Categorie

I custodi della biblioteca

Glenn Cooper

Traduttore: G. Arduino
Editore: Nord
Collana: Narrativa Nord
Anno edizione: 2012
Pagine: 391 p., Rilegato
  • EAN: 9788842920007
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 16,66

€ 19,60

Risparmi € 2,94 (15%)

Venduto e spedito da IBS

17 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

€ 10,58

€ 19,60

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Era l’inverno del 2006, quando nel mezzo della lettura del Wall Street Journal, mentre stava sorseggiando l’ennesimo caffè del giorno - Glenn Cooper racconta – una visione gli si era squadernata davanti: un’enorme biblioteca sotterranea, e insieme, l’immagine di un uomo dalla corporatura massiccia. È così che aveva preso corpo l’idea della Biblioteca dei morti. La storia, in parte ambientata nel passato, in parte in un futuro recente, ruota attorno alla figura di Will Piper, un agente dell’FBI alle prese con un caso piuttosto complesso: alcune persone avevano ricevuto una cartolina su cui era disegnata una bara e indicata una data, la data in cui tutti, puntualmente, erano morti. Chi li aveva uccisi? Perché? Piper aveva dato inizio alle indagini e così aveva scoperto l’esistenza di una biblioteca sotterranea rinvenuta durante la Seconda Guerra Mondiale e costituita da più di 700 volumi in cui i monaci di un’abbazia indicavano la data di nascita e di morte di ciascun essere vivente dall’VIII secolo fino al 9 febbraio 2027, anno in cui le scritture si erano interrotte vergate dalla formula Finis Dierum. La biblioteca, ritrovata dagli Inglesi nell’isola di Wight, era stata poi affidata agli Americani e collocata nella segretissima Area 51 in Nevada. È qui che nel 2009, quando tutto aveva avuto inizio, Piper era venuto a conoscenza del database a cui il presunto serial killer aveva attinto le informazioni relative alla sue vittime.
Ora, dopo La biblioteca dei morti e Il libro delle anime, con I custodi della biblioteca (uscito in Italia in anteprima mondiale), la fortunata trilogia di Cooper sembra giungere all’epilogo. Siamo nel 2026, appena un anno prima dell’Apocalisse, quando l’invio di cartoline con annunci di morte ricomincia. Questa volta però i destinatari sono tutti cinesi ... L’America sta vilmente sfruttando la Biblioteca contro il suo nemico più potente? Il rischio di una crisi politica internazionale incombe come una minaccia mentre la popolazione è in preda al delirio collettivo. Ma Piper, ormai sessant’enne e in pensione, certo di non essere nella lista stilata fino al 2027, trascorre la maggior parte del suo tempo in Florida, dedito alla pesca e noncurante di quello che gli accade intorno. Tuttavia, quando suo figlio scompare improvvisamente dopo essere partito per l’Inghilterra, la posta in gioco intorno alla Biblioteca di Vectis si riapre e il mistero torna a infittirsi. Dove si trova in questo momento suo figlio? Cosa accadrà davvero a chi sopravvivrà Oltre l’Orizzonte del 2027? Al lettore il piacere di scoprirlo seguendo fino alla fine le intricate vicende, personali e non, di Will Piper, l’“anti-eroe inquieto e infelice” che tanto somiglia al suo autore.
Un’opera, quella di Cooper, che ha riscosso un enorme successo di pubblico ed è diventata un besteller mondiale. Ma quali sono gli elementi che rendono la sua trilogia così accattivante? Anzitutto la creazione di un personaggio a tutto tondo, sempre pronto a rimettersi in discussione, disincantato e mai pienamente soddisfatto, un alter ego insieme al quale, autore e lettori, possono realizzare un processo catartico. In secondo luogo la scelta di un cronotopo di lunga durata come quello della biblioteca, lo spazio-tempo per eccellenza adibito alla custodia di misteri insondabili. Da ultimo, ma non per ultimo, il tema: un libro ambientato nel futuro che parli della Fine è di per sé destinato ad essere vincente. Chi infatti si può dichiarare immune dal desiderio - che stuzzica e al tempo stesso atterrisce - di sapere come va a finire la storia del mondo? Dunque Cooper come Nostradamus e i Maya? A ben guardare però l’effetto sembra diverso. Il modello apocalittico di Cooper risulta infatti più simpatico e affascinante rispetto alle altre profezie in quanto gode dell’innegabile vantaggio della finzione narrativa.

