Il cavaliere inesistente - Italo Calvino - copertina

Il cavaliere inesistente

Italo Calvino

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Mondadori
Collana: Oscar moderni
Anno edizione: 2016
Formato: Tascabile
In commercio dal: 27 giugno 2016
Pagine: XXXVII-124 p., Brossura
  • EAN: 9788804667957
Salvato in 131 liste dei desideri

€ 11,40

€ 12,00
(-5%)

Punti Premium: 11

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA

Il cavaliere inesistente

Italo Calvino

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Il cavaliere inesistente

Italo Calvino

€ 12,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Il cavaliere inesistente

Italo Calvino

€ 12,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (18 offerte da 11,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Suor Teodora narra la storia di Agilulfo, cavaliere senza corpo, di cui vive solo l'armatura. Mentre Carlo Magno assedia Parigi, Agilulfo, dopo essersi coperto di gloria, decide di partire alla ricerca di Sofronia, fanciulla da lui salvata quindici anni prima. Accompagnato dallo scudiero Gurdulù, attraverso numerose peripezie, inseguito dalla guerriera Bradamante innamorata di lui, Agilulfo riesce a trovare Sofronia, ma credendola macchiata di gravi peccati, decide di scomparire. Si sveste dell'armatura e la consegna a Rambaldo, giovane compagno d'armi. Sarà ora questi a proseguire nella bianca corazza, le gesta del cavaliere senza corpo. Presentazione dell'autore e postfazione di Paolo Milano.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,16
di 5
Totale 55
5
31
4
14
3
4
2
3
1
3
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    tobi

    16/05/2020 18:11:06

    E con questo si conclude la trilogia araldica di Calvino. Il surrealismo di un cavaliere che non esiste se non per la sua volontà colpisce favorevolmente. I suoi caratteri di precisione geometrica, d'orgoglio personale e di valore e giustizia ce lo rendono simpatico. Gli altri personaggi condiscono bene una vicenda che si legge piacevolmente e che, a dire il vero, non sempre vede al suo centro il nostro protagonista. Italo Calvino è sempre stato un grande narratore e chi l'abbia letto non potrebbe che consigliarlo con convinzione.

  • User Icon

    bri

    16/05/2020 17:46:52

    Questo romanzo breve, parte di una trilogia (ma che ha sua autonomia e può dunque essere letto separatamente), è una apologia sulla condizione dell’uomo contemporaneo, nella sua impossibilità di essere vero, autentico, di “esistere”. Sempre attuale, decisamente calzante al tempo dei social e delle identità digitali. La prosa è leggera e godibile, a tratti ironica, e questo lo rende perfettamente adatto ad un pubblico giovane.

  • User Icon

    AlessiaLazzari

    14/05/2020 21:29:49

    Il libro è compreso in una trilogia "i nostri antenati" di Calvino:il visconte dimezzato e il barone rampante. Auspico di leggerli. Narra la vicenda di due cavalier ma la tesi di sottofondo è notevole esplicativa dell'essere umano come "robotizzato" schiavo della burocrazia e privo di qualsivoglia atto di ribellione. Evoca un codice desiderio, dedicato all'essere umano nel tentativo di ridestarlo dal suo torbido sonno.

  • User Icon

    Cristina

    14/05/2020 13:49:49

    Io adoro tutte le opere di Calvino ma forse questa é la mia preferita! L'ho letto non so più quante volte ed ogni volta riesce a divertirmi, farmi riflettere ed emozionarmi Un classico da avere per forza nella libreria

  • User Icon

    il nostro io

    12/05/2020 10:32:38

    "Il cavaliere inesistente" in verità esiste eccome, non ha corpo ma continua nelle sue gesta per amore e per gloria, anche in questo caso Calvino ha strutturato una fiaba con evidenti momenti di umorismo che vuole lasciare un messaggio profondo sotto, questa volta di carattere più pessimista, come un cambiamento che si vorrebbe non avere o meglio, sulle aspettative, libro che si legge velocemente e molto semplice, io lo adoro.

  • User Icon

    Gabriele Della Torre

    01/05/2020 09:05:04

    Libro avvincente e per nulla scontato che ci permette di farci anche qualche risata.

  • User Icon

    Ni

    28/09/2019 12:53:18

    Buon libro per iniziare a leggere Calvino; in generale consiglierei comunque tutta la trilogia de I nostri antenati. All'apparenza un romanzo semplice, ma in fondo un grande messaggio sull'uomo di oggi. Consigliatissimo! P.S.: Leggete prefazione e postfazione, aiuteranno molto nella comprensione del messaggio lasciato da Calvino!! Fantastico Paolo Milani.

