Metropolis - CD Audio di Francesco Guccini

Metropolis

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: EMI
Data di pubblicazione: 20 marzo 1997
  • EAN: 0724385642326

€ 25,50

Punti Premium: 26

Venduto e spedito da IBS

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto tornerà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Disco 1
1
Bisanzio
2
Venezia
3
Antenor
4
Bologna
5
Lager
6
Black-out
7
Milano
5
di 5
Totale 2
5
2
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    MAX67

    01/08/2005 15:39:49

    TUTTO IL DISCO RESTA NELTEMPO FORSE SOLO MILANO , NON E' GRANCHE IL RESTO SONO DEI PEZZI DI STORIA CON BISANZIO SU TUTTE ,MI DISPIACE CHE CHI MI HA PRECEDUTO NON L'ABBIA SEGNALATA, MA QUESTA CANZONE HA UN TESTO E UNO SVOLGIMENTO MUSICALE UNICI ,IO NON HO MAI SENTITO DA NESSUN CANTAUTORE UNA DESCRIZIONE DI UNA CITTA O DI UN LUOGO DEL PASSATO MA ANCHE DEL PRESENTE COSI' INTENSA E COINVOLGENTE CON UN FINALE DA ROMANZO . CAPOLAVORO

  • User Icon

    Alessandro Rodighiero

    14/06/2005 20:34:43

    Come mai Guccini ha voluto chiamare quest' album "Metropolis"? Manca il motivo, o almeno i testi non lo svelano, ma ciò non importa: è un passaggio importante per Guccini: qui si fanno strada due canzoni che ancora oggi sono ascoltate e amate: "Venezia", una tragica storia che vede come protagonisti una donna che muore di parto, e il suo bimbo che deve farsi forza e vivere, poi c' è "Bologna", rivisitazione della città dove l' autore crebbe tra chitarre e osterie. "Lager", il cui contenuto si può ben supporre, è una canzone alla quale è difficile arrivare alla fine senza spargere almeno una lacrima: il ritmo è lento e la voce è dura, tragica, seria, per essere immersi nelle vicende dell' Olocausto. Subito dopo "Lager", dai contenuti drammatici, abbiamo "Black out", canzone vivace e orecchiabile dove Guccini, prendendo a pretesto un black out, canta alla moglie di ciò che vorrebbe essere in sette vite, ma in fondo a lui va bene così (tema che rinnegò con "L' avvelenata"). Queste sono solo alcune delle tracce di questo album, che segna un traguardo per l' autore, sparando "Metropolis" nell' Olimpo della produzioine discografica italiana.

  • Francesco Guccini Cover

    Cantautore mito di più di una generazione, anche la sua attività di scrittore si configura come una delle esperienze più originali e suggestive della scena letteraria italiana dell'ultimo decennio. Sporadicamente anche attore, autore di colonne sonore e di fumetti. Fino alla metà degli anni Ottanta ha insegnato lingua italiana al Dickinson College di Bologna, scuola off-campus dell'Università della Pennsylvania. Ha anche lavorato come docente presso la sede bolognese della Johns Hopkins University (Washington, DC, USA). La sua vita si è svolta tra Modena, Pàvana e Bologna. Tra i suoi libri si ricordano: Cronache epifaniche (Feltrinelli, 1989, ripubblicato da Mondadori nel 2013), Vacca di un cane (Feltrinelli, 1993), Storie d'inverno (Mondadori,... Approfondisci
Note legali