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Andrea

    01/07/2017 16.20.46

    Pessimo libro. Elogio alla Potenza dei servizi segreti statunitensi. Secondo l'autore il vero ago della bilancia su cui si regolano le sorti del mondo. Tant'è che i protagonisti ( agenti fbi) non hanno mai torto neanche quando sbagliano. Sconsigliatissimo!!!

  • User Icon

    Marco

    20/09/2016 10.27.24

    Ho letto La Biblioteca Dei Morti, ho letto Il Libro Delle Anime ed ora ho letto I Custodi Della Biblioteca. Una Trilogia super avvincente, in cui ciascun capitolo è stupendo e arricchisce di nuove informazioni il precedente. L'unica cosa che mi spiace è che alla fine viene meno l'importanza della data ormai marchiata a fuoco del 9 febbraio 2027, sarebbe stato bello che gli avvenimenti del finale di questo capitolo si verificassero in quel giorno, così da dare un maggior senso alla vicenda chiudendone il cerchio, e invece non è così.

  • User Icon

    Viaggiatore Del Tempo

    23/02/2016 20.40.17

    Terzo volume che ho trovato meno piacevole rispetto ai primi due ma che non ritengo una delusione come ho letto in varie recensioni..personalmente non ho trovato molte novità..forse poco necessario visto che le vicende narrate nei primi due volumi erano più che sufficienti. Un libro che si fa comunque leggere volentieri. Visto l'epilogo magari in un futuro non troppo lontano Cooper deciderà di continuare questa storia.

  • User Icon

    Giacomo

    07/01/2016 10.21.31

    Epico, ma cosa pretendete di leggere ? uno più bello dell'altro, peccato abbia lasciato questa enorme curiosità il finale ! vi dirò facesse un quarto libro o uno spin off lo leggerei al volo ! grande Glenn

  • User Icon

    Marcello

    03/03/2015 17.55.12

    Ho appena finito di leggere questo libro ho letto gli altri 2 libri di quest'autore di questa trilogia che dire, finito in pochi giorni mi è piaciuto! bravo come sempre Cooper , che è ufficialmente tra i miei scrittori preferiti! non ho dato 5 stelline solo per piccole cose che ho ritenuto un pò forzate, e anche perchè il migliore dei suoi libri che merita 5 stella è sempre il primo, ovvero "la biblioteca dei morti"

  • User Icon

    archipic

    22/12/2014 14.11.36

    Dopo gli ultimi deludenti romanzi mi aspettavo di peggio, invece è una storia che scorre bene per almeno 3/4 poi la sarabanda finale concorre a far perdere un po la bussola al lettore. Rimane, comunque, un libro discreto che pur distantissimo dai primi 2 episodi si lascia leggere con piacere. L'epilogo a me sembra prospettare un 4° episodio... chissà.

  • User Icon

    Davide

    18/10/2014 14.35.48

    Interessante la biblioteca dei morti, curioso il libro delle anime, pessimo l'ultimo libro della trilogia. Trama inesistente e l'incapacità delle forse segrete governative dei vari Paesi è disarmante. I dialoghi mancano di "gravitas" e "dulcis in fundo" l'epilogo è pessimo. Sconsigliato!

  • User Icon

    Brunella

    04/08/2014 10.55.04

    Ho letto tutti i libri di questa serie tutti d'un fiato. Bellissimi e accattivanti. Non è facile smettere di leggerli.

  • User Icon

    berico predieri

    06/02/2014 18.53.43

    Grande delusione, mi rimbombano ancora le orecchie per la sparatoria finale, interessante solo per la prima metà, poi quando inizia la sarabanda finale con cinesi americani e inglesi a darsele di santa ragione stile tutto si riduca a una mezza farsa, l'interesse cala gradualmente fino a scemare del tutto.. non vedi l'ora che tutto finisca anche perché a un certo punto non ci si capisce più niente, basta così Cooper se la vena è finita è inutile insistere, d'altronde l'inventiva con questi scrittori (vedi anche Dan Brown) dura per i primi 2 (massimo 3 romanzi) poi tutto il resto si riduce a un inutile clone dei primi, chiuso con Dan Brown e Glenn Cooper....