  • User Icon

    Bellissimo

    24/09/2019 16:51:18

    Questo romanzo è bellissimo a mio parere. Ironico, intelligente, dallo stile stupendo. Calvino scrive egregiamente!

  • User Icon

    Gioia Visentin

    07/03/2019 22:37:42

    Ho letto da adulta questo romanzo, essendomi, purtroppo, avvicinata a Calvino solo negli ultimi anni. L'autore sembra quasi prendersi gioco del classico romanzo storico, cataputaldo personaggi realmente vissuti in un'atmosfera tragicomica. La figura di Agilulfo è assai interessante e incarna i punti sui quali l'autore vuole, scherzosamente, fare riflettere il lettore. Ho apprezzato anche la scelta di un narratore interno alla storia, nonostante la roccambolesca rivelazione sul finale.

  • User Icon

    Bob

    11/06/2018 20:53:55

    Fantastico romanzo di ariostesca memoria dalle atmosfere oniriche e dalle stupende descrizioni dei personaggi e delle battaglie medievali contro gli infedeli. E' un racconto in cui tutti i personaggi sembrano essere un po' protagonisti in momenti diversi, anche se Agilulfo è la figura intorno alla quale possiamo maggiormente sbizzarrirci con svariate interpretazioni. E' la metafora della condizione umana, una coscienza senza fisicità che riesce a realizzarsi pienamente quando incontra Gurdulù, lo scemo del villaggio, una fisicità senza coscienza. Fantastico è inoltre l'espediente metanarrativo con la figura di suor Teodora, narratrice e nello stesso tempo personaggio del romanzo.

  • User Icon

    Alessandro

    11/06/2018 20:34:31

    “Il cavalieri inesistente” è una lettura carina e scorrevole, con un’ambientazione molto ampia e varia, quasi fiabesca. È un’opera ovviamente allegorica, di pura fantasia, ricolma di scene tanto improbabili da essere comiche (come l’uso di traduttori nel pieno della battaglia per capire gli insulti del nemico). Vi sono molti personaggi, alcuni dei quali ben approfondii, alle volte interessanti, perfino divertenti, ma nessuno eccezionale. La trama, sebbene ricca, non può certo dirsi complicata, anche se alla fine rivela qualche aspetto più... “intrecciato”. Il fondamento di questo testo è la contrapposizione tra essere e apparire. L’importanza di avere un contenuto vero, sostanziale, non limitato a una nobiltà apparente. Fondamentalmente lo capisco, ma la scelta dell’ambientazione, la connotazione negativa dei paladini di Carlo Magno (in realtà grandi guerrieri) è volutamente provocatoria, dovuta ai pregiudizi di certe persone verso una realtà che condannano perché per loro inaccessibile (in realtà quasi inaccessibile). Essenzialmente è un libro carino, con qualche momento abbastanza interessante, ma non mi ha intrigato granché. Il mio voto è tre stelle e mezzo.

  • User Icon

    Bea

    08/02/2018 18:43:36

    Calvino rappresenta la finzione dell'esistenza umana, vista sotto una luce positiva, in un racconto moralistico-filosofico dal quale mantiene le distanze attraverso la mediazione della favola. La figura del cavaliere Agilulfo "che sa d'esserci e invece non c'è" (cit.) è il motore di tutte le esistenze che lo circondano delle quali diventa un modello, un principio ispiratore ed, a volte, un redentore. Le persone che incontra sul suo cammino, ognuna abbrutita dal vizio o dalla sventura, sentono l'effetto della sua "presenza" e, come per un incantesimo, ne sono catturate tanto da riuscire ad elevarsi verso valori di spiritualità, gentilezza, eroismo. Grazie all'assenza di materialità, il cavaliere, dall'interno dell'armatura, parla all'anima dei suoi interlocutori. E' un dialogo tra interiorità e, per questo, nobilitante. La sua armatura candida ed impeccabile supera i pericoli con il coraggio, la volontà, la determinazione. Ma l'armatura è vuota: sono solo i valori che contiene a darle sostanza ed a rendere memorabili, se non addirittura salvifiche, le imprese del paladino.

  • User Icon

    n.d.

    14/10/2017 10:33:26

    Ottimo

  • User Icon

    Cristiano Cant

    08/09/2015 09:12:41

    La favola e la lettura sono Tempo dello spirito; non solo quello che scorre e incede nell'andante delle pagine,nei rivoli delle premesse,nelle sostanze degli incontri,ma anche,e soprattutto, quello che apre le palpebre del nuovo,quel disegno che mostra le sue penombre e i suoi tratti oltre le fattezze delle storia conclusa;le sorprese,gli auspici,la piega inattesa che diventa materia viva,il lascito che supera il facile perimetro del libro e sfonda nella nostra muraglia sensibile,il cui nome è meraviglia.Calvino lo fa dire a Bradamante,una delle protagoniste del libro:"La pagina ha il suo bene solo quando la volti e c'è la vita dietro che spinge e scompiglia tutti i fogli del libro.Il capitolo che attacchi e non sai ancora quale storia racconterà è come l'angolo che svolterai uscendo dal convento,e non sai se ti metterà a faccia con un drago,uno stuolo barbaresco,un'isola incantata,un nuovo amore.Ecco,o futuro,sono salita in sella al tuo cavallo...L'indecifrabile domani,nascosto nel guscio dell'oggi,diverso da come noi ci attendiamo,sempre in qualche modo peggiore delle nostre speranze,e sempre migliore in un modo che noi non sapevamo sperare".L'inesistente esiste di più,ecco il tema strepitoso di questo racconto,dove la vita è certo un "rotolarsi fra le letti e bare",ma anche un assolo d'amore che è un sottofondo necessario alle resse e ai gridi di una vita in duello.Magistrale tassello degli "antenati",un Medioevo lacerato nel quale si intrecciano solitudini e incesti,lacrime e idiozia,colpi di scena e chiacchiere fluenti.Ma sempre nel taglio che l'umano sa e deve offrire alle catene di una condizione sensibile,sciogliendole almeno nel suo farsi sogno,attesa,promessa:"Perchè la guerra la combatti bene solo dove tra le punte delle lance intravedi una bocca di donna,e tutto,le ferite,il polverone,l'odore dei cavalli,non ha sapore che di quel sorriso".Un Calvino formidabile come negli altri due terzi della sua triade.Un saggio sul fiabesco di rara bravura.

  • User Icon

    Simone

    10/06/2015 18:16:03

    Una bella favola cavalleresca. Esiste un narratore migliore di Italo Calvino?

  • User Icon

    Gab

    20/06/2014 15:11:14

    Good!!!

  • User Icon

    Antonio

    27/11/2013 20:50:22

    La trilogia araldica di Calvino è quanto di più interessante e coinvolgente la letteratura novecentesca abbia prodotto; anche il Cavaliere inesistente conferma la grande efficacia dell'autore nel disegnare personaggi simbolici ed emblematici che diventano paradigmi assoluti.

  • User Icon

    alessia

    09/07/2013 20:37:42

    questo libro proprio non mi è piaciuto . mi era stato consigliato dalla mia insegnante e subito dal titolo e dalla trama mi sembrava un libro bello e ricco di suspense e invece .... ci ho impiegato due mesi per leggerlo . noioso,volgare ,senza azioni èa dir poco ma se dovessi continuare con gli aggettivi non finirei più . calvino mi ha davvero delusa con questo libro !!!!!!!

  • User Icon

    sara

    25/05/2013 15:19:10

    Noioso,ma pur sempre meglio de "il sentiero dei nidi di ragno"!

  • User Icon

    Simone

    18/03/2013 10:56:11

    Le avventure del cavaliere inesistente e degli altri personaggi che animano questo nel libro di Calvino hanno tutte in comune un aspetto: raccontano, in modo metaforico e ironico, la ricerca individuale della propria identità. L'aver calato un tema così profondo in un contesto "ludico" e coinvolgente, come quello dei cicli medievali che narrano storie di amori e cavalieri, è la vera forza dell'opera e la sua originalità. Da segnalare, inoltre, l'uso smaliziato e per certi versi unico del punto di vista narrante, che conferma come Calvino sia un autore sperimentale e coraggioso.

Vedi tutte le 55 recensioni cliente
  • Italo Calvino Cover

    Figlio di due scienziati (il padre è agronomo, la madre biologa) nasce a Cuba dove i genitori dirigevano l'orto botanico di Santiago de las Casas, vicino a L'Avana. Tornata in Italia la famiglia, a Sanremo, frequenta le scuole nella città ligure e, terminato il liceo si iscrive ad Agraria, ma interrompe l'Università per evitare l'arruolamento forzato e dopo l'8 settembre si unisce alle brigate partigiane nella Brigata Garibaldi. Nel 1944 entra nel Pci e alla fine della guerra ne diventa militante attivo e Quadro. Si iscrive e si laurea alla facoltà di lettere di Torino e nel frattempo inizia a collaborare a riviste (fondamentale il rapporto con il Politecnico di Vittorini) e quotidiani. Entra a lavorare all'Einaudi e nel 1950 ne viene assunto definitivamente come... Approfondisci
Note legali