L' armata invincibile

Simon Scarrow

Traduttore: R. Prencipe
Editore: Newton Compton
Anno edizione: 2018
In commercio dal: 01/03/2018
Pagine: 383 p., Rilegato
  • EAN: 9788822714503

nella classifica Bestseller di IBS Libri - Narrativa straniera - Di ambientazione storica

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 10,20

€ 12,00

Risparmi € 1,80 (15%)

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Alessandro

    14/04/2018 14:43:20

    Notevole. Apparentemente non sembra altro che l’ennesima missione; in realtà è un capitolo con diversi ribaltamenti e colpi di scena, sia sulla singola vita dei protagonisti sia per l’intero impero. Le battaglie di quest’autore sono semplicemente ottime e appassionanti. Però sarà almeno la quinta volta che vediamo Catone e Macrone stretti d’assedio, non sarebbe male vederli nelle vesti degli assedianti (senza però risolvere la faccenda in un solo assalto). Come sempre un’ambientazione eccezionale. Finalmente vediamo la Spagna, ora spero che Scarrow ci porti in Africa, lungo il Danubio, magari di nuovo sul Reno. Molto dettagliata e forte la realtà degli schiavi, anche se è importante far notare che molti di loro erano criminali o nemici di Roma. Ad ogni modo si mettono bene in luce alcuni degli aspetti più negativi della dominazione romana sulle province, tanto che Catone arriva a mettere in dubbio la giustizia dell’operato romano. Si consola dicendo, come molti romani, che alla fine i difetti del loro impero fossero ben poca cosa rispetto ai benefici portati dal suo ordine, soprattutto se paragonati alla barbarie di certi popoli come i celti. In questo ha ragione, tuttavia la scelta non era limitata tra il mondo barbarico e quello romano, c’era una terza alternativa: l’organizzato mondo delle monarchie orientali, come l’Impero Partico o il futuro Impero Sassanide. Ci viene offerta un’interessante descrizione della Guardia Pretoriana. Sembrerà stupido ma apprezzo molto che finalmente qualcuno precisi che i pretoriani vestivano di bianco e non di blu, convinzione diffusasi grazie qualche stupido film. Però non mi ha coinvolto quanto altri capitoli della saga, quindi ero indeciso tra quattro o cinque stelle. E tanto per essere precisi Claudio decise di graziare Carataco perché colpito dal suo valore e quindi di sua iniziativa. Non mi è mai piaciuto il dipinto fatto di Claudio da Scarrow

Scrivi una recensione