Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Recensioni Nelle isole estreme

  • User Icon
    30/06/2020 10:29:30

    L'unico motivo per cui ho scelto questo libro sono state le Orcadi, luogo di una bellezza mozzafiato. Le pagine ambientate lì - per fortuna quasi tutte - sono state esattamente quello che speravo, anzi di più: il racconto senza fronzoli di un posto magico e dei suoi abitanti, che vivono di allevamento, pesca e leggende, fanno comunità e convivono con la grandiosità e l'asperità degli elementi; l'immersione in una realtà affascinante e fuori dal mondo; l'incontro con gli animali selvatici e la natura incontaminata. Ho amato moltissimo le descrizioni della quotidianità dell'autrice su Papay, il potere taumaturgico dell'isola remota, la solitudine che si riempie piano di ogni cosa, tanto da trasformare una scelta coraggiosa in un cammino, fragile ma tenace, di fortificazione. È un memoir ben scritto, intenso e diverso, un inno alla magnificenza della natura e al suo potere curativo con un bel messaggio di forza interiore e rinascita. Un libro che rimarrà con me per molto tempo.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    26/07/2019 19:18:44

    Ambientato prevalentemente alle Orcadi, narra di una giovane donna alla ricerca della libertà: dalla famiglia, dalla claustrofobia delle isole, e successivamente dell’alcol. Impegnativo ma molto interessante. Non per tutti.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    23/09/2018 09:13:00

    Ho scoperto questo libro seguendo i consigli di lettura di Florence Welch (Florence+ the machine) e...grazie a dio! Dalla caduta alla rinascita, Amy Liptrot ci fa scavare nella sua vita: il trasferimento a Londra dalle isole Orcadi, il baratro dell'alcolismo e una vita che piano piano perde di significato senza riuscire a costruire nulla. Ma toccare il fondo insegna che è arrivato il momento di rialzarsi e ripartire proprio da quei luoghi da cui tanto ci si era allontanati. L'autrice ritorna nelle isole natie e da queste terre selvagge battute dai gelidi venti del nord trae nuova forza vitale. Una bellissima scoperta!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    21/09/2018 13:46:10

    Nessuna aspettativa delusa. Le Orcadi, dapprima abbandonate per perdersi nella metropoli londinese e poi ritrovate, per ricostruirsi e recuperare una propria integrità fisica e mentale, rappresentano per l'autrice un'ancora di salvezza contro il male di vivere: diventano un inno alla vita, alla bellezza della natura, nuovo corpo e anima dell'autrice, metafora di salvezza espressa tramite venti, mareggiate, l'Outrun e la fauna locale. Sicuramente un buon esordio per Amy Liptrot.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    17/08/2017 17:44:42

    le aspettative che avevo sono state deluse, mi è sembrato di leggere un documentario sugli uccelli.

    Leggi di più Riduci