Ice-cream War

Ice-cream War

William Boyd

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Formato: EPUB con DRM
Testo in en
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 1,46 MB
  • EAN: 9780141924595

€ 8,49

Punti Premium: 8

Venduto e spedito da IBS

EBOOK INGLESE
Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

'As ambitious as it is remarkable. Balances on seesaws of innocence and violence, sanity and lunacy, hilarity and horror' The Times
_____________________________

'We will all melt like ice-cream in the sun!'
British soldier, East Africa, 1914

On the Western Front millions are being slaughtered. But in East Africa a ridiculous and utterly ignored campaign is being waged - one that continues after the Armistice because no one bothers to tell the participants to stop.

As the conflict sweeps up Africans and colonials, so those left at home and those fighting abroad find themselves unable to escape the tide of history bearing down on them.

_____________________________

'A towering achievement' John Carey

'Compulsively readable' Blake Morrison, Observer

'Funny, assured, a seriocomic romp. A study of people caught in the side pockets of calamity that dramatizes their plights with humour, detail and grit' Harper's

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • William Boyd Cover

    Scrittore e sceneggiatore di origini scozzesi. Nasce in Ghana e trascorre parte dell'infanzia e della giovinezza in Nigeria. Conclude gli studi in Francia e poi a Glasgow, laureandosi in filosofia. Si trasferisce poi a Oxford e infine a Londra dove collabora come opinionista al settimanale «New Statesment». Nel 1981 esce il suo primo romanzo, Un buon uomo in Africa e nel frattempo appare in alcune trasmissioni televisive. Nel 1983 è selezionato tra i venti migliori giovani scrittori britannici (insieme a Ian McEwan e Martin Amis) dalla rivista letteraria «Granta»; nello stesso anno, inoltre, diventa membro della Royal Society of Literature. Attualmente vive con la moglie Susan, editrice, tra il quartiere Chelsea di Londra e il castello Bergerac in Francia, dove... Approfondisci
Note legali