e vorrei anche vedere il ragazzo mentre scrive, da solo, le frasi riportate. L'autore stesso dice aver romanzato parecchio, aggiustato le frasi, poi dice che è una storia vera anzi verissima...???? Consigliato solo se si è consapevoli che è un romanzo, spesso anche noiosetto. Punto.
Voto: 2 / 5
Sarah saraconlh@libero.it (20-09-2012)
L'ho preso dopo aver visto le invasioni, la storia fa già romanzo ma il romanzo per me è stato deludente (o forse avevo troppe aspettative io) veloce approssimativa a tratti pare pure irreale c'è tanto ma c'è poco di tutto quello che avrei pensato di trovarci.
Voto: 2 / 5
Mario (06-09-2012)
Il libro è molto bello, umanissimo, allo stesso tempo commovente e spiritoso. Nonostante l'argomento (l'autismo) la sua lettura diverte e fa riflettere senza mai cadere nel vittimismo. Anzi, per il lettore è una grande lezione di vita.
Voto: 5 / 5
tina (05-09-2012)
libro scorrevole, mi è piaciuto ma anche io come altri sono convinta che non sia un capolavoro, non sono esperta di ragazzi autistici, per questo avrei voluto saperne di più, come tutto è cominciato, quali sono le fobie di Andrea, e come la vivone i genitori, qui tutto è detto ma a sprazzi, manca di profondità sull'argomento. Probabilmente era questo l'intento dell'autore ma io come lettrice, avrei voluto saperne di più.
Voto: 3 / 5
Recensioni 1 - 20 Recensioni 21 - 40 Recensioni 41 - 60 Recensioni 61 - 62

Ricerca Ricerca avanzata
Libri
Libri in italiano
Libri in inglese
Outlet -50%
Libri scolastici
eBook
eBook
eReader
Mobile App
Musica
CD musicali
Vinili
MP3
DVD musicali
Blu-ray musicali
Film e video
DVD
Blu-ray
Giochi
Videogiochi
Giocattoli
Cartoleria e scuola
Sport e svago
Sport
Gadget e accessori
Librerie
Bergamo
Bologna
Ferrara
Firenze
Lecco
Mantova
Novara
Padova
Roma
Treviso
Il mio IBS
I miei dati
IBS Premium
I miei ordini
Lista dei desideri
Le mie preferenze
IBS consiglia
Stampa la tua card

 

Informazioni utili:
Spese e tempi di spedizione
Punti di ritiro
Invio regali
Buoni acquisto (Happy Card)
FAQ
Condizioni generali di vendita
Informativa sulla privacy
PuntiNectar

Pagamenti:
Carte di credito
Carta di credito accettate
PayPal
Paypal
Contrassegno

Come contattarci:
Invio messaggi al servizio di Assistenza Clienti
Tutti i contatti
• Telefono: +39 02 91435230
• Fax: +39 02 91435290

• Seguici su  Facebook Twitter

Servizi per i clienti:
Password dimenticata
Controllo e modifica dei propri dati
Verifica degli ordini effettuati

Opportunità per aziende e enti:
Servizi per le biblioteche
Programma di affiliazione (Informazioni generali)
Accesso alla sezione riservata Partnership Programme IBS
Accesso alla sezione riservata TradeDoubler

Concessionaria di pubblicità:



Con la collaborazione di Argento vivo per il settore editoria libraria

Ufficio stampa: Daniela Ravanetti

Altri siti del network IBS:
Libraccio.it
MYmovies.it
Wuz.it
Librerie Ubik
IBS

Internet Bookshop Italia S.r.l.
Sede Legale Via Giuseppe Verdi n.8 - 20090 Assago MI
Reg. Imprese di Milano 12252360156
R.E.A. Milano 1542508
P.IVA 12252360156
Capitale sociale € 1.054.852 i.v.
IBS è una società soggetta a direzione e coordinamento di Emmelibri srl

Copyright © 1998-2014 Internet Bookshop Italia, tutti i diritti riservati

Licenza SIAE n. 229/I/05-359.


Funzione di ricerca basata su FACT®Finder di OMIKRON

 


IBS