Dubliners - James Joyce - cover

Dubliners

James Joyce

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Collana: Collins Classics
Anno: 2012
Rilegatura: Paperback / softback
Pagine: 256 p.
Testo in English
Dimensioni: 178 x 111 mm
Peso: 150 gr.
  • EAN: 9780007449408
Salvato in 11 liste dei desideri

€ 2,59

€ 2,73
(-5%)

Punti Premium: 3

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO INGLESE
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

HarperCollins is proud to present its new range of best-loved, essential classics. `One by one they were all becoming shades. Better pass boldly into that other world, in the full glory of some passion, than fade and wither dismally with age.' Revealing the truths and realities about Irish society in the early 20th century, Joyce's Dubliners challenged the prevailing image of Dublin at the time. A group portrait made up of 15 short stories about the inhabitants of Joyce's native city, he offers a subtle critique of his own town, imbuing the text with an underlying tone of tragedy. Through his various characters he displays the complicated relationships, hardships and mundane details of everyday life and the desire for escape - a yearning that so closely mirrored his own experiences.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4
di 5
Totale 1
5
0
4
1
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Giorgia

    19/09/2018 10:04:13

    Ho letto questo libro perchè dovevo preparare un esame universitario di letteratura inglese. Che dire? L'inglese non è semplicissimo, ma tuttavia è stata una lettura gradevole. Ho apprezzato soprattutto il fatto che Joyce abbia deciso di raccontare delle storie seguendo un ordine preciso: infanzia, adolescenza, maturità e vita pubblica. Ogni storia ha la sua "epifany", cioè dei momenti in cui il personaggio che ne fa esperienza, diventa consapevole di qualcosa che aveva dimenticato. Di alcune storie non ho capito bene quale fosse l'obiettivo, tuttavia saranno state due o tre. Invece, le mie storie preferite sono state: Eveline, Clay, A Little Cloud e soprattutto The Dead. Lo consiglio a chi vuole leggere storie di Dublino immerso nella "paralisi"

  • James Joyce Cover

    James era il primogenito di una numerosa famiglia della buona società irlandese, di forte tradizione cattolica e nazionalista che lo iscrisse nei migliori collegi cattolici della città. Poi le condizioni della famiglia andarono peggiorando, fino ad arrivare a uno stato di assoluta povertà dopo la morte della madre (1903). L’educazione gesuitica influenzò la sua formazione, tanto da provocare in lui una temporanea vocazione sacerdotale, presto abbandonata. Dopo la pubblicazione dei primi lavori letterari, ancora all’università, conobbe Yeats ed ebbe uno scambio epistolare con Ibsen. Dopo la laurea, spinto dal vago proposito di studiare medicina alla Sorbona, trascorse un breve periodo a Parigi, dove approfondì anche le sue nozioni di scienze... Approfondisci
Note legali