Categorie

Giuseppe Culicchia

Editore: Garzanti Libri
Anno edizione: 2000
Formato: Tascabile
Pagine: 127 p. , Brossura
  • EAN: 9788811666486

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    SA

    25/07/2012 21.43.26

    Uno dei libri migliori di Culicchia,dotato di un sapore aspro amaro che ti prende alla bocca dello stomaco, Un romanzo che non può essere paragonato a niente,un incrocio tra il bastogne di brizzi, il giovane holden di salinger e l'immensa poesia visiva di culicchia. Libro fantastico che forse non tutti capiranno semplicemente perchè si trovano a vivere vite normali e non si chiedono il perchè.

  • User Icon

    Maria Grazia

    27/10/2010 17.26.43

    Penso che sia il libro più brutto che ho mai letto. Per fortuna non l'ho acquistato io ma me l'hanno regalato. Mi sto domando se la persona che me l'ha donato sapeva cosa mi stava dando o è stato su consiglio del libraio per liberarsi di un libro che non vendeva? Sconsigliatissimo e noiossissimo.

  • User Icon

    alex

    01/10/2007 14.17.22

    forse nella seconda metà il libro recupera un po' ma comunque è piuttosto noioso. meno male che è breve.

  • User Icon

    Benedetta

    11/02/2006 23.03.31

    Faccio mie le perplessità di Mosè. Culicchia ha scritto alcuni tra i romanzi più belli del panorama letterario italiano di oggi. Qui cede al nonsense e presenta un noglobal ante litteram che si lascia morire di fame pur di non legarsi all'ideologia dominante della società. Lo stile farneticante, le ripetizioni ossessive, la provocazione in talune scene rendono però troppo caricaturale il messaggio, che, a mio avviso, si involve e naufraga nelle asperità dell'eloquio.

  • User Icon

    Mose'

    05/03/2005 00.52.07

    Ne ho letti diversi di Culicchia, questo però è quello che mi è piaciuto meno, anche se trovavo interessante il tema trattato. Mi è sembrato troppo ripetitivo e con pochi episodi significativi.

  • User Icon

    guido

    24/01/2005 11.41.03

    Non male. Culicchia è a mio parere grandissimo. Ma qui non mi convince fino in fondo. Mi sembra un pò sforzato, artificiale. A mio parere di ben altro spessore è il percorso descritto da p.auster in moon palace.

  • User Icon

    Lorenzo Bordogna

    14/01/2005 15.37.25

    Bello soprattutto l'inizio poi a tratti si autocompiace un po' troppo. Risale nel finale.

  • User Icon

    samuele

    25/03/2002 01.38.00

    meraviglioso romanzo:qual migliore risultato può avere un libro se non quello di cambiare la vita di chi lo legge? la descrizione di chi arrendendosi alza le mani e fugge via,trasportato da un fiume(meccanico,umano,mentale?non importa)senza opporre resistenza.personalmente mi ha rivoltato con violenza,nonostante la calma narrativa.capisco che non sarà apprezzato da tutti,le sicurezze che potrebbe togliere valgono molto di più di 120pagine circa è meglio continuare a fare ciò che c'hanno insegnato a fare,senza fermarsi nè tantomeno a distaccarsi.

  • User Icon

    b.

    04/03/2002 17.08.11

    caro dj bertu...non è forse meglio che tu ti rilegga bla bla bla?

  • User Icon

    dj bertu

    10/08/2000 16.57.23

    Bla Bla Bla....Non è forse meglio il silenzio di un chiassoso romanzo di Culicchia?

Vedi tutte le 10 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione