Categorie

Madeleine Wickham

Traduttore: N. Lamberti
Editore: Mondadori
Collana: Omnibus
Anno edizione: 2014
Pagine: 294 p. , Rilegato
  • EAN: 9788804635079

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    GinevraPhotographer

    31/07/2015 11.15.40

    Ho comprato questo libro a colpo sicuro, sapendo che l'autrice non mi avrebbe delusa.. Ho letto praticamente tutti i suoi libri ma su questo "Begli Amici" sono costretta ad usare termini negativi. Sono sicuramente notevoli le descrizioni psicologiche dei personaggi e del contesto, purtroppo però il ritmo generale è molto lento. Storia di vita quotidiana, banale e senza colpi di scena. Inoltre, il finale è sviluppato troppo frettolosamente risultando quasi tronco. Non lo consiglio.

  • User Icon

    Adriana Rosas

    30/06/2015 22.00.49

    Il libro è uscito nel 1997 ed è stato pubblicato in Italia solo nel 2014: in copertina è chiaramente indicato che l'autrice è "meglio nota come Sophie Kinsella"; in altri termini, se non ci fosse stato il successo di I love shopping - pubblicato nel 2000 - (e di tutti i romanzi successivi), questo libro ? non sarebbe mai stato tradotto! E sarebbe stato un vero peccato, perché è una storia interessante, capace di far riflettere sul modo differente con cui le persone affrontano situazioni drammatiche; è scritta molto bene e, quindi, è piacevolissima da leggere.

  • User Icon

    betty

    08/10/2014 11.06.05

    Nonostante la simpatia e la stima che provo per questa bravissima autrice devo dire che questo libro è proprio brutto! avendo letto tutti i suoi libri nella sequenza in cui sono stati pubblicati ho notato un lento declino...capisco che un pò le idee si esauriscano a lungo andare...ma non ho trovato nulla della frizzante e divertente autrice che ha allietato le mie letture!Bocciato!

  • User Icon

    yle

    23/09/2014 19.47.21

    l'inizio mi è sembrato un po' noioso ma andando avanti mi ha preso molto e mi è piaciuto tanto.. ho trovato il finale un po' frettoloso e la cognata di Ursula è davvero antipatica non l'ho sopportata fin dall'inizio della storia. questo libro è molto diverso da quelli scritti in precedenza ma per me è stato bello lo stesso

  • User Icon

    eleonora

    15/07/2014 11.45.24

    Ho trovato questo libro molto diverso rispetto agli altri. Non c'è la solita ironia che contraddistingue lo stile dell'autrice visto il tema trattato. Il profilo dei protagonisti è il ritratto della vita di tutti i giorni, normali, con reazioni molto umane e forse è proprio questo che rende la storia estremamente scorrevole. E' facile immedesimarsi in tutti i personaggi e affronta tematiche come l'amore, l'amicizia, i problemi di una coppia, con estremo realismo. Consigliato.

