Avevano spento anche la luna

Ruta Sepetys

Traduttore: R. Scarabelli
Editore: Garzanti Libri
Anno edizione: 2012
Formato: Tascabile
Pagine: 298 p., Rilegato
  • EAN: 9788811686859
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 6,48

€ 10,20

€ 12,00

Risparmi € 1,80 (15%)

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Luisa

    15/09/2017 16:28:55

    Da leggere assolutamente

  • User Icon

    roberta

    02/02/2017 10:46:11

    Per 2/3 di libro,leggendo, mi dicevo tra me e me quanto sia stato più coinvolgente e scritto meglio "Volevo solo averti accanto"... poi, improvvisamente nella terza parte della narrazione mi sono ritrovata scaricata al Polo Nord, al freddo gelido, senza niente per ripararmi e senza niente di niente! Da lì ho smesso di fare i confronti... mi sono trovata dentro la storia fino al collo... sensazione terribile... Siano maledetti per sempre tutti quelli che hanno compiuto e che compiono ancora queste malvagità su esseri umani...

  • User Icon

    Roberta

    29/12/2016 13:57:20

    Bello bello. Ben scritto, storia appassionante e coinvolgente, contiene storia, orrori, sentimento, personaggi ben delineati, lacrime, speranza. Ora inizio subito a leggere "ci proteggerà la neve" della stessa autrice.

  • User Icon

    Cri Dob

    02/12/2016 12:57:48

    Con un susseguirsi di episodi disumani e carichi di tensione, descrive una pagina velata della seconda guerra mondiale che riguarda la deportazione dei popoli baltici. Attraverso gli occhi della quindicenne Lina, che affronta insieme alla famiglia il lungo viaggio in treno verso i campi di lavoro forzato, si leggono le atroci sofferenze a cui sono state sottoposte intere popolazioni, la cui sola colpa era di esistere. Proprio a causa di tutto questo si nota come, in un abisso cosi infausto, la speranza faccia da padrona e segni il confine tra la vita e la morte. Il finale sospeso ed affrettato non delude, lasciando che la memoria del lettore si concentri sulla storia e i sentimenti dei personaggi e non su un classico lieto fine. --- Lovebooks01

  • User Icon

    Giamba

    01/12/2016 17:00:03

    Romanzo-testimonianza sulle deportazioni dai paesi baltici in Siberia durante il regime stalinista. Un po’ di luce su un pezzo di storia sconosciuto. Finale ricco di speranza.

  • User Icon

    silvia75

    16/06/2016 21:14:27

    davvero un bel libro,ben scritto,e poi mi ha fatto conoscere una storia che non conoscevo,la deportazione del popolo lituano.Si parla sempre della deportazione del popolo ebraico,ma durante la seconda guerra mondiale,anche altri popoli conoscono l'orrore della prigionia.consigliatissimo!

  • User Icon

    Gio

    14/12/2015 13:43:29

    bellissimo travolgente!!! leggetelo!

  • User Icon

    ginevra

    25/09/2015 17:32:09

    in una parola : bellissimo!

  • User Icon

    Giusy Spinelli

    23/09/2015 18:10:41

    Non conoscevo quest'altra atrocità, dopo il libro mi sono informata di più. Per quanto riguarda il romanzo si può descrivere in tre parole: commovente, travolgente ed emozionante fino alle lacrime. Da proporre come lettura nelle scuole.

  • User Icon

    Luigi

    13/09/2015 06:50:10

    Questo e' un altro libro importante da divulgare e far conoscere alla gente. Pochi sanno di cosa e' realmente accaduto alle popolazioni baltiche durante la seconda guerra mondiale e nei decenni a seguire. Le deportazioni nei gulag siberiani e gli stermini di massa di milioni di innocenti. Un vero e proprio olocausto di proporzione ben superiori rispetto a quelle tedesche. Merito del regime russo che ha tenuto in segreto la cosa fino a pochi anni fa... anche se a mio parere gli americani, il vaticano e i grandi potenti politici lo hanno sempre saputo e hanno sempre taciuto per paura. Un libro toccante, che scuote l'anima e che insegna moltissime cose importantissime dal punto di vista storico che umane. Complimenti a Ruta Septys e a tutti gli altri lettori recensori che mi hanno invogliato a leggere e scoprire questo libro.

  • User Icon

    ely

    03/09/2015 08:20:19

    "avevano spento anche luna" l'ho letto su vostro suggerimento: un libro commuovente, toccante e sconvolgente. sono un'appassionata della storia della seconda guerra mondiale, ma questa parte mi mancava proprio.. sono rimasta sconvolta. ogni volta finisco per chiedermi come fa una mente umana ad arrivare a commettere certe azioni, e ancora non ho trovato risposta.. da leggere e diffondere. ottima stesura, scorrevole e coinvolgente

  • User Icon

    Marta80

    03/07/2015 20:44:32

    Storia molto toccante e narrata con grande realismo. Tratta un argomento spesso trascurato dai libri di storia, che merita invece di essere conosciuto e approfondito.

  • User Icon

    RossaMina

    21/04/2015 10:38:59

    Nonostante la storia (che non conoscevo) il più bel libro che abbia mai letto: commovente fino alle lacrime

  • User Icon

    Marcello

    24/01/2015 10:24:22

    Romanzo veramente toccante. Sicuramente fa riflettere, perché racconta una pagina di storia ancora poco conosciuta. Lettura scorrevole e mai pesante. Dovrebbero leggerlo tutti, soprattutto nelle scuole. Complimenti all'autrice.

  • User Icon

    Omar

    27/12/2014 11:21:51

    Grande libro. Un vero e proprio capolavoro. Racconto avvincente. ULTRA consigliato!

  • User Icon

    orsetto

    09/10/2014 15:06:17

    Un libro davvero impressionante , gli orrori della guerra perpetrati dai russi sui popoli della Lituania . Non si possono neanche immaginare le atrocità che ha vissuto quella povera gente ! Per chi ha avuto la fortuna immensa di non vivere nessuna guerra , questa è una lezione di storia che fa davvero riflettere ...Scritto bene , alternato con flash back , è un libro che lascia nell'animo una piaga profonda

  • User Icon

    virginio

    01/08/2014 18:49:53

    Un libro da leggere che ci porta a conoscenza di pagine di storia a molti ancora sconosciute: la dittatura, la negazione della libertà è una brutta cosa sia pervenga da destra o da sinistra. Scritto bene, coinvolgente, sconsigliato a chi è in fase di depressione.

  • User Icon

    sabe

    22/06/2014 15:15:50

    Un libro che tutti dovremmo leggere. Punto.

  • User Icon

    Silvia

    13/02/2014 08:58:57

    libro che dovrebbero leggere tutti...non solo per la bellezza seppur drammatica della storia...ma anche perchè narra di un capitolo di storia sconosciuto alla maggior parte delle persone...lo consiglio a tutti!!!!

  • User Icon

    rosanna

    22/01/2014 13:03:13

    Libro importante per conoscere una pagina della storia a me quasi del tutto sconosciuta.Dell'eccidio degli ebrei sappiamo tutto,o quasi,ma della barbarie comunista si sa ben poco e non ci sono celebrazioni o giornate della memoria.Iniziando il romanzo è stato necessario quindi andare a studiare la storia della Lituania e ,come una catena,di tutte quelle nazioni che il caro Stalin decise di assoggettare con il beneplacito prima di un certo Hitler e poi con il silenzio e l'indifferenza di tutto l'occidente.Sono pagine strazianti perché scritte con uno stile piano,mai ad effetto,la fame,la privazione di ogni forma di dignità,la paura,gli orrori e la bestialità degli uomini contro i propri simili,tutto viene raccontato in prima persona con lucidità dalla protagonista,Lina,deportata con la mamma e il fratellino in Siberia,dopo un lungo ed estenuante viaggio.Quel che risalta è la dignità di queste persone che,pur private di tutto,continuano ad aiutarsi a vicenda,trovano la forza di festeggiare col nulla che hanno il Natale,continuano a credere che qualcuno li aiuterà.Un inno alla forza dell'amore,della vita,della ragione contro la stupida ferocia.Certo l'epilogo è amaro,è triste e quasi insopportabile che nessuno abbia pagato per questi crimini e che addirittura non se ne possa parlare ancora oggi.La mia gratitudine alla scrittrice che mi ha permesso di colmare una imperdonabile lacuna storica:da ora in poi la giornata della memoria accomunerà tutte le vittime della guerra e della follia umana.

Vedi tutte le 115 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione