Offerta imperdibile
Salvato in 91 liste dei desideri
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
L' ignoranza delle persone colte
13,78 € 14,50 €
LIBRO
Venditore: IBS
+140 punti Effe
-5% 14,50 € 13,78 €
disp. in 5 gg lavorativi disp. in 5 gg lavorativi
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
13,78 € Spedizione gratuita
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Bortoloso
14,50 € + 5,49 € Spedizione
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Multiservices
14,50 € + 5,50 € Spedizione
disponibile in 8 gg lavorativi disponibile in 8 gg lavorativi
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
13,78 € Spedizione gratuita
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Bortoloso
14,50 € + 5,49 € Spedizione
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Multiservices
14,50 € + 5,50 € Spedizione
disponibile in 8 gg lavorativi disponibile in 8 gg lavorativi
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi

Tutti i formati ed edizioni

Chiudi
L' ignoranza delle persone colte - William Hazlitt - copertina
Chiudi

Prenota e ritira

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino. Scopri il servizio

Chiudi

Riepilogo della prenotazione

L' ignoranza delle persone colte William Hazlitt
€ 14,50
Ritirabile presso:
Inserisci i dati

Importante
  • La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
  • Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l’elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio Ufirst.
  • Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l’articolo verrà rimesso in vendita)
  • Al momento dell’acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio.
Chiudi

Grazie!
Richiesta inoltrata al negozio

Chiudi

Descrizione


Non più di tre, per John Keats, erano "le cose di cui godere": una di queste era "la profondità del gusto" di William Hazlitt. Diretto, paradossale, provocatorio: così appare Hazlitt nel suo saggio sull'ignoranza delle persone colte, un gioiellino nell'arte dell'essay, del componimento in prosa, cioè, discorsivo, di argomento filosofico, morale, letterario o legato all'esperienza quotidiana, il cui modello riconosciuto e tuttora inarrivabile è Montaigne. In questo libro dello scrittore e critico inglese, amico di Stendhal e dei maggiori poeti del suo tempo, sono raccolti sette dei numerosi saggi appartenenti a "Table-Talk", la rubrica che l'autore tenne sul "London Magazine" dal giugno 1820 al dicembre dell'anno successivo: tutti testi di sconcertante attualità e caratterizzati da un'alta dose di humour, specie se letti oggi, alla luce del presente. Oltre alla riflessione Sull'ignoranza delle persone colte, intervento argutamente eccentrico, che dà il titolo al volume, tanti sono gli aspetti della vita affrontati dal saggista-filosofo: dall'analisi del genio incompreso (contrapposto all'uomo d'azione e quindi di successo) al ritratto dello scrittore elegante (e perciò "effeminato"), dalla critica ai gruppi di potere (tra cui i consigli comunali e le università) agli svantaggi della superiorità intellettuale (sulla raffinatezza d'animo che si scontra puntualmente con un mondo ignorante), fino al tema universale della paura della morte e ai suoi risvolti tragicomici con i lasciti testamentari.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2015
15 gennaio 2015
110 p., Brossura
9788876256851

Valutazioni e recensioni

5/5
Recensioni: 5/5
(1)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(0)
3
(0)
2
(0)
1
(0)
Cristiano Cant
Recensioni: 5/5

A chi non ha mai assaporato le delizie di una mente gentilmente rancorosa, a chi sta cercando il sollievo del sentirsi trainato da una guida sicura fra cianfrusaglie ignobilmente vacue, a chi fruga i quattro angoli della terra e si accorge d'improvviso che corre lungo un cerchio come e peggio di un povero cavallo sotto un tendone scucito da cui cade pioggia sporca. A tutta questa bolgia sfasata io imploro di acquistare e leggere questo libro, poi di tenerlo a portata sempre e poi di riaprirlo, ovunque siate e quale che sia lo stato d'animo che vivete. Se di gioia, per comprenderne la vana e sacrosanta brevità a conferma dei suoi periodi più alti, se di pena per sentirne il morso dei suoi molari dorati. Un breviario di raffinata teologia sociale e letteraria, demolente ed etico più di un senso di colpa perenne; affronta il genio e le follie della mediocrità posata non meno delle arguzie di un cretino o della sfida per chiunque a venire a capo delle folli matasse del vivere. Ci sono libri forse non volutamente nati per dare felicità a un pubblico o a qualcuno, forse anche capaci di enorme irritazione a sapere che è questa la traccia che infine essi lasciano. Ma è questa la potenza della parola, un certo confondersi fra le strambe selve del gusto, un abbandono di sé in quel binario di senso deragliato che un ragionamento o un bel discorso possono offrire nel loro intero distendersi. Hazlitt ci dice questo: state lontani da quei fatui manichini che non sanno trovare conversando tre stille d'ironia nelle loro pupille, tenete lontane quelle ciurme cialtronesche belle soltanto a scaldare una sedia fra i consessi della cultura. O almeno provate a irriderle ponendovi per qualche istante alla loro altezza; durerà poco, perché presto ogni fiore custodito nelle tempie cadrà di botto fin sotto i talloni, fra le polveri del selciato comune, destinato a tacchi che lo scanseranno. Libro incantevole.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

5/5
Recensioni: 5/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(1)
4
(0)
3
(0)
2
(0)
1
(0)

Conosci l'autore

William Hazlitt

1778, Maidstone

Saggista e critico. Ancora giovane, incontrò e conobbe Samuel Taylor Coleridge, diventandone fervente ammiratore (ma restando fedele - a differenza di Coleridge - agli ideali di giustizia sociale professato in un primo tempo anche dal grande poeta).Dopo aver intrapreso un tentativo poco fruttuoso con la pittura, Hazlitt esordì in ambito letterario con il saggio Principles of human action (1806). L'anno seguente, con A reply to the essay on population, prese posizione nella controversia suscitata dalle teorie economiche di Malthus. I suoi saggi politici vennero raccolti in Politic essays (1819). Altri saggi sono raccolti in The round table (1817), Table talk (1821-22) e The plain speaker (1826). Fu critico letterario e anche in questa veste conobbe un certo successo; con Characters...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore