Categorie

Paolo De Benedetti

Curatore: G. Caramore
Editore: Morcelliana
Collana: Uomini e profeti
Edizione: 2
Anno edizione: 2012
Pagine: 112 p. , Brossura
  • EAN: 9788837224912

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Diego Mauri

    22/01/2015 22.27.27

    Un altro buon libro sull'alfabeto ebraico quello di Paolo De Benedetti. Le lettere ebraiche rivestono un'importanza straordinaria. Lo Zohar ci insegna che 2000 anni prima della creazione del mondo, le lettere erano tenute segrete, e il Santo sia benedetto le contemplava deliziandosene. 22 lettere dell'alfabeto ebraico, vale a dire 22 intelligenze di splendore e amore. Ognuna di esse è come un Maestro, una potenza generosa di cui tutti siamo figli. Prima dell'inizio de tempi, in un luogo che non è luogo, al di là di di ogni comprensione umana, non esisteva nient'altro che la danza delle grandi lettere nella luce originaria, note come pensiero del Padre e della Madre, come manifestazioni del loro amore. Tutto ciò è inimmaginabile e impossibile da descrivere con le parole. In ogni caso, la loro origine e le risposte ce le fornisce egregiamente non solo Paolo De Benedetti ma anche il mistico Sufi (che dunque con l'ebraismo non ha nulla a che fare) Gabriele Mandel, un bolognese di discendenza turco-afghana il quale nonostante tutto s'interessò anche di ebraismo in quanto sposò un'ebrea italiana, Carlotta Rimini, scrittrice che amò in tutta la sua vita. Anche Gabriele Mandel scrisse un libro sull'alfabeto ebraico che è molto valido e quotato come studio.

  • User Icon

    claudio

    06/10/2014 08.27.20

    Libretto di un centinaio di pagine che ripropone una trasmissione di Radio Tre che ha lo stesso nome della collana. Paolo De Benedetti, un pozzo di cultura, ci dà la spiegazione all'alfabeto ebraico, formato da 22 lettere tutte consonanti. Ognuna di queste è l'inizio di un vocabolo della Torà, la Bibbia ebraica.

Scrivi una recensione