Germania, questa sconosciuta

Beda Romano

Editore: Longanesi
Collana: Il Cammeo
Anno edizione: 2006
In commercio dal: 19 gennaio 2006
Pagine: 249 p., Rilegato
  • EAN: 9788830422537
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione

Questo saggio sotto forma di lungo racconto affronta la realtà complessa e variegata di una Germania tagliata in due da un punto di vista economico. Straordinariamente moderno, il Paese soffre infatti dei molti retaggi del passato. I tedeschi vivono le contraddizioni di un'unificazione desiderata, ma non ancora del tutto compiuta. E avvertono la complessità del sentirsi cittadini europei nel ritrovarsi dai primi agli ultimi posti in settori determinanti come la ricerca e l'università. Corrispondente da Francoforte per il "Sole 24 Ore", Beda Romano offre in questo libro un resoconto di respiro internazionale.

€ 12,00

€ 16,00

Risparmi € 4,00 (25%)

Venduto e spedito da IBS

12 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

"Guardare solo al futuro è disdicevole, ma non bisogna neppure essere torturati dal passato", affermava quasi una ventina di anni fa lo storico Golo Mann. Lo stesso parere è condiviso dal corrispondente da Francoforte del "Sole 24 ore", Beda Romano, che, trovando un'efficace sintesi tra reportage giornalistico e saggio storico, presenta un'analisi della realtà tedesca capace di saldare l'attualità con la prospettiva storica. Articolato in dodici capitoli, che affrontano numerose e controverse questioni – dalla scarsa competitività della struttura produttiva alle più recenti difficoltà economiche legate all'introduzione dell'euro, dalla riforma delle istituzioni federali al tramonto del vecchio sistema sociopolitico fondato sulla stabilità e sulla collaborazione tra stato, imprese e sindacati – il testo offre il quadro di una Germania che, nonostante le contraddizioni di una riunificazione a lungo desiderata e mai del tutto compiuta, resta tuttavia desiderosa di guardare avanti e di liberarsi del fardello del "passato che non passa". In effetti, oltre alle incertezze economiche e al progressivo esaurimento dei tradizionali meccanismi di consenso, il paese è alle prese soprattutto con la ridefinizione, tuttora incerta, di una propria identità "post-nazionale". In questo senso, il ritratto offerto dall'autore non è quello di un paese in crisi, ma soprattutto di un paese impegnato in un processo di radicale trasformazione. In ciò, la Germania sembrerebbe avere alcune analogie con l'Italia. A tale proposito, la sola osservazione critica nei confronti di questo testo assai utile e interessante, anche se penalizzato da un titolo orrendo, ricade sul mancato approfondimento della relazione bilaterale tra Italia e Germania.
  Federico Trocini