  • User Icon

    Ely

    03/07/2014 17.44.05

    Ho sempre apprezzato questa autrice, anche prima che diventasse famosa come Sophie Kinsella, perchè ha sempre trattato temi attuali raccontando storie che non sono mai molto lontane dalla realtà attuale. Questo libro in particolare è davvero una storia di quelle che si possono definire "di vita comune" , anche se non augurerei mai a nessuno di passare quello che hanno vissuto i protagonisti. Louse ha due bambine, Amelia e Ketie, due bambine come tante, e vivono in una piccola cittadina dove tutti si conoscono. Si stà separando da suo marito Barnaby, che vede le figlie ogni due fine settimana. Per questo week end Barnaby aveva in programma di portare le bambine a pescare, ma caso vuole che proprio in quei giorni si tenga l'annuale ritrovo di beneficenza a casa di amici di Louise e Barnaby, che dietro un compenso simbolico che va tutto in beneficenza mettono a disposizione rinfresco e piscina. E in una giornata torrida, le bambine preferiscono andare in piscina piuttosto che a pescare. La sfortuna vuole che la piccola Katie abbia un brutto incidente in piscina, e la famiglia ovvimante passa dei brutti momenti. Louise poi si stà frequentando con Cassian, un giovane avvocato molto ambizioso che non impiega molto a capire che questa situazione può essere sfruttata per la sua carriera e convince i genitori a fare causa ai padroni di casa e della piscina perchè ritenuta pericolosa. A questo punto Loise e Barnaby si trovano in una gran brutta situazione, la decisione è difficile. Fare causa ai loro amici di sempre e pensare alla loro figlia, che avrà bisogno di molte cure e ovviamente molti soldi per la lunga riabiliatazione che dovrà fare, o essere solidali con i loro amici e lasciare perdere tutto? Gran brutta faccenda decidere... ma il titolo vi dovrebbe fare capire cosa decideranno. Ma come continuerà la storia non ve lo dico, ma ammetto che è davvero ben scritto...

  • User Icon

    Nadia

    17/06/2014 10.51.07

    Questo libro è diverso rispetto agli altri scritti dall'autrice. Non ha la solita trama divertente che spesso mi ha portata a ridere da sola mentre leggevo i libri. La storia narrata è triste e coinvolgente. E' un bel libro ben scritto.

  • User Icon

    Sofia

    14/06/2014 16.16.25

    Era da un po' che non leggevo più nulla della Wickham e all'inizio la trama di questo libro non mi attirava particolarmente. Presa dalla fretta e dalla voglia di leggere qualcosa, alla fine l'ho preso, e ne sono stata molto contenta. Storia coinvolgente e ben scritta, seppure in un alcuni momenti un po' drammatica. Unica pecca: speravo in un finale migliore e mi sarebbe piaciuto trovare più "Daisy e Alexis". Sulla loro storia ci vedrei bene anche un libro a parte! Consigliatissimo!

  • User Icon

    Gabriella

    13/06/2014 16.42.31

    In questa storia ci viene mostrato come un evento di pochi attimi possa distruggere la serenità di una famiglia, o meglio ancora di una comunità in cui all'apparenza tutti sembrano andare d'amore e d'accordo. Quando la piccola Katie ha un incidente,tutto scombussola la vita tranquilla del villaggio dove vive. I suoi genitori vengono portati a dubitare della buona fede dei loro amici,quegli stessi amici di sempre che in passato si sono sempre mostrati gentili e alla mano. Vien fuori così tutta l'ipocrisia della gente, sempre pronta a spettegolare e pronta a dare in pasto agli avvoltoi sprazzi della vita degli altri. I protagonisti principali possono sembrare a primo impatto i Kembler , ma secondo me non è così, perché la storia si snoda attraverso le vite e i sentimenti di tanti altri personaggi legati in qualche modo a quella famiglia. Abbiamo quindi Meredith con il suo passato doloroso e la sua testardaggine, Alexis alle prese con un amore forse un pò troppo giovane per lui, Cassian che cerca di scalare i gradini del successo facendo leva sulle disgrazie degli altri, e infine abbiamo i Delaney che con molto coraggio cercano di non lasciarsi trascinare dalla corrente dei malumori.Alla fine ognuno sembra avere il giusto finale, forse non tutti saranno felici e contenti , e alcuni sapranno fare tesoro dell'esperienze che il dolore ha portato loro, riuscendo a rinascere a vita nuova. Pur non amando moltissimo questa scrittrice devo dire che mi ha sorpresa non poco, e in effetti non avevo ancora letto i suoi libri firmati come MW quindi è stata una sorpresa rendermi conto che in questi ultimi anni ho snobbato i suoi libri per un pregiudizio inutile. Per quel che riguarda questo libro, non aspettatevi ironia e risate perché non ne troverete, è un romanzo serio e in alcuni punti un pò triste, quindi sappiatevi regolare.

Vedi tutte le 9 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione