Introducing Joss Stone

Artisti: Joss Stone
Supporto: CD Audio
Numero dischi: 1
Etichetta: Capitol
Data di pubblicazione: 8 marzo 2007
  • EAN: 0094637626825
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 10,90

Venduto e spedito da IBS

11 punti Premium

Disponibile in 3 settimane

Quantità:
Aggiungi al carrello
Disco 1
  • 1 Change (Vinnie Jones’ Intro)
  • 2 Girl They Won't Believe It
  • 3 Headturner
  • 4 Tell Me 'Bout It
  • 5 Tell Me What We're Gonna Do Now (featuring Common)
  • 6 Put Your Hands On Me
  • 7 Music (featuring Lauryn Hill)
  • 8 In The Arms Of My Baby
  • 9 Bad Habit
  • 10 Proper Nice
  • 11 Bruised But Not Broken
  • 12 Baby Baby Baby
  • 13 What Were We Thinking
  • 14 Music Outro

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    fabio fiume

    11/02/2008 11:06:04

    Non nascondiamoci dietro il segreto di Pulcinella, per esser brava Joss Stone è brava, forse bravissima, per avere una voce particolare ce l'ha ,molto particolare, e se a questo aggiungiamo il non deleterio fatto che sia bella, anzi bellissima, non ci si spiega perche'la sua popolarità nonche' considerazione sia in calo.Colpa forse di questo cd? Probabile.Dopo le prime due opere, qualitativamente impegnative,alla prova del 9 Joss toppa,proponendo un album in cui le scelte stilistiche sono troppo americanizzate andando a confonder le idee degli ascoltatori principali.I propri connazionali,si mostran delusi dalla fuga di far soul alla Uk version, e altrettanto gli Statunitensi ,a cui forse il prodotto era maggiormente diretto, che spesso han dimostrato di non gradire le intromissioni anglosassoni nel loro senso e modo di far musica.Loro coprano al massimo il Pop inglese, visto che non ne sanno fare granchè, ma il soul,l r'n'b, il rap no! Se ne sentono padroni indiscussi.E cosi' la Stone paga tutto questo sulla propria pelle, raccogliendo un magro 12° posto nella chart di madrepatria, e superando di poco il mezzomilione di copie in Usa dove invece era andata ben oltre il milione coi dischi precedenti.Scandagliando bene l'album si fatica a trovare il brano che valga la pena ricordare.Ad esempio i singoli "tell me 'bout it", "tell me what we're gonna do now" e ancor meno "baby baby baby",attuale,restano impressi per originalità,nè per orecchiabilità. Le ballads hanno si forti tinte scure ,blues in qualche caso,ma non superano la barriera della traccia riempitiva.La pelle non si accappona insomma!!! La collaborazione con Lauryn Hill in "music" stacca le altre anonime partecipazioni di guru dell'hip-hop d'oltreoceano.Il brano da ricordare di questo cd arriva solo con la sua riedizione,ed è la cover ben interpretata di "l-o-v-e" di Nat-King Cole, che ha rispolverato la figura appannata della vocalist nel periodo natalizio.Confido nelle possibilità di ripresa di Joss,ma nel presente il risultato è mediocre o poco più.

  • User Icon

    anna

    08/06/2007 00:43:32

    bel disco, energetico e positivo. tira su il morale, il che è già una gran qualità.

  • User Icon

    Marzio

    15/03/2007 14:04:37

    DISCO ECCEZIONALE!Joss Stone dimostra di saperci fare musicalmente a SOLI 19 anni!Quindi immaginiamocela tra qualche anno,ancora meglio! Un album in equilibrio tra soul,pop,funk,r'n'b',una voce che si contraddistingue sempre di più,canzoni molto più varie rispetto al(seppur validissimo)"MIND,BODY&SOUL del 2004.A differenza dell'album appena citato,INTRODUCING è molto più fluido,completo,vario,divertente,interessante...superato il clichè della cantantina bionda acqua e sapone,Joss tira fuori un'anima molto più energica e attraente,specialmente in canzoni come GIRL THEY WON'T BELIEVE IT,PUT YOUR HANDS ON ME,TELL ME 'BOUT IT,BAD HABIT;il soul lo si trova in particolare in tracce come MUSIC,WHAT WERE WE THINKING,BRUISED BUT NOT BROKEN,TELL ME WHAT WE'RE GONNA DO NOW.Insomma,un album DA AVERE se vi piace una ragazza giovane che sa destreggiarsi bene tra vari generi(cmq simili fra loro) :)

  • User Icon

    Valentina

    12/03/2007 12:37:20

    Disco indubbiamente elegante,allegro,perfetto x la voce di Joss,suonato benissimo da un'ottima orchestra,ma a mio avviso banale e ripetitivo sia nella musica che nei testi.Il precedente era molto più completo!Sembra quasi un disco d'esordio che della consacrazione.Spicca su tutti il brano"Music"con Lauryn Hill..una garanzia.Davvero bello e coinvolgente.Da questa grande artista,a questo punto della sua carriera,mi aspettavo molto di più!

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione