Categorie
Compositore: Giacomo Puccini
Direttore: Riccardo Chailly
Supporto: CD Audio
Numero dischi: 2
Etichetta: Decca
Data di pubblicazione: 10 settembre 1999
  • EAN: 0028946607022

€ 39,90

Venduto e spedito da IBS

40 punti Premium

Disponibile in 2 settimane

Quantità:
Aggiungi al carrello
Disco 1
  • 1 "Questo mar rosso"
  • 2 "Pensier profundo!"
  • 3 "Legna!"
  • 4 "Si può?"
  • 5 "Io resto"
  • 6 "Chi è là?"
  • 7 "Si sente meglio?"
  • 8 "Che gelida manina"
  • 9 "Sì. Mi chiamano Mimì"
  • 10 "O soave fanciulla"
  • 11 "Aranci, ninnoli! Caldi i marroni e caramelle"
  • 12 "Chi guardi?"
  • 13 "Viva Parpignol!"
  • 14 "Oh!...Essa!...Musetta!"
  • 15 "Quando men vo"
  • 16 "Chi l'ha richiesto?"
Disco 2
  • 1 "Ohè là, le guardie! Aprite!"
  • 2 "Sa dirmi, scusi, qual'è l'osteria"
  • 3 "Mimì!"
  • 4 "Marcello. Finalmente!"
  • 5 "Mimì è una civetta"
  • 6 "Mimì è tanto malata!"
  • 7 "Donde lieta uscì al tuo grido"
  • 8 "Dunque è propio finita!"
  • 9 "In un coupé?"
  • 10 "O Mimì, tu più non torni"
  • 11 "Gavotta!"
  • 12 "C'è Mimì"
  • 13 "Vecchia zimarra, senti"
  • 14 "Sono andati? Fingevo di dormire"
  • 15 "Che avvien?"
Mostra tutti i brani

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    simone

    30/05/2010 23.26.45

    Edizione interessante ma purtroppo discontinua. Eccellente, magnifica la direzione di Chailly, vero prodigio di colori orchestrali, sapienza nel fraseggio, splendide sottolineature strumentali.I tempi, poi, sono finalmente ben dosati, a tratti giustamente briosi- troppe volte si sono ascoltate Boheme melense sin dall'esordio del primo quadro, malinconiche anche ove non richiesto da Puccini.Chailliy invece coglie nel segno, ed è assolutamente convincente. Male purtroppo i due protagonisti, anche se per ragioni opposte. La Gheorghiu è brava, ottima intonazione e bel fraseggio, ma il suo timbro è più drammatico che lirico e mal si adatta al ruolo di Mimì, molto dolce, struggente. Quindi la sua interpretazione, pur apprezzabile, non convince e non coinvolge come dovrebbe. Alagna invece avrebbe un timbro accettabile per Rodolfo, ma gigioneggia spesso a sproposito, ha un uso del vibrato piuttosto fastidioso, tende a "ingolare" spesso i suoni e eccede spesso nelle corone solo per fare la voce grossa a beneficio del pubblico dall'applauso facile. In più a livello di fraseggio è assai modesto, anche e soprattutto rispetto alla moglie nonchè collega Gheorgiu.

Scrivi una recensione