Le 23 regole per diventare scrittori

Pierdomenico Baccalario,Alessandro Gatti

Illustratore: L. Calfapietra, N. Giacomin
Editore: Mondadori
Anno edizione: 2016
Pagine: 221 p., ill. , Brossura
  • EAN: 9788804664895

Età di lettura: Da 12 anni

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 11,05

€ 13,00

Risparmi € 1,95 (15%)

Venduto e spedito da IBS

11 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

Indice

Biografie autori
Biografie autori
Introduzione all'introduzione
Introduzione


I. Un piccolissimo specchio. «Tutto comincia da chi scrive, ovvero... da te!»
II. Uno strano foglio. «Combatti il tuo primo nemico: la pagina bianca.»
III. Un paio di occhiali senza lenti. «Come si guarda il mondo per trovare ispirazione.»
IV. Una foto di classe in bianco e nero. «Per creare i personaggi delle tue storie parti da persone che conosci.»
V. Un soldatino di piombo. «Una storia ha bisogno dell'eroe. Ma chi è l'eroe?»
VI. Il passaporto di nessuno. «È bene sapere chi sono i personaggi della tua storia. avere una scheda per ognuno di loro potrebbe essere un'ottima idea.»
VII. Il mirino di un vecchio fucile. «Il protagonista di ogni storia ha un obiettivo. Non perderlo di vista perché, in un certo senso, quello è anche il tuo obiettivo.»
VIII. Due fiori intrecciati. «I fatti che accadono nella vita reale cambiano le persone, quelli che avvengono in una storia cambiano i personaggi, non dimenticarlo!»
IX. Un tabellone del gioco dell'oca. «Una trama è un percorso fatto di tante tappe. Fatti un'idea (anche vaga) di quale potrebbe essere questo percorso.»
X. Una moneta con due teste. «Sei in cerca di un idea per la tua storia? Prova a immaginare le cose in modo diverso da come sono nella realtà.»
XI. Una minuscola cornicetta d'oro. «Ogni storia dovrebbe avere un cuore, un nocciolo che è facile ricordare.»
XII. Una cartina di Venezia. «Ogni storia è ambientata in un luogo e quando si tratta della tua storia è bene che tu ti ci sappia orientare con sicurezza,. Una mappa può essere davvero utile.»
XIII. Un biglietto per il Polo Nord. «Ti trovi a corto di idee per una storia? Prova a fare qualcosa di insolito!»
XIV. Le stringhe di una scarpa da tennis. «Ti potrà sembrare strano, ma a volte la cosa migliore per scrivere bene è... smettere di scrivere per un po' e fare qualcos'altro!»
XV. Un semplice vocabolarietto. «Anche uno scrittore ha i suoi "ferri del mestiere", ovvero gli strumenti indispensabili che deve avere con sé quando sta scrivendo.»
XVI. Un elegante astuccio di velluto blu. «Lo stile non è tutto, ma è molto, molto importante saperlo scegliere.»
XVII. Un'agendina. «Una storia si può raccontare in modi molto diversi, una delle prime cose da scegliere sarà se scrivere in prima o in terza persona.»
XVIII. Una lingua di gatto. «La lingua è importantissima, quindi studiala e allenati a usarla.»
XIX. Un disco a 45 giri. «Il modo migliore per correggersi è leggere ciò che si è scritto ad alta voce.»
XX. Un coltellino a serramanico. «Lungaggini e sbrodolature fanno male alle storie che scrivi. Impara a "tagliare via", lasciando solo l'essenziale.»
XXI. Una limetta per le unghie. «Quando hai finito di scrivere la tua storia, in realtà... non hai davvero finito! C'è SEMPRE qualche piccola cosa da sistemare.»
XXII. Un'etichetta vuota. «Qual è la prima cosa che si legge di un libro? Il titolo. Ecco perché è così importante.»
XXIII. Un "coso" indecifrabile