  • User Icon

    Salvatore

    24/01/2014 19.42.39

    Finalmente si è chiusa la trilogia della "Biblioteca dei Morti". Non perchè volevo che terminasse ma desideravo tanto sapere quale sarebbe stato il destino di Will Piper. E non sono stato deluso. E' chiaro: questo libro non è affatto paragonabile ai primi due che sono meravigliosi; si legge benissimo, è scorrevole, di facile lettura...ma per chi ha letto gli altri libri di Cooper nota nel finale una sorta di forzatura che stona un pò con la storia iniziale. Non do il voto massimo per questo motivo. Questo libro chiude un racconto meraviglioso e originalissimo. Voto: 4/5

  • User Icon

    Manuela

    19/01/2014 17.35.30

    Ho appena finito di leggere questo terzo capitolo e nonostante sia scorrevole, ben scritto e di facile lettura devo dire che non mi è garbato molto perché ho trovato la storia forzata e quasi priva di senso come quando si è a corto di idee e si cerca di tirare fuori qualcosa. A mio parere le vicende narrate nei primi due volumi sono più che sufficienti.

  • User Icon

    Valentino

    24/11/2013 20.20.03

    Poche parole...non c'e paragone con il primissimo libro...

  • User Icon

    Fulvio Ciapessoni

    09/10/2013 09.10.50

    Ho apprezzato l'idea di concludere la storia con questo ultimo racconto. Scritto bene come sempre. Purtroppo un po' troppo 'statico', soprattutto rispetto agli altri libri.

  • User Icon

    achi53

    26/08/2013 13.47.08

    Ovviamente non può essere al livello della Biblioteca dei morti, comunque un buon libro, ben congegnato, certo l'abbondanza di forze speciali poteva essere evitata (fa tanta, troppa azione frenetica). Finale discreto che lascia aperta ancora una possibile continuazione. Spero di no, perchè penso sia giusto terminare la saga qui. Un eventuale altro capitolo sarebbe sicuramente inferiore ai primi e di conseguenza deludente.

  • User Icon

    barbara

    23/08/2013 19.09.19

    Ho letto tutti i libri di Cooper, in particolare la trilogia della biblioteca, ma penso che questo sia il peggiore perchè sembra la stessa identica storia de "la biblioteca dei morti". Spero veramente che non ci sia un'altra continuazione tirata per i capelli!

  • User Icon

    Umberto75

    02/08/2013 10.32.43

    Di Cooper ho letto tutto ma se mai dovesse scrivere nuovamente qualcosa sulla "biblioteca" lascio stare. Questo libro è pura fantascienza, non per la storia degli scrivani bensì per come è concepito. A metà tra Rambo e 007, moglie e marito si spartiscono il ruolo di superman e wonder woman, riuscendo praticamente subito in ogni loro intento. La storia poi la capisci senza troppi sforzi...

  • User Icon

    Tiziana

    23/07/2013 10.28.53

    Al contrario di Dan Brown che ormai non sa più cosa inventarsi, Cooper riesce ancora a conquistarsi l'attenzione pur sfruttando un soggetto che poteva anche essersi esaurito. Questo romanzo è coinvolgente, d'impatto, scorrevole e veloce, appassionante sebbene meno intenso di altri

  • User Icon

    claudino

    11/07/2013 12.45.18

    Un 3 che diventa 4/5 compresi i primi due libri nettamente superiori per originalità e suspence. Temo che se la saga proseguisse, cosa molto probabile per come finisce questo,potrebbe scemare di interesse a scapito di un aumento dell'"azione all'americana", in ottica di una possibile vendita dei diritti all'industria cinematografica. Tutto bene se non fosse che, come dimostra il finale del libro, spesso si conclude inverosimilmente, con l'uscita incolume dei protagonisti principali, se non con la perdita di qualche parente di secondo grado, addirittura attraverso una battaglia tra reparti d'elite delle forze speciali dei vari paesi, per finire udite, udite, impuniti dopo aver ostacolato, seppur per nobili ideali, gli interessi vitali dei governi delle super potenze, non vi sembra un po' troppo? Comunque, per tutta la saga, godibile.

  • User Icon

    Brunella

    23/06/2013 20.50.30

    Ok non è bello come La Biblioteca dei Morti, ma l'ho trovato ugualmente coinvolgente, molto scorrevole, con colpi di scena avvincenti. L'ho divorato in due giorni e il finale fa intendere che non è finita qui. Consigliato!!!

  • User Icon

    ilaria

    07/06/2013 23.17.36

    anche questa volta glenn cooper non si è smentito; pensavo che come terzo libro di una serie, si sarebbe rivelato noioso, invece mi è piaciuto molto e come al solito è scritto in modo molto scorrevole. Non so se sia stata una buona idea mettere un finale di quel genere perchè lascia intendere che la storia non sia finita lì. Non so se ci sarà un seguito, ma naturalmente non sarebbe glenn cooper se non ci lasciasse con questo dubbio... Comunque mi è piaciuto molto, anche se non è all'altezza del primo libro.

Vedi tutte le 54 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione