Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

L' aleph - Jorge L. Borges - copertina

L' aleph

Jorge L. Borges

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Traduttore: F. Tentori Montalto
Curatore: T. Scarano
Editore: Adelphi
Edizione: 6
Anno edizione: 1998
In commercio dal: 25 novembre 1998
Pagine: 172 p.
  • EAN: 9788845914201
Salvato in 346 liste dei desideri

€ 15,20

€ 16,00
(-5%)

Punti Premium: 15

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA Verifica disponibilità in Negozio

L' aleph

Jorge L. Borges

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


L' aleph

Jorge L. Borges

€ 16,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

L' aleph

Jorge L. Borges

€ 16,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (9 offerte da 15,20 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Per molti lettori di questi ultimi decenni "L'Aleph" è il libro dove scoprirono non solo un nuovo grande scrittore, ma un nuovo modo di essere della letteratura. Fu una specie di folgorazione, che poi si trasmise a tutta l'opera di Borges. Intanto, i titoli di alcuni di questi racconti (da "Lo Zahir" a "Deutsches Requiem", da "La ricerca di Averroè" a "L'immortale") entravano nella geografia mentale dei lettori come luoghi da sempre familiari e misteriosi.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,33
di 5
Totale 12
5
5
4
6
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    francesco 44

    16/02/2021 15:33:10

    Leggendo questo libro si ha la consapevolezza di non poterne cogliere l'intero disegno, eppure è impossibile farne a meno...

  • User Icon

    iolanda

    17/05/2020 12:06:14

    Forse tra i suoi migliori. Ottimo libro.

  • User Icon

    Sara

    14/05/2020 09:14:50

    Questo è uno di quei libri che ti cambia la vita. Inutile sottolineare le capacità artistiche dell’autore ma io consiglio in particolare questo libro perché, anche se spesso è complesso da seguire, è meraviglioso.

  • User Icon

    Tina

    13/05/2020 16:58:33

    Un consiglio, spassionato e appassionato: fatevi del bene, leggetelo. Ogni storia è un libro. Di tutti questi racconti, splendidi, io amo particolarmente quello dei due teologi, ambientato, in parte, nell'antica Aquileia paleocristiana, ma anche il primo, "L'immortale" racchiude pagine di potente forza epica e di grande suggestione. L'Aleph, da leggere specularmente con l'altro grande libro di Borges, "Finzioni". Un ottimo inizio, per poi perdersi tra le altre opere di questo grande autore. Vale il motto: "Quando penso che avrò libri così da leggere,so che potrò essere ancora felice". Borges, per me, è una delle forme della felicità.

  • User Icon

    Santa

    11/05/2020 16:14:48

    Sicuramente un libro non semplice da leggere e dedicato a chi vuole spingersi oltre la semplice lettura d'evasione.Una raccolta di racconti che si distingue per la sua unicità nello stile,con i suoi periodi fitti e asciutti,che ti obbligano a leggerli più e più volte.Il lettore si imbatte in continui riferimenti alla filosofia e alla letteratura che si intrecciano con riflessioni esistenziali di incredibile spessore.

  • User Icon

    giovanni

    20/09/2019 18:13:28

    Questo testo mi ha cambiato la vita perché mi ha avvicinato alla letteratura ispano-americana. Lo stile può sembrare a tratti complesso ma, se letto con attenzione, questo è un libro che propone molti spunti di riflessione. Consigliatissimo a tutti, specialmente a chi gradisce le raccolte di racconti.

  • User Icon

    Emilio

    19/09/2019 19:11:04

    Lo stile di Borges è sempre rinoconoscibile e unico, spiazza con il suo essere cosí distante da qualsiasi altra cosa abbia letto. Libro letto con un po' di difficoltá, per la tortuositá dei concetti espressi e per i continui riferimenti a libri esistenti e non. Rispetto a "Finzioni", mi è sembrato essere meno significativo.

  • User Icon

    Bice

    21/09/2018 21:06:21

    Un consiglio, spassionato e appassionato: fatevi del bene, leggetelo. Ogni storia è un libro. Di tutti questi racconti, splendidi, io amo particolarmente quello dei due teologi, ambientato, in parte, nell'antica Aquileia paleocristiana, ma anche il primo, "L'immortale" racchiude pagine di potente forza epica e di grande suggestione. L'Aleph, da leggere specularmente con l'altro grande libro di Borges, "Finzioni". Un ottimo inizio, per poi perdersi tra le altre opere di questo grande autore. Vale il motto: "Quando penso che avrò libri così da leggere,so che potrò essere ancora felice". Borges, per me, è una delle forme della felicità.

  • User Icon

    Pelly

    12/03/2017 12:19:44

    Il racconto di apertura, "L'Immortale", vale da solo l'acquisto del libro. Coltissimo, visionario, mai banale: leggere Borges dovrebbe assumere i toni dell'imperativo categorico.

  • User Icon

    Romano De Marco

    06/03/2006 09:33:49

    Nel corso della lettura mi tornavano continuamente alla memoria i versi di Aldo Nove riportati sulla copertina di COVERS. Sono versi che parlano di un uomo nascosto dentro l'uomo. Un vero e proprio grido di dolore soffocato dall'indifferenza di un'epoca strana e dispersiva che rende difficile guardare dentro (e fuori..) se stessi. L'ALEPH parla anche dell'intimo rifiuto ad accettare passivamente l'aspetto decadente, debole, moralmente e ideologicamente ambiguo, dell'uomo occidentale medio, vittima di se stesso e di un imperfetto sistema sociale al quale ha sacrificato buona parte della sua più genuina umanità e della sua forza interiore. Un dualismo e una contraddizione nella visione del mondo di Borges che anzichè minare la sua credibilità e la sua grandezza, la accrescono in maniera esponenziale. Dall'alto della sua inarrivabile, infinita eleganza, l'autore riesce a indirizzare con assoluta precisione la sua ricerca verso un uomo che vive una dimensione tutt'altro che distaccata dalla realtà. Un uomo che ha a che fare con la ferocia, con la violenza, con la più gretta ignoranza, con il ferro, con la sporcizia, con il dolore fisico, con la furia degli elementi. Un uomo che riconosce ed accetta i concetti di onore, di predeterminazione, di coerenza. La cultura di Borges sembra non avere limiti di sorta e lascia letteralmente esterefatti conducendo il lettore in una vera e propria dimensione parallela dove non si può non rimanere rapiti dall'estremo equilibrio che l'autore imprime a racconti che di volta in volta affrontano temi universali e al tempo stesso intimisti parlandoci di tanti universi esterni ed interni all'uomo. Soprattutto ad un concetto di uomo "alto", non legato a sentimenti espressi in forma banale o vittimistica. Una ricerca del proprio infinito, che abbraccia l'universo intero, le scienze, la religione, il fantastico... Dopo aver letto Borges bisognerebbe fermarsi a RIPENSARE Borges...

  • User Icon

    vincent

    20/08/2003 17:46:26

    splendido!

  • User Icon

    Marco L.

    07/01/2001 22:16:40

    Certamente (con "Finzioni") questo è l'apice della letteratura fantastica di Borges e con altrettanta sicurezza si può affermare che sia una delle massime opere del '900. Non si può rinunciare alla lettura di racconti come "L'immortale", "I teologi", "La ricerca di Averroè" e "L'Aleph".

Vedi tutte le 12 recensioni cliente
  • Jorge L. Borges Cover

    Di famiglia benestante e colta, originaria in parte dell’Inghilterra (imparò prima l’inglese che lo spagnolo), dal 1914 al 1919 visse in Svizzera. In seguito, fino al 1921, fu in Spagna, dove scrisse tre manifesti di adesione all’ultraismo, apportandovi la conoscenza dell’espressionismo tedesco, nonché una nota di rigore e d’asciuttezza quasi anglosassone. Tornato in patria, pubblicò tra il 1924 e il 1925 tre numeri della rivista «Proa», con la collaborazione di Ricardo Güiraldes e di altri. Dal 1924 al 1927 collaborò a «Martín Fierro», rivista d’avanguardia che determinò una sorta di svolta generazionale: il movimento di Florida, o «martinfierrista», poi confluito nella rivista... Approfondisci
Note legali