La casa muta

(La casa muda)

Titolo originale: La casa muda
Paese: Uruguay
Anno: 2010
Supporto: DVD
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 4,99

€ 6,50

Risparmi € 1,51 (23%)

Venduto e spedito da IBS

5 punti Premium

Disponibile in 5 gg lavorativi

Quantità:
Aggiungi al carrello

Girato in "tempo reale", un esercizio di stile condotto con dedizione e abilità

Trama
La trama si basa su una storia vera accaduta qualche tempo fa in un piccolo villaggio in Uruguay. Laura e suo padre Wilson si stabiliscono in una casetta lontana dai sentieri battuti: la piccola dimora deve essere sistemata perchè il proprietario la metterà presto in vendita. I due passano lì la notte al fine di iniziare le riparazioni la mattina seguente. Tutto sembra andare liscio fino a quando Laura sente un rumore provenire da fuori; il suono inquietante diventa sempre più forte e, ad un certo punto, Wilson va a vedere cosa sta succedendo, mentre lei rimane da sola al piano di sotto. Scopriranno presto che la decisione di separarsi non sarà una buona idea.

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Braggart

    07/05/2015 21:13:43

    Il film mi ha subito colpito dall'inizio,forse per la sua particolarità....girato in tempo reale e senza stacchi...il vero punto di forza è stato il non capire cos'accadeva, il dare un senso agli eventi...ciò ti tiene incollato, fino a quando non scopri cosa sta succedendo e perchè....l'ambientazione è limitata...idem gli spazi...ma l'atmosfera notturna e buia....mi garba...io l'ho gradito tantissimo....

  • User Icon

    Mr Gaglia

    07/11/2014 18:08:06

    La particolarità del film è di essere girato in "tempo reale". In ogni caso, stacchi o meno, il film è un esercizio di stile, condotto con abilità nei precisi limiti autoimposti. Tutto quindi è orchestrato in modo perfetto e tutto, di conseguenza, è in parte semplificato per reggere la sfida tecnica. La macchina da presa bracca Laura seguendola incessantemente, in una sorta di variante voyeuristica dei reality horror che hanno fatto breccia da qualche anno (da Paranormal Activity etc). Ribaltando con intelligenza le convenzioni della narrazione, i movimenti della macchina a mano sono talvolta più concitati nelle iniziali sequenze "tranquille" che in alcune di quelle "di paura" dove raggiungono spesso una minacciosa fissità. I dialoghi sono ridotti al minimo. Tutto è giocato su rumori, sobbalzi, attese, con i metodi di una volta, senza effetti speciali, ma con il tentativo di rendere tutto realistico. La tensione è nel complesso ben creata e sostenuta. Il regista ha voluto raccogliere una sfida con se stesso ricercando le radici della paura al di là delle sovrastrutture spettacolari. Per farlo ha usato un tema di base tra i più comuni: la casa abbandonata con un segreto terribile. Hernández lo prende di petto, riuscendo a rendere il mistero e il fascino oscuro delle cose abbandonate, che una volta vivevano di vita riflessa e ora mantengono forse qualcosa di quello che è andato perduto. L'uso, nella vicenda, di tecnologie "vecchie" segnala un rifugiarsi nelle convenzioni del passato, ma non è del tutto irragionevole tenuto conto delle necessità dei personaggi e dell'ambientazione rurale della storia. Inoltre, il gioco della paura va preso per quello che è, lasciandosi coinvolgere e seguendo il personaggio con lo spirito dell'osservatore, come l'occhio invisibile della cinepresa, che segue e precede Laura. La trama non è a prova di bomba sotto il profilo della logica, ma ci si ritrova a una svolta finale non banale.

Scrivi una recensione
  • Produzione: BiM, 2012
  • Distribuzione: Rai Cinema - 01 Distribution
  • Durata: 86 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1);Spagnolo (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Italiano
  • Formato Schermo: 1,85:1
  • Area2
  • Contenuti: speciale: "I segreti di un capolavoro"