Categorie

Ann-Marie MacDonald

Traduttore: G. Granato
Editore: Mondadori
Anno edizione: 2005
Formato: Tascabile
Pagine: 923 p. , Brossura
  • EAN: 9788804549826

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Marcello

    06/11/2015 17.46.02

    Non capisco i commenti entusiasti ! Ho letto 200 pagine di una lentezza esasperante e di un'ovvietà descrittiva attorno ad una patinata famiglia canadese ! L'ho lasciato lì e non so se lo riprenderò. Se questo è uno spy thriller è come una lumaca sonnolenta !

  • User Icon

    chiara

    23/08/2011 18.15.36

    non fatevi spaventare dalla mole del libro. è un lungo viaggio, ma appassionante, intenso, scritto magistralmente. la macdonald è straordinaria nel raccontare storie scomode con strabiliante leggerezza e nel caratterizzare personaggi indimenticabili. questo secondo libro ha confermato in pieno le mie aspettative dopo (il bellissimo) "chiedi perdono". li consiglio vivamente entrambi.

  • User Icon

    camilla

    20/12/2008 07.15.42

    Le prime 300 pagine sono necessarie per dare un quadro molto preciso: la condizione femminile, sia pure in una situazione apparentemente ottimale,le parole inutili che impediscono l'ascolto reale dei piccoli ai quali parlare SOLO DOPO AVERLI compresi fino in fondo, l'incapacità di dare un senso alle parole , come se si sapesse già tutto, come se la vita fosse un copione ormai ovvio,ecc., dietro alle apparenti dolcezze famigliari già si preannunciano ben altri ostacoli, regolarmente equivocati, interpretati attraverso luoghi comuni. infatti le sofferenze , le paure, le mancanze di mimi e dei bambini non sono recepite mai dal padre. Che, a sua volta, non si rende conto neppure di quelo che sta facendo, sicuro come è che tutto "vada bene". La famiglia,non protagonista in primo piano, ma talmente eccezionale, di Hery F. è una meraviglia di rappresentazione, proprio , forse, perchà l'autrice non calca mai la mano su nessun stereotipo : quelle persone mi sono rimaste impresse e resteranno in me. La storia è terribile, l'amore, quello vero, c'è e occheggia di tanto in tanto, e salta fuori Ma la bravura di macdonanl è straordinaria e non è possibile raccontarla ion poche righe.

  • User Icon

    ilaria

    31/08/2008 22.31.13

    uno dei piu' bei libri che letto.900 pagine che volano via trangugiati. Finale affatto banale, personaggi vivi,storia appassionante, triste, malinconica a volte la vita...non vedo l'ora di leggere chiedi perdono

  • User Icon

    Massimo F.

    29/08/2008 21.34.34

    Un’opera monumentale (per tematiche affrontate e per la mole), ma di piacevole lettura: raccontando benissimo la classica “storiaccia”, va a mettere in luce le abiezioni umane, le contraddizioni e le falsità di una società apparentemente “grassa e felice”… La MacDonald non si fa (e non ci fa) mancare nulla: riflessioni socio-culturali, storia, politica, sentimenti, problematiche umane (omossessualità, rapporti di coppia), indagini e processi, spy story, tensione da thriller, proponendo un affresco mai chiassoso, ma completo ed equilibratissimo. La scrittura è sempre all’altezza, con dei momenti veramente ispirati, in grado di rimanere impressi nella mente del lettore per un bel po’…. Una maggiore concisione ed asciuttezza in qualche passaggio (alla Capote, per intenderci..), ne avrebbero fatto un vero e proprio capolavoro. Comunque da leggere, assolutamente.

  • User Icon

    alessandra.s

    29/12/2007 13.28.03

    A volte prendere un libro perchè ti ispira la copertina è la cosa migliore. Non conoscevo quest'autrice, VERAMENTE BRAVA! 923 pagine piene di fascino, i pensieri di madeline e le sue fraglità erano così reali! Ho letto negli altri commenti che "Chiedi perdono" è ancora più bello! Lo leggerò sicuramente!!!!

  • User Icon

    piero

    18/09/2007 13.34.19

    Veramente un bel libro. Ero scettico a causa della mole, ma devo dire che si legge in un baleno. Bella la storia e soprattutto bellissimo il contesto in cui si dipana, con una fotografia bellissima e spietata degli ambienti militari del tempo. Tutto sommato anche un bel saggio di costume. Intensa la costruzione, anche psicologica, dei personaggi. L'iunica pecca: un pò troppo affrettata la parte finale. Comunque da leggere

  • User Icon

    Luisella

    26/07/2007 11.19.10

    Molto molto bello, non al pari di "Chiedi Perdono", ma è riuscito a tenermi incollata al libro, soprattutto dopo le prime 300 pagine! Bella la psicologia dei personaggi, la storia vista dagli occhi di Madelaine che ci fa capire come possano vivere i bambini certe situazioni di violenza. Mi sono piaciuti anche i risvolti storici, con i dettagli storici del secondo dopoguerra e della guerra fredda.

  • User Icon

    La_Cri

    30/03/2007 17.37.38

    Un quadro fedele della realtà di quegli anni, raccontata attraverso diversi punti focali. Mi è piaciuto in special modo il mondo visto attraverso gli occhi di Madeleine. E' poesia.. uno specchio su cui si riflettono i sentimenti e gli stati d'animo, con una ricchezza di particolari che ti fanno pensare con nostalgia all'infanzia...Riesci a percepirne i sapori, gli odori, i suoni, i colori.. In alcuni punti le descrizioni sono un po' lunghe, a volte noiose, ma nel complesso trovo che sia una lettura straordinaria. Non ho ancora letto "Chiedi perdono"... se è davvero migliore di questo, beh, non vedo l'ora di correre in libreria!

  • User Icon

    Fabio

    17/07/2006 18.44.25

    Interessante libro scritto in maniera singolare. Forse leggermente prevedibile il finale e lo svelare l'assassino, ma resta comunque un testo godibile.

  • User Icon

    clare

    26/06/2006 21.07.21

    Molto bello, sebbene a volte un pò troppo descrittivo;ti tiene sospeso ad un filo fino all'ultima pagina, quando svela il colpevole del terribile gesto attorno al quale si dipana l'intera,intricata, vicenda. Stupende le pagine narrate dal punto di vista della piccola Madeleine e dei bambini di Centralia. Ann-Marie Mac Donald ci regala un altro libro indimenticabile...quasi quanto "Chiedi perdono".

  • User Icon

    Cristina

    18/05/2006 23.03.58

    Nonostante le 923 pagine, questo libro mi ha rapito! BELLISSIMO

  • User Icon

    Manuela

    07/03/2006 21.40.12

    Un libro nel complesso discreto, molto interessante la descrizione del periodo storico dell'epoca e delle situazioni dei vari personaggi in generale, un po' meno nella trama, a mio avviso poco sviluppata. Il finale mi è sembrato un po' "frettoloso", come se fosse rimasto lì in sospeso. A mio avviso, nel complesso una piacevole lettura, anche se non sempre scorrevole.

  • User Icon

    simona

    06/02/2006 12.28.52

    alla fine credo di confermare il voto...anzi direi che merita qlc in più anche se nn il massimo..... decisamente troppo lungo, la storia cmq è molto bella, io lo consiglio!baci

  • User Icon

    Simona

    30/01/2006 12.41.11

    Nn ho ancora finito di leggerlo...ma finalmente dopo 300 pagine si è arricchito di qlc di più che semplici descrizioni e pensieri astratti di una bambina!!!!! Non ce la facevo proprio più.......ma d'improvviso si sta intrecciando una trama niente male che mi sta tenedo incollata alle pagine, per il momento quindi il mio voto resta medio, aspetto di arrivare alla fine x confermarlo o meno!! Cmq sn d'accordo con Francesca "Chiedi perdono" è davvero molto bello. Baci

  • User Icon

    francesca

    07/09/2005 16.03.21

    Ho aspettato con ansia l'uscita di questo libro perchè ho amato "Chiedi perdono". Inevitabilmente le mie aspettative così elevate non potevano che rimanere un po' deluse. Resta comunque un buon libro, anche se il lettore rimane in attesa troppo a lungo, il finale non delude. Non sono riuscita a divorare tutte le 923 pagine, in parte si poteva sfoltire. Nel complesso non entusiasmante, ma bello. Sicuramente ben scritto.

Vedi tutte le 16 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione