Il cacciatore di orfani

Yrsa Sigurdardóttir

Traduttore: S. Massaron
Editore: Mondadori
Anno edizione: 2018
In commercio dal: 6 febbraio 2018
Pagine: 408 p., Rilegato
  • EAN: 9788804685630
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione

Acclamata come la maggior scrittrice islandese di thriller, Yrsa Sigurðardóttir inaugura una serie straordinaria con al centro una coppia di investigatori imbattibile: un poliziotto e una psicologa, un tempo amanti e ora ai ferri corti, costretti a portare a termine la loro indagine più difficile.

«La regina del thriller islandese.» - The Guardian

"Ti racconto una piccola storia. Una tragica storia. Parla di tre fratelli divisi da piccoli..."

Un radioamatore riceve dei messaggi molto particolari che scopre essere legati a delle persone uccise. Quello che non sa è che questi omicidi sono stati ferocissimi e cruenti, regolati da rituali crudeli. La polizia brancola nel buio e non dà importanza alle segnalazioni del radioamatore finché non inizia ad affiorare un vecchio segreto, complesso e problematico, tagliente come il vento di Reykjavik.

€ 16,58

€ 19,50

Risparmi € 2,92 (15%)

Venduto e spedito da IBS

17 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Patrizia

    18/09/2018 17:48:23

    Ancora una volta mi rendo conto che il thriller non è il mio genere preferito, eppure non è brutto. Insomma, non ci sono uomini da sogno come nelle storie d'amore, ma la storia rimbalza spesso da un personaggio all'altro, dando così una panoramica molto ampia della storia e questo è sicuramente un pregio. Tutto inizia con la separazione di 3 fratelli orfani e si riprende la narrazione quasi 30 anni dopo con una donna in casa da sola coi tre figli. Ci sono Freya e Huldar, che in teoria mi sarei aspettata finissero col frequentarsi alla fine, ma così non è stato. Visto che questo sembra solo il primo di una serie, magari nel prossimo ci saranno più sviluppi tra i due, chissà. Poi abbiamo un universitario con la fissa per la radio di cui ho scordato il nome, un capitolo dal punto di vista di un vedovo padre della bambina testimone del primo omicidio. All'inizio mi domandavo quale fosse precisamente il ruolo di questo ragazzo pigro e un po' superficiale in cerca di qualcosa che nemmeno sa di volere, che mi irritava abbastanza. Ovviamente salta fuori tutto alla fine, e detta così sembra un po' un casino, infatti ho fatto fatica a ingranare con la lettura (io stessa non sapevo che pesci pigliare con 'sti personaggi che sembravano completamente fuori dal contesto se non fosse per quei numeri che sentiva alla radio), ma tutto sommato non è male, soprattutto perchè tutto diventa chiaro solo negli ultimi capitoli, lasciandomi a chiedere dove caspita vuole arrivare l'autrice, chi caspita sia il vero colpevole, chiarendomi tutto solo negli ultimi capitoli. Magari è perchè non sono abituata a leggere thriller, che in base alla mia poca esperienza in materia è molto più complesso di un semplice giallo, ma lo consiglierei comunque a tutti gli amanti del genere.

  • User Icon

    Umberto75

    06/09/2018 18:02:07

    Allora il finale è molto bello e ben articolato ma in mezzo ci sono pagine che veramente non servono a nulla, scritte per arrivare ad una certa quota. Non danno spessore al personaggio ma solo al libro. Con 100 pagine in meno sarebbe stato stringato ma più avvincente

  • User Icon

    Ariella

    07/08/2018 05:03:35

    Avvincente, suspence fino all'iltima pagina! Brava scrittrice

Scrivi una